Chadwick Boseman ha rifiutato un film sulla schiavitù perché “perpetuava stereotipi”

Chadwick Boseman considerava prioritario non scegliere ruoli che avrebbero perpetuato stereotipi dannosi o obsoleti.

A Chadwick Boseman era stato offerto un film sulla schiavitù, insieme a Tessa Thompson, ma l’attore non era interessato a interpretare ruoli stereotipati

L’agente di Chadwick Boseman, Michael Greene, ha rilasciato la sua prima intervista dopo la morte dell’attore di Black Panther al The Hollywood Reporter, dove ha rivelato che Boseman considerava prioritario non scegliere ruoli che avrebbero perpetuato stereotipi dannosi o obsoleti. Uno di questi progetti rifiutati dall’attore – scomparso il 28 agosto a soli 43 anni per colpa di un cancro – era un dramma sulla schiavitù che lo avrebbe visto recitare al fianco di Tessa Thompson.

Ricordo che a lui e a Tessa fu offerto un film, parlava di due schiavi, e lui ha detto, “Non voglio perpetuare la schiavitù”. Era come se dicesse, “Non continueremo a perpetuare questi stereotipi sui neri”, ed è per questo che voleva mostrare solo uomini forti e con carattere. Con i suoi ruoli voleva sempre portare la luce. Ecco perché non abbiamo mai fatto film davvero oscuri o film che mostravano solo persone che sparavano a tutti e perpetuavano l’oscurità. Ha realizzato così tanto, e per tutto il tempo combatteva l’oscurità, letteralmente. Fino agli ultimi due giorni della sua vita, ha combattuto.

Leggi anche: Chadwick Boseman – la Marvel non ha mai saputo della sua malattia

Prima di essere scritturato come uno dei più rivoluzionari supereroi dei Marvel Studios, la carriera di Boseman ha trovato grande successo con i suoi ritratti di figure di riferimento della comunità afroamericana statunitense, dalla leggenda del baseball Jackie Robinson nel film 42 – La vera storia di una leggenda americana  del 2013 all’icona del mondo della musica James Brown in Get on Up – La storia di James Brown del 2014. La grande fama a livello internazionale è arrivata tuttavia con il ruolo del supereroe Black Panther nell’omonimo film di Ryan Coogler che nel 2019 conquistò pubblico e critica aggiudicandosi 3 premi Oscar e segnando un momento di svolta sul tema della rappresentazione nei cinecomic.

Boseman è apparso di recente anche nell’ultimo film di Spike Lee sulla guerra in Vietnam Da 5 Bloods – Come fratelli e i fan potranno ancora vederlo in azione in Ma Rainey’s Black Bottom, film di George C. Wolfe con Viola Davis la cui uscita è prevista nei prossimi mesi.

Tags: Marvel

Articoli correlati