Stranger Things e la “lite” tra Millie Bobby Brown e i creatori: “Non siamo Il Trono di Spade”

L'interprete di Undici ha accusato Stranger Things di avere troppi personaggi e i creatori della serie Netflix di essere "troppo sensibili" nei loro confronti

In una recente intervista con The Wrap Millie Bobby Brown ha scherzosamente invitato i creatori di Stranger Things – i fratelli Duffer – a eliminare qualche personaggio, secondo lei divenuti fin troppi nell’ultima stagione disponibile dell’amata serie Netflix. Nell’intervista l’interprete di Undici e il collega Noah Schnapp (interprete di Will) hanno parlato dei loro desideri per la già attesissima prossima stagione, quinta e ultima. L’attrice ha voluto mandare un inequivocabile messaggio a Matt e Ross Duffer, chiedendogli di drammatizzare un po’ di più la serie e di uccidere più persone, anche personaggi principali. I creatori di Stranger Things hanno preso la loro richiesta molto seriamente, rispondendo per le rime.

Poche morti? Stranger Things non è Il Trono di Spade!

Stranger Things - stagione 4 - cinematographe.it

Millie Bobby Brown pensa che il cast di Stranger Things sia troppo numeroso. “Devono uccidere qualcuno. Non siamo nemmeno riusciti a scattare una foto di gruppo, eravamo tipo in 50”. L’amico e collega Noah Schnapp (con cui ha uno speciale legame) le ha dato man forte e auspica per un “massacro di massa” nella prossima stagione dello show. “Il problema è che Matt e Ross sono sensibili e non vogliono uccidere nessuno. Invece dovrebbero avere la mentalità de Il Trono di Spade”, aggiunge Millie Bobby Brown.

Il co-creatore dello show Matt Duffer, durante un’intervista con il podcast Happy Sad Confused, ha risposto alle “accuse” dell’interprete di Undici, spiegando che per la stagione 4 hanno cercato di mantenere il numero delle morti molto basso, nonostante le numerose nuove aggiunte al cast. “Credeteci, abbiamo esplorato tutte le opzioni possibili nella stanza di scrittura. In via ipotetica, se avessimo ucciso un personaggio importante come Mike sarebbe stato troppo deprimente. Non siamo Game of Thrones. Questa è Hawkins, non è Westeros. Ogni morte deve avere una logica, non è questione di sensibilità”.

Leggi anche Stranger Things 4: i Metallica reagiscono alla scena con Master of Puppets

Articoli correlati