Ezra Miller e il mancato invito a cena di Susan Sarandon: “Deve pagare un tributo al mio altare”

Ezra Miller è di nuovo al centro di polemiche. Questa volta la causa è un bizzarro aneddoto che riguarda l'attrice Susan Sarandon.

La bizzarra epopea di Ezra Miller fatta di accuse, controversie legali ed assurde affermazioni pare non avere fine. Dopo la notizia di ieri – 19 settembre – che annunciava la volontà di Miller di “guidare una rivoluzione indigena”, a riempire le pagine dei giornali di oggi è un’altra affermazione della star, molto più personale e controversa. Miller sarebbe infatti rimasto molto deluso ed arrabbiato – alcune fonti parlano addirittura di una vera e propria crisi – per il mancato invito a cena dell’ amica Susan Sarandon, la quale è solita organizzare party con alcuni suoi colleghi. Per “ripagare al torto” l’attrice dovrebbe quindi, secondo Miller, recarsi nella sua villa in Vermont e rendere omaggio al suo altare.

Ezra Miller e il bizzarro altare presente nella sua casa in Vermont

Secondo un recente rapporto di Vanity Fair – che cerca di gettar luce e tirare le fila nella lunga e controversa storia di Ezra Miller – l’attore avrebbe eretto nella sua villa in Vermont un altare. Altare che – secondo la testimonianza di due persone che hanno visitato l’abitazione – sarebbe decorato con foglie di salvia e marijuana, proiettili e figurine di Flash – personaggio interpretato dallo stesso Miller e da lui considerato “Il Messia del DC Universe”.

Ezra Miller cena Susan Sarandon - Cinematographe.it

Sempre secondo quanto raccontato da un’amica di vecchia data di Miller, le donne che visitano la casa dell’attore sarebbero costrette a lasciare i propri cellulari sull’altare, insieme ad altre offerte. In merito invece alla notizia dell’ “impazzimento” della star a causa del mancato invito a cena, il suo rappresentante ha dichiarato che “Miller e Sarandon sono amici e che se venisse chiesto all’attore di commentare l’aneddoto, lo definirebbe sicuramente una st*****ta”. The Indipendent ha provato anche a contattare Sarandon o un suo rappresentante per un commento, ma non ha al momento ottenuto risposta. Di recente l’attore di The Flash si è aperto sul proprio stato di salute, affermando di star cercando un aiuto per i suoi problemi psicologici e le sue dipendenze, che lo hanno portato a commettere numerosi reati di recente, fra cui alcune aggressioni e un furto con scasso.

Tags: DC The Flash

Articoli correlati