Bob Iger Cinematographe

In una nuova intervista col The New York Times, Bob Iger ha parlato dello stato delle risorse prima del completamento dell’accordo Disney/Fox, soffermandosi sui fallimenti e i successi delle due case di produzione

The Walt Disney Company ha fatto la storia durante quest’anno, quando ha ufficialmente acquistato le risorse della 20th Century Fox, cambiando il panorama contemporaneo dei media. In una nuova intervista rilasciata al The New York Times, l’amministratore degelato Disney, Bob Iger, ha parlato dello stato di queste risorse prima dell’effettivo completamento dell’accordo, affermando che i film della Fox non stavano avendo successo già prima dell’acquisizione.

Non è stato uno schiaffo improvviso” ha rivelato Iger. “È stata un’ammissione che i film che erano stati realizzati avevano fallito. E, anzi, in realtà li ho coperti ampiamente, dicendo che quando le compagnie vengono acquistate e vengono attuate delle decisioni, può esserci uno stop, si può arrivare ad un punto morto“.

Lo studio aveva già problemi prima ancora che fosse annunciato l’accordo” ha continuato Iger. “Non credevo, però, che rappresentasse qualcosa di cui preoccuparsi, perché si trattava di un problema di breve durata. E coi talenti che abbiamo al nostro studio, che adesso sta supervisionando con alcuni dei loro dirigenti tutti i film che hanno deciso di fare e come farli, sono convinto che possa esserci un’inversione di rotta. Non è qualcosa che accadrà con uno schiocco di dita, ma non sono nemmeno 10 anni di risorse perse. Si tratta di un anno e mezzo“.

Nei mesi successivi alla chiusura dell’accordo, si è già iniziata a intravedere quell’inversione di rotta in modi interessanti e controversi. La Disney ha già eliminato alcuni film che la Fox stava sviluppando.

Bob Iger rivela:”Se Steve Jobs fosse stato vivo avremmo unito Apple e Disney”

Inoltre, Iger rivela che Rupert Murdoch, un tempo responsabile della 20th Century Fox prima dell’acquisizione della Disney da $71.3 miliardi, era “impazzito” quando Iger e la Disney hanno acquistato la Lucasfilm di George Lucas nel 2012. La Fox, sotto Murdoch, ha distribuito sei film della saga di Star Wars di Lucas – Star Wars del 1977, Star Wars: Episodio III – La vendetta dei Sith del 2005 – e possedeva i diritti di Star Wars: Episodio IV – Una nuova speranza per l’eternità, anche dopo l’acquisizione Disney del 2012.

L’acquisto della Lucasfilm da parte della Disney, a detta di Iger, deluse Murdoch, dispiaciuto di non aver mai pensato di raggiungere un simile accordo con la Lucasfilm: “Rupert impazzì quando scoprì che avevamo comprato la Lucasfilm. Erano i distributori di tutti i film di George, ed era molto deluso del suo team. ‘Perché non ci avete pensato?'”.

Sotto la Disney, la Lucasfilm ha prodotto il franchise revival del 2015, Star Wars: Il risveglio della forza, Rogue One: A Star Wars Story, Solo: A Star Wars StoryStar Wars: Gli Ultimi Jedi. Prossimamente, uscirà nelle sale cinematografiche anche Star Wars: L’ascesa di Skywalker

Riguardo a Star Wars, Iger ha ammesso al New York Times che la Disney “potrebbe aver piazzato troppe cose sul mercato troppo rapidamente“. Il CEO Disney ha anche affermato che le capacità narrative della Casa di Topolino sono “infinite, grazie ai talenti disponibili allo studio, e il talento che abbiamo al momento è migliore di quanto lo sia mai stato, in parte grazie anche all’afflusso di persone dalla Fox“.

E TU COSA NE PENSI? LASCIA IL TUO COMMENTO

Iscriviti alla nostra newsletter

Ricevi novità, recensioni e news su Film, Serie TV e Fiction. Inoltre puoi partecipare alle nostre iniziative e vincere tanti premi

Grazie da adesso riceverei settimanalmente la nostra newsletter

Qualcosa è andato storto

LE NOSTRE INTERVISTE ESCLUSIVE