blade runner

Il regista di Blade Runner, Ridley Scott, ricorda il replicante Rutger Hauer

Il Roy Batty di Blade Runner, colui che “ne aveva viste di cose” è morto il 19 luglio nella sua abitazione, in Olanda, dopo una breve malattia. Rutger Hauer aveva solamente 75 anni, ma il suo nome rimarrà per sempre nella storia del cinema, e la sua interpretazione nel film sci fi di Ridley Scott rimarrà per sempre nell’immaginario collettivo.

Entertainment Weekly ha pubblicato il tributo che il celebre regista ha rilasciato in seguito alla morte dell’attore. “Rutger era il gigante gentile. Non so chi fosse più nervoso la prima mattina del primo giorno sul set nel 1982… Penso che il film lo chiamino Blade Runner. Ci siamo aiutati l’un l’altro durante l’intero processo, perché era molto impegnativo. Mi mancherà.”

blade runner

Hauer fece il suo debutto a Hollywood nel film I falchi della notte del 1981, al fianco di Sylvester Stallone. Chiamato da Ridley Scott a interpretare il replicante Roy Batty in Blade Runner (1982), film cult, dove pronunciò il famoso monologo Io ne ho viste cose che voi umani…, destinato a rimanere impresso nell’immaginario collettivo. Il 4 novembre 2016, al Trieste Science+Fiction Festival ha ricevuto il premio Urania d’Argento alla carriera. Ad aprile abbiamo avuto il piacere di incontrarlo al Lucca Film Festival.

E TU COSA NE PENSI? LASCIA IL TUO COMMENTO

Iscriviti alla nostra newsletter

Ricevi novità, recensioni e news su Film, Serie TV e Fiction. Inoltre puoi partecipare alle nostre iniziative e vincere tanti premi

Grazie da adesso riceverei settimanalmente la nostra newsletter

Qualcosa è andato storto

LE NOSTRE INTERVISTE ESCLUSIVE