servant cinematographe.it

Il maestro dell’horror ha pubblicamente elogiato la serie televisiva prodotta da M. Night Shyamalan. Ecco le parole di Stephen King

Sappiamo che il rapporto di Stephen King con le trasposizioni sullo schermo è piuttosto conflittuale. Il maestro dell’horror ha spesso approvato trasposizioni di suoi romanzi che sono risultate qualitativamente non eccelse. Ma quando arrivano i complimenti di Stephen King per un nuovo prodotto horror c’è comunque da prestare attenzione. E così è stato per la nuova serie di M. Night Shyamalan intitolata Servant. 

Servant: confermata la seconda stagione prima del debutto

King ha scritto su Twitter:

Servant su Apple+ è una serie veramente inquietante e molto coinvolgente. Dopo due episodi mi ha già conquistato.

La serie tv segue una coppia di Filadelfia, a lutto dopo che una terribile tragedia incrina il loro matrimonio e apre la porta della loro casa a una forza misteriosa.  Dorothy (Lauren Ambrose di Six Feet Under) introdurrà nella loro abitazione una bambola dalle fattezze umane, come parte del processo terapeutico: la donna è così felice della nuova “figlia” da assumere un’ambigua tata che possa accudirla.

Leggi anche “Servant: il full trailer della serie horror di M. Night Shyamalan”

I primi tre episodi dello show sono stati resi disponibili su Apple TV + in oltre 100 paesi e regioni dal 28 novembre, con nuovi episodi che verranno pubblicati settimanalmente, ogni venerdì. Shyamalan e Tony Basgallop sono i creatori e produttori esecutivi con Ashwin Rajan, Jason Blumenthal, Todd Black e Steve Tisch. Taylor Latham e Patrick Markey sono i coproduttori esecutivi. Nel cast di Servant figurano Toby Kebbell, Lauren Ambrose, Nell Tiger Free e l’ex star di Harry Potter, Rupert Grint.

E TU COSA NE PENSI? LASCIA IL TUO COMMENTO

Iscriviti alla nostra newsletter

Ricevi novità, recensioni e news su Film, Serie TV e Fiction. Inoltre puoi partecipare alle nostre iniziative e vincere tanti premi

Grazie da adesso riceverei settimanalmente la nostra newsletter

Qualcosa è andato storto

[js-disqus]

LE NOSTRE INTERVISTE ESCLUSIVE