Garrett Hedlund

Garrett Hedlund, insieme ad alcuni colleghi che fanno parte del cast del film Mudbound, ha partecipato all’evento The Contenders 2017, tenutosi all’Hammer Museum di Los Angeles, per parlare della pellicola diretta da Dee Rees.

Raggiunto da Mary J. BligeJason ClarkeJason Mitchell, il regista Dee Rees e lo Chief Curator of Film del MoMA, Rajendra Roy, che ha moderato il Q&A in seguito alla proiezione del film, Garrett Hedlund si è soffermato su come la pellicola mostri la realtà, una realtà fortemente difficile e talvolta anche cruda.

Mudbound, ambientato durante la Seconda Guerra Mondiale, segue due famiglie che lavorano la stessa Terra nel Mississippi Delta, ma che appartengono a due mondi completamente diversi: “Hai una sensazione di malessere generale quando devi sederti durante quelle scene così difficili. Le offese razziali ci saranno sempre… non le metterai mai a tacere. Alcune scene, specialmente verso la fine del film, ti fanno davvero venire male allo stomaco. In seguito vai a casa, ma è tutto abbastanza stressante. È un qualcosa di spaventoso e agghiacciante, ma è un reale ritratto del Sud degli Stati Uniti in questo periodo storico. Mudbound è un film concreto, e allo stesso tempo il più reale possibile“.

Mudbound è attualmente disponibile sulla piattaforma streaming Netflix!

E TU COSA NE PENSI? LASCIA IL TUO COMMENTO

Iscriviti alla nostra newsletter

Ricevi novità, recensioni e news su Film, Serie TV e Fiction. Inoltre puoi partecipare alle nostre iniziative e vincere tanti premi

Grazie da adesso riceverei settimanalmente la nostra newsletter

Qualcosa è andato storto

LE NOSTRE INTERVISTE ESCLUSIVE