Oscar Cinematographe
Scopri il nostro Shop Online

La ricerca del conduttore della cerimonia degli Oscar 2019 è davvero tormentata, tanto che potremmo non avere un presentatore ufficiale

Possiamo proprio affermare che la settimana di The Academy of Motion Pictures Arts & Sciences è stata proprio terribile, e la situazione non sembra migliorare nel futuro immediato. Dopo che Kevin Hart ha deciso di dimettersi dalla conduzione degli Oscar 2019, in seguito alle discussioni suscitate da alcuni suoi tweet omofobi risalenti a 10 anni fa, l’Academy deve adesso tentare di sostituire il posto vacante lasciato dall’attore comico.

Secondo un nuovo report di Variety, l’Academy non sta avendo molta fortuna nel trovare qualcuno che gli vada a genio per condurre la cerimonia del 2019. Il Consiglio dei Direttori (Board of Governors) dell’Academy deve incontrarsi domani sera, in un meeting precedentemente concordato, in cui, sicuramente, l’argomento “conduttore” sarà uno dei principali topic di discussione.

Oscar: Kevin Hart non condurrà più la cerimonia per commenti omofobi

Variety afferma che l’Academy sta cercando di allontanarsi da qualcuno che, al momento, è considerato una moda o è comunque sulla bocca di tutti. Anche se il gruppo alla fine potrebbe trovare un conduttore ideale per la cerimonia, le dichiarazioni dei report indicano che circolano delle voci secondo cui potremmo non avere affatto un presentatore – piuttosto che optare per “enormi celebrità… e gente da gettare sotto i riflettori tanto per“.

È la prima volta che l’Academy si trova in una situazione del genere. Jimmy Kimmel – il conduttore dello scorso anno – era stato annunciato nel maggio 2017, almeno otto mesi prima della messa in onda della cerimonia. L’ultima volta che gli Oscar si sono trovati senza un conduttore è stata nel 1988, durante la 61° edizione, l’anno in cui Rain Man – L’uomo della pioggia, con protagonista Dustin Hoffman, ha vinto come Miglior Film.