Nevia: trailer del film d’esordio di Nunzia De Stefano

Matteo Garrone ha pubblicato sul suo account Facebook il trailer di Nevia, il film d'esordio alla regia di Nunzia di Stefano, in onda il 14 giugno su Sky.

Da leggere

L’avete riconosciuta? Da piccola adorava i giochi macabri, da grande si è drogata con l’LSD e ha perso la testa per una serial killer

Questi grandi occhioni verdi, il sorrisetto furbo e questa frangetta simpatica fanno pensare subito ad un unico personaggio: Christina...

WandaVision: nell’episodio 8 c’è un tributo a Stan Lee, lo avete notato?

C'è un sottile tributo a Stan Lee nell'episodio 8 di WandaVision, dal 26 febbraio su Disney+:  ecco di che...

Avete visto i tre figli di Bud Spencer? Sono un maschio e due femmine e tutti conservano un ricordo dolcissimo del padre

Bud Spencer, pseudonimo di Carlo Pedersoli, attore, nuotatore, sceneggiatore e produttore televisivo, scomparso nel 2007, è stato uno degli...

Ecco il trailer di Nevia, il film di Nunzia De Stefano presentato in concorso nella sezione Orizzonti di Venezia 76 e disponibile su Sky dal 14 giugno

Al centro delle vicende di Nevia (interpretata dall’esordiente Virginia Apicella, vincitrice del Premio Nuovoimaie Talent a Venezia) la diciassettenne da cui prende titolo il film: caparbia, minuta e acerba, è cresciuta con la nonna Nanà, la zia Lucia e la sorella più piccola, Enza, nel campo container di Ponticelli. Cerca di farsi rispettare in un mondo in cui nascere donna non porta a nulla: consapevole di questo, nasconde la propria femminilità dietro vestiti sportivi e un atteggiamento ribelle, ma l’arrivo di un circo irrompe nella sua quotidianità offrendole un’inaspettata possibilità.

Leggi qui la recensione del film Nevia 

Matteo Garrone ha pubblicato sul suo account Facebook ufficiale il trailer del film, che sarà disponibile su Sky a partire dal 14 giugno. Potete vederlo in fondo alla pagina. Nunzia De Stefano ha presentato così il suo Nevia, in concorso nella sezione Orizzonti di Venezia 76:

Se l’adolescenza è il periodo decisivo per la costruzione dell’identità e della personalità di un individuo, è anche il più controverso, e i ricordi della mia giovinezza appartengono proprio ai dieci anni vissuti in un container nella periferia di Napoli, quando il terremoto degli anni 80 costrinse la mia famiglia a sfollare in un campo improvvisato, in attesa di una sistemazione adeguata. I giorni diventarono mesi e i mesi anni, ma la casa popolare non è mai arrivata e abbiamo imparato così ad adattarci a quella situazione drammatica, cercando di ristabilire una quotidianità perduta e abituandoci a vivere dignitosamente anche con quel poco che avevamo. Nel frattempo, generazioni sono andate e venute, ma i campi container ancora esistono: si sono tramutati in un piccolo mercato immobiliare di serie Z che offre spesso un tetto ai rifugiati di altre sfortunate realtà.
Allo stesso tempo, però, credo sarebbe un limite ricercare solo nella mia autobiografia il valore di questa storia. Quello di Nevia è un racconto di formazione, la descrizione delle peripezie e dei tanti ostacoli che si frappongono tra una giovane adolescente di diciassette anni e la conquista di una libera e matura consapevolezza di sé. Il contesto rappresenta soltanto lo sfondo di una vicenda che spero riesca ad acquisire un significato universale. Nevia è una ragazza che, come tante sue coetanee, combatte contro un destino che sembra già scritto, dalla famiglia o dalla società: è una Cenerentola moderna ma senza principe azzurro, che cerca con caparbietà e risolutezza il proprio posto nel mondo.

Il film non è stato presentato solo allo scorso Festival di Venezia ma anche (in concorso) ai Festival di Tokyo e Goteborg. Nevia di Nunzia De Stefano è prodotto da Archimede con Rai Cinema e andrà in onda su Sky Cinema a partire da domenica 14 giugno (prima visione alle 21.15 su Sky Cinema Due), disponibile anche on demand su Sky e in streaming su NOW TV.

SourceFacebook

Ultime notizie

L’avete riconosciuta? Da piccola adorava i giochi macabri, da grande si è drogata con l’LSD e ha perso la testa per una serial killer

Questi grandi occhioni verdi, il sorrisetto furbo e questa frangetta simpatica fanno pensare subito ad un unico personaggio: Christina...

Articoli correlati