The Last of Us: l’episodio 2 cela un easter egg di Uncharted (che potrebbe esservi sfuggito)

L'ultimo episodio disponibile di The Last of Us cela un omaggio ad Uncharted 4: Fine di un ladro di Naughty Dog.

Attenzione: questo articolo contiene spoiler sul secondo episodio di The Last of Us!

È andato in onda il secondo episodio di The Last of Us, il riuscito adattamento della serie videoludica di Naughty Dog creata da Neil Druckman (produttore esecutivo della serie HBO), anche creatore di un’altra amatissima serie tutta da giocare: Uncharted. I profili ufficiali social di The Last of Us hanno rivelato/confermato che, nell’ultimo episodio, si cela un easter egg della saga con protagonista il cacciatore di tesori Nathan Drake (l’anno scorso portato sullo schermo da Tom Holland).

È un piccolo omaggio che, agli occhi meno attenti, può passare decisamente inosservato. Stiamo parlando dell’accendino di Tess Servopolous, quello mostrato durante il suo scontro finale contro i Clicker. L’accendino in questione è uno Zippo argentato con raffigurati sul davanti il numero 76 e una stella, un riferimento all’anno in cui gli Stati Uniti hanno scritto e firmato la Dichiarazione di Indipendenza. L’accendino è lo stesso che usa Sam Drake in Uncharted 4: Fine di un ladro. Fan fuct: il doppiatore di Joel nei videogiochi di The Last of Us è lo stesso di Sam, ovvero Troy Baker.

Tess ha usato l’accendino – non senza qualche difficoltà – durante il culmine dell’episodio 2. Dopo essere finalmente arrivati ​​al Capital Building, Tess, Joel ed Ellie trovano delle Luci morte e un manipolo di infetti a sbarrargli la strada. A un certo punto Tess rivela di aver ricevuto un morso fatale da un Clicker mentre scappava attraverso il museo. Così la donna decide di sacrificare il tempo che le rimane per permettere agli due compagni di mettersi in salvo. Mentre Joel ed Ellie fuggono, Tess ricopre il posto con del carburante e alcuni esplosivi e si prepara a farlo saltare in aria usando proprio l’accendino. prima di far saltare tutto in aria, però, non si fa mancare un bel bacio inquietante con un Clicker.

Leggi anche The Last of Us è la miglior serie mai realizzata (almeno per i fan)

Articoli correlati