face/off, cinematographe.it

Paramount Pictures sta dando un nuovo volto a Face/Off, il thriller d’azione diretto da John Woo nel 1997 con John Travolta e Nicolas Cage

Lo studio realizzarà un reboot del film, con un nuovo cast. Oren Uziel è stato ingaggiato per scrivere la sceneggiatura, Neal Moritz produrrà e David Permut sarà il produttore esecutivo del nuovo Face/Off.

Grazie a una premessa che suona abbastanza assurda, il film originale è stato una corsa selvaggia. John Travolta ha interpretato l’agente dell’FBI Sean Archer, ossessionato dall’idea di catturare un sociopatico omicida di nome Castor Troy, responsabile dell’uccisione del figlio. L’agente subisce un intervento chirurgico di trapianto facciale e prende le sembianze della sua nemesi in modo che possa essere mandato in prigione per scoprire dove si trova una bomba batteriologica e fermare un devastante attacco. Il piano va storto quando il cattivo si sveglia e ha il volto dell’agente dell’FBI.

Recensione del film di John Woo

Presto, il Castor dalla nuova faccia visita l’agente con la faccia malvagia e si diverte a schernirlo, dicendogli che i chirurghi sono stati uccisi, che il bravo ragazzo è costretto a sfoggiare la faccia che odia di più, e che il cattivo sta andando a casa a letto con sua moglie per riprendersi la sua vita quotidiana. Il film si intensifica in una serie di sequenze d’azione coreografate, che hanno contribuito a fruttargli un incasso lordo globale al botteghino di 245 milioni di dollari.

Mike Werb e Michael Colleary hanno scritto l’originale Face/Off. I crediti di Uziel vanno da 22 Jump Street a The Cloverfield Paradox e Sonic the Hedgehog. L’affare offre a Paramount l’opportunità di sfruttare il proprio catalogo, come ha fatto con la serie di film Mission: Impossible e l’imminente Top Gun: Maverick.

Iscriviti alla nostra newsletter

Ricevi novità, recensioni e news su Film, Serie TV e Fiction. Inoltre puoi partecipare alle nostre iniziative e vincere tanti premi

Grazie da adesso riceverei settimanalmente la nostra newsletter

Qualcosa è andato storto