Ex Machina: su Premium Cinema il film sci-fi con Alicia Vikander

Da leggere

Roma FF16 – Les Jeunes Amants: recensione del film

Diretto dalla regista Carine Tardieu, basato sulla sceneggiatura originale di Solveigh Anspach, Les Jeunes Amants è stato presentato nella...

Star Wars: rivelato il titolo ufficiale dello speciale dedicato a Boba Fett

Tramite la pubblicazione di un video promozionale, Disney + ha rivelato il titolo ufficiale del documentario su Star Wars...

Eternals 2: Chloe Zhao apre alla realizzazione del sequel

Durante una recente intervista, Chloe Zhao si è detta disponibile a tornare a curare la regia per un eventuale...

Block title

Tra gli sci-fi più sinuosi e in grado di destare curiosità si annovera Ex Machina, film d’esordio alla regia di Alex Garland. La pellicola, vincitrice all’88°edizione dei premi Oscar della statuetta per i migliori effetti speciali, ricevendo anche una candidatura per la miglior sceneggiatura, sarà trasmessa in esclusiva su PREMIUM CINEMA giovedì 2 giugno in prima serata. Sinossi: Caleb Smith (Domhnall Gleeson), un giovane programmatore che lavora per BlueBook, si aggiudica la possibilità di trascorrere una settimana nella casa in montagna di Nathan Bateman (Oscar Isaac), l’amministratore delegato della società. Il ragazzo è stato scelto per scoprire se Ava (Alicia Vikander), l’umanoide-esperimento creata da Nathan, abbia una vera intelligenza e coscienza di sé. Nel cast, la vincitrice del Premio Oscar Alicia Vikander (The Danish Girl), nominata grazie a questo film anche ai Golden Globe e ai BAFTA, e Oscar Isaac, l’attore guatemalco vincitore ai Golden Globe per la sua interpretazione in Show Me A Hero. La pellicola, oltre ad aver vinto il Premio Oscar, ha ricevuto una nomination ai Golden Globe e 5 nomination ai BAFTA Awards.

Ex Machina: su Premium Cinema il film sci-fi con Alicia Vikander

Al titolo concesso da Alex Garland, che con questo thriller dalle note drammatiche e fantascientifiche sigla il suo esordio alla regia, verrebbe da aggiungere la parola ‘Deus’: con l’espressione Deus ex machina, infatti, il teatro greco si risparmiava di addentarsi all’interno di questioni non propriamente logiche, mettendo macchinosamente in scena una divinità in grado di ‘sbloccare’ la storia. Il triangolo che si crea all’interno della storia tra umanità-divinità-artificialità viene corrotto dalla contaminazione inevitabile tra fili elettrici e sentimenti e l’essere che piomba sulla scena può forse essere paragonato a un dio si, ma quello del Vecchio Testamento, che freddamente fa fuori buoni e cattivi. CONTINUA A LEGGERE

Altri articoli che potrebbero interessarti dai siti del nostro Network:

Ultime notizie

Roma FF16 – Les Jeunes Amants: recensione del film

Diretto dalla regista Carine Tardieu, basato sulla sceneggiatura originale di Solveigh Anspach, Les Jeunes Amants è stato presentato nella...

Articoli correlati