Bohemian Rhapsody: il regista Bryan Singer è stato accusato di abusi dal suo ex assistente

Blake Stuerman - ex assistente personale di Bryan Singer - ha accusato il regista di abusi.

L’ex assistente del regista di Bohemian Rhapsody – con cui ha avuto una relazione – lo ha accusato di comportamenti abusivi

Bryan Singer è un regista celebre per aver diretto diversi film di successo come i blockbuster X-Men, I soliti sospetti, Superman Returns e il più recente biopic su Freddie Mercury Bohemian Rhapsody. In un articolo pubblicato su Variety il trentenne Blake Stuerman – ex assistente personale di Singer per 4 anni consecutivi – ha accusato il regista di abusi. I due avevano iniziato una relazione di tipo sessuale.

Nell’articolo (che potete leggere per intero QUI) Stuerman afferma di aver iniziato una relazione sessuale con Singer all’età di 18 anni, poco dopo aver incontrato il regista nel 2009. I due sarebbero stati insieme fino a quando Singer lo ha licenziato, nel 2013, mentre girava X-Men: Days of Future Past. Oltre a descrivere la loro relazione come traumatizzante, Stuerman rivela che il regista una volta ha aggredito fisicamente un uomo. L’accaduto è avvenuto a una festa, nel 2012. “Ho sentito delle forti urla venire verso di me. Quando mi sono girato ho visto Bryan correre verso di noi, urlando molto arrabbiato. Ha attaccato violentemente uno degli ospiti vicino a me. Ho afferrato Bryan e l’ho portato a casa. I suoi occhi erano selvaggi e pieni di rabbia. Non l’avevo mai visto in quello stato”.

Bryan Singer Cinematographe

Leggi anche Bohemian Rhapsody: lo sceneggiatore denuncia la produzione

Ricordando la festa, l’uomo rivela che il regista lo ha minacciato dicendogli: “Se mi lasci ti ammazzo”. “Da allora vivo nella paura che possa mettere in atto le sue minacce”, si sfoga nel saggio Blake Stuerman. L’ex assistente del regista ha iniziato a soffrire di attacchi di panico a causa della loro relazione: “Un attacco di panico è stato così grave che sono collassato per l’iperventilazione e sono stato portato in ambulanza al pronto soccorso”, afferma. “Ero così esausto da non riuscire a dormire più di tre o quattro ore a notte che una volta mi sono addormentato seduto in posizione eretta, a metà boccone, con la forchetta in bocca”.

Nel 2013, Singer – che da allora è stato accusato di violenza sessuale e stupro da diverse vittime – ha licenziato Stuerman facendogli firmare un accordo ed escludendolo dai titoli di coda di X-Men: Days of Future Past. “Tutta la mia autostima era legata a ciò che facevo e a chi conoscevo. Ora non ho niente”. Stuerman conclude il saggio raccontando la sua esperienza con il PTSD (disturbo da stress post-traumatico) e la grave depressione giunti in seguito alla sua relazione con Singer: “Sono vittima di abusi da parte di un uomo molto potente, molto ricco e molto malato. Sono una vittima di Bryan Singer.

Articoli correlati