Stranger Things: una descrizione iniziale conferma la sessualità di Will?

Una descrizione iniziale del personaggio di Will in Stranger Things, confermerebbe i suoi problemi legati all'identità sessuale.

Da leggere

Addio a James Michael Tyler, celebre il ruolo di Gunther in Friends

James Michael Tyler era malato da tempo Ci è giunta purtroppo una triste notizia: come riportato da The Hollywood Reporter,...

Guida astrologica per cuori infranti: recensione della serie TV Netflix

Prendete un pizzico di Bridget Jones, aggiungete una spolverata di Jessica Day, aggiungete i segni zodiacali e tutta la...

Avete visto il fratello di Alec Baldwin? La somiglianza è notevole e ha chiesto di pregare per la disgrazia che ha colpito Alec

Alec Baldwin, attore, comico, doppiatore e attivista statunitense, vincitore di numerosi premi, è stato di recente coinvolto in un...

Block title

Secondo ScreenRant, le note originali condivise dai Fratelli Duffer, durante la presentazione di Stranger Things a vari network, indicherebbero la sessualità di Will

Stranger Things ha presentato il primo personaggio LGBTQ+ nella sua terza stagione, quando la Robin di Maya Hawke ha fatto coming-out col suo collega Steve Harrington (Joe Keery), ma Robin potrebbe non essere l’unico personaggio gay nella serie. Un’altra battuta di un dialogo presente nella stagione indicava che anche Will Byers (Noah Schnapp) potrebbe essere gay, e si tratta di qualcosa che potrebbe essere stata confermata dalla descrizione originale del personaggio.

Secondo quanto riportato da ScreenRant, le note originali che i Fratelli Duffer hanno condiviso quando hanno proposto la serie ai network potrebbero aver rivelato la sessualità di Will: “Will Byers, anni dodici, è un ragazzino dolce e sensibile con problemi legati all’identità sessuale. Solo recentemente ha scoperto che non rientra nella definizione di ‘normale” degli anni ’80. Le sue scelte innocente, così come i suoi vestiti colorati, sono una fonte costante di bullismo. Come Mike, Will fugge dalla realtà attraverso giochi di fantasia, dove può essere se stesso, senza freni. Ha un rapporto stretto con sua madre Joyce. Suo fratello, Jonathan, lo aiuta a crescere, al posto del loro padre, che li ha abbandonati quattro anni prima“.

Stranger Things: ecco la lista di tutti i film citati nella serie

Anche se la serie, alla fine, ha debuttato su Netflix con qualche cambiamento rispetto alla sua presentazione originale – inizialmente era intitolato Montauk e non era ambientato in Indiana, ma in una cittadina di Long Island -, la descrizione di Will rimane piuttosto fedele al modo in cui il personaggio appare nella serie. Tutto ciò va anche unito a una battuta di un dialogo presente nella stagione 3, in cui Mike (Finn Wolfhard) zittisce Will dopo che quest’ultimo rimprovera lui e Lucas di parlare costantemente delle loro relazioni. La battuta in questione, pronunciata da Mike, è: “Non è colpa mia se non ti piacciono le ragazze“.

Altri articoli che potrebbero interessarti dai siti del nostro Network:

Ultime notizie

Addio a James Michael Tyler, celebre il ruolo di Gunther in Friends

James Michael Tyler era malato da tempo Ci è giunta purtroppo una triste notizia: come riportato da The Hollywood Reporter,...

Articoli correlati