Captain Marvel: Brie Larson ignara del “contraccolpo tossico” del film

"Non mi sono mai cercata su Google. Non ho mai avuto bisogno di guardare Internet per capire chi sono" ha rivelato la protagonista di Captain Marvel

Da leggere

Paola Lavini: “Sono la Divina Maria Callas in TV e a teatro”

L’abbiamo vista nel film pluripremiato Volevo Nascondermi di Giorgio Diritti sulla vita di Antonio Ligabue nel ruolo di Pina...

Ayla – la figlia senza nome: la storia vera del film di Can Ulkay

Ayla - la figlia senza nome è un film del 2017 diretto da Can Ulkay. Ambientato durante la guerra...

L’uomo dei Ghiacci: la spiegazione del film con Liam Neeson

Arriva Liam Neeson e con un pugno salva tutti. Più o meno. Diciamo che L'uomo dei Ghiacci fa un lungo giro...

Block title

L’attrice protagonista di Captain Marvel Brie Larson non sapeva nulla riguardo le critiche sessiste sul film. Ecco cosa ha dichiarato in un ‘intervista

Con Captain Marvel, che ha incassato oltre un miliardo di dollari al botteghino mondiale, il sequel del film Marvel che vede protagonista l’attrice Brie Larson è sicuramente uno dei titoli molto attesi dai fan. Tuttavia la star ha rivelato che non solo non sa quando arriverà Capitan Marvel 2, ma non sa nemmeno cosa farà dopo.

Captain Marvel: Brie Larson spiega perché ha detto sì al ruolo

Ma c’è un’area che Brie Larson sembra già avere abbastanza bene sotto controllo e che sta affrontando la negatività delle critiche sessiste di alcuni fan su Captain Marvel. L’attrice ha rivelato in un’intervista che era in gran parte inconsapevole di questo “contraccolpo tossico”, inoltre ha raccontato quanto poco internet influisca non solo sulla sua vita quotidiana, ma anche sulla considerazione che ha di se stessa:

Brie Larson intervistatrice diventa virale su internet

Lo hanno fatto? Oh. Nemmeno lo sapevo. Non ho tempo per questo, sai? Le cose per cui mi ritaglio del tempo extra sono: sto mangiando cibo sano? Sto bevendo acqua? Sto meditando? Ho chiamato mia madre oggi? Più di recente, suppongo che forse sia per Capitano Marvel che ho ricevuto molte domande da giornalisti su quanto spesso cercassi me stessa su Google. Non mi sono mai cercata su Google. Sinceramente non ho mai avuto bisogno di guardare Internet per capire chi sono. Sono estremamente impegnata nella mia vita di tutti i giorni! Non c’è davvero niente di più piacevole per me che osservare la mia mente. E interrogare me stessa. È una cosa che faccio da quando ero bambina. E lo farò il più a lungo possibile.

ViaCB

Altri articoli che potrebbero interessarti dai siti del nostro Network:

Ultime notizie

Paola Lavini: “Sono la Divina Maria Callas in TV e a teatro”

L’abbiamo vista nel film pluripremiato Volevo Nascondermi di Giorgio Diritti sulla vita di Antonio Ligabue nel ruolo di Pina...

Articoli correlati