Love Life: trailer e data d’uscita del film di Kōji Fukada, in concorso a Venezia

Torna nei cinema italiani uno dei maggiori registi del cinema giapponese contemporaneo, Kōji Fukada, con il suo nuovo dramma femminile Love Life.

Torna nelle sale italiane il cinema d’autore giapponese, con un’intricata storia famigliare che verrà presentata in anteprima alla Mostra del Cinema di Venezia. Rilasciando il trailer ufficiale, Teodora Film presenta Love Life, il nuovo film di Kōji Fukada che uscirà nelle sale italiane il 9 settembre 2022. La pellicola – scritta e montata dallo stesso Fukada – è anche in concorso alla Mostra del Cinema, in programma a Venezia dal 31 agosto al 10 settembre.

Love Life: il ritorno nei cinema italiani del regista Kōji Fukada

love life 2022 cinematographe.it

Considerato uno dei maggiori registi del cinema giapponese contemporaneo – e già premiato a Cannes per il suo lungometraggio del 2016 Harmonium – Fukada firma un nuovo, eccezionale ritratto femminile, una riflessione sull’imprevedibilità della vita che appassiona e commuove. Protagonista di Love Life è Taeko (interpretata da Fumino Kimura), la cui vita scorre tranquilla accanto al marito e al figlioletto Keita, finché un evento drammatico segna il ritorno del padre biologico del bambino, di cui la donna non aveva notizie da anni. Nel cast troviamo anche Kento Nagayama e Atom Sunada, tra gli altri.

Nato a Tokyo nel 1980, Kōji Fukada ha studiato alla Film School of Tokyo, dove è stato allievo di Kiyoshi Kurosawa, un regista che non ha certo bisogno di presentazioni (celebre specialmente per i suoi film horror come Cure, Kairo e Castigo). L’esordio nel mondo dei lungometraggi avviene nel 2004 con The Chair, ma la popolarità internazionale arriva nel 2010 grazie a Hospitalité (titolo originale Kantai), che vince il Tokyo International Film Festival. Dopo Au revoir l’été (Hotori no sakuko, 2013), e Sayonara (2015), Fukada nel 2016 firma Fuchi ni tatsu (conosciuto internazionalmente come Harmonium), che vince il Premio della Giuria nella sezione Un Certain Regard del Festival di Cannes e che lo consacra come uno degli autori di spicco del nuovo cinema giapponese. Tra i suoi ultimi film ricordiamo A Girl Is Missing (Yokogao, 2019) e la versione per il cinema della serie tv da lui ideata The Real Thing, in selezione ufficiale a Cannes 2020. Fondatore della Japanese Independent Film Guild, durante la pandemia ha promosso insieme all’amico e collega Ryūsuke Hamaguchi – regista di uno dei film del 2021, Drive My Car, premiato agli Oscar per il Miglior film internazionale – una campagna di raccolta fondi per sostenere le sale, coronata da un enorme successo.

Articoli correlati