Blade Runner: i fan celebrano il film ambientato nel novembre 2019

I protagonisti del film sono Harrison Ford e Rutger Hauer, attore scomparso di recente, e che ha pronunciato la frase cult della pellicola.

Il film tratto dal romanzo di Philip Dick era ambientato esattamente in questo anno ed in questo mese. Ecco come gli utenti dei social hanno reagito

Blade Runner di Ridley Scott è uscito nelle sale nel 1982, e raccontava di un mondo distopico vissuto in un 2019 ancora lontano. Il film era ambientato nel mese di novembre, ed i fan del cult hanno celebrato così l’ingresso nel periodo in cui la pellicola racconta la sua storia.

Questo utente ha giustamente fatto notare le differenze tra la Los Angeles attuale, e quella del 2019 alternativo di Blade Runner.

“Siamo a Novembre, dove sono i miei replicanti?”

“Ho aspettato 37 anni per tweetare questo:’Come lacrime nella pioggia’. Ce l’ho fatta!”

Questo utente ha invece trascritto la citazione famosissima che inizia con “Io ne ho viste cose che voi umani non potreste immaginare”, pronunciata da Rutger Hauer. 

“Blade Runner non è più ambientato nel futuro” ha fatto notare quest’utente, sottolineando come siamo arrivati a Novembre 2019, periodo sottolineato dalla didascalia che apre il film.

https://twitter.com/kebayf/status/1190242283574243330

“Viviamo ufficialmente nel periodo di Blade Runner”.

https://twitter.com/Br4dAstra/status/1189986199571750912

Il tweet più curioso lo ha pubblicato questo utente, che ha fatto notare come il Giappone sia, in effetti, il luogo più simile alle ambientazioni del Blade Runner di Ridley Scott.

Articoli correlati