Benedetta trailer: Paul Verhoeven torna sulle scene con una storia lesbo

Paul Verhoeven dirige Benedetta, una storia erotica incentrata su una suora. Il film verrà presentato a Cannes.

Da leggere

Chi è questa bambina? È figlia di due icone del cinema, ha sposato Martin Scorsese e New York è la sua seconda casa

Figlia d'arte, Isabella Rossellini nasce a Roma dall'attrice Ingrid Bergman e il regista Roberto Rossellini. Fin da piccola ha...

Chi è questa bambina? È una figlia d’arte e un fastidioso imprevisto l’ha gettata fra le braccia di Chris Evans

Attrice britannica classe 1982, figlia d'arte di due genitori attori, nasce a Londra dove, dopo aver frequentato la Bedales...

Snake Eyes: è stato svelato quando arriverà il nuovo trailer del film

Snake Eyes: alcune novità sono in arrivo! Snake Eyes (Snake Eyes: G.I. Joe Origins) è il nuovo lungometraggio appartenente all'universo...

Paul Verhoeven dirige Benedetta, un film drammatico che racconta la storia di una suora lesbica

Pronti o no, ecco che arriva il ritorno di Paul Verhoeven. Il regista, celebre per film come RoboCop e Basic Instinct, torna sulle scene con film drammatico che racconta l’erotica storia d’amore di una suora lesbica. La pellicola, intitolata Benedetta, avrà la sua prima mondiale al Festival di Cannes 2021, dove verrà presentato in concorso.

La sinossi ufficiale del film ci dice che: “Alla fine del XV secolo, con la peste che devastò la terra, Benedetta Carlini si unì al convento di Pescia, in Toscana, come novizia. Capace sin dalla tenera età di compiere miracoli, l’impatto di Benedetta sulla vita nella comunità è immediato e epocale. Benedetta accoglie una giovane donna nel suo convento, e le due iniziano così un’appassionata relazione”.

Benedetta vede nel cast Virginie Efira, Charlotte Rampling, Daphné Patakia e Lambert Wilson. Il film è basato su un libro di Judith C. Brown, a sua volta basato su una storia vera. Verhoeven aveva inizialmente contattato il suo frequente collaboratore Gerard Soeteman per adattare il libro. Soeteman ha scritto le sceneggiature di otto film di Verhoeven, tra cui Fiore di carne e Black Book, ma Soeteman ha preso le distanze dal progetto a causa della forte presenza della sessualità. Se Benedetta è troppo persino per uno dei collaboratori più longevi di Verhoeven, allora deve essere davvero scioccante!

Il film è il primo lavoro di Verhoeven dall’uscita di Elle, nel 2016. Anche quel film è stato presentato in anteprima mondiale al Festival di Cannes. Elle vede Isabelle Huppert nei panni di una donna che viene violentata in casa sua da un aggressore mascherato che decide di non denunciare, optando invece per una forma di vendetta più controversa. La performance della Huppert le è valsa una nomination agli Oscar come miglior attrice protagonista, mentre ha vinto ai Golden Globes, al National Society of Film Critics Award, ai New York Film Critics Circle Awards, ai Los Angeles Film Critics Association Awards, ai Gotham Independent Film Awards e gli Independent Spirit Awards.

L’uscita nelle sale francesi di Benedetta è prevista per il 9 luglio. Il film non ha ancora una data d’uscita italiana.

Leggi anche – Cannes 2016 – Elle: recensione del film di Paul Verhoeven 

Ultime notizie

Chi è questa bambina? È figlia di due icone del cinema, ha sposato Martin Scorsese e New York è la sua seconda casa

Figlia d'arte, Isabella Rossellini nasce a Roma dall'attrice Ingrid Bergman e il regista Roberto Rossellini. Fin da piccola ha...

Articoli correlati