L’Amica Geniale: tutto quello dobbiamo sapere sulla serie tv di Saverio Costanzo

Ecco tutto quello che c'è da sapere su L'Amica Geniale, al serie tv tratta dal libro di Elena Ferrante presto in onda su Rai 1.

- Ultimo aggiornamento: 23 Novembre 2018 13:19 - Tempo di lettura: 4 minuti

Dopo essere stata presentata alla Mostra del Cinema di Venezia e aver debuttato anche al cinema per pochi giorni, arriva sul piccolo schermo L’amica geniale, la serie tv diretta interamente da Saverio Costanzo – noto per film come La solitudine dei numeri primi (2010) e Hungry hearts (2014) e per la serie tv In Treatment (2013-2017) – e tratta dall’omonimo best seller di Elena Ferrante (che si è occupata anche della sceneggiatura insieme a Francesco Piccolo, Laura Paolucci e allo stesso Saverio Costanzo), primo libro di una quadrilogia edita da Edizioni E/O. Paolo Sorrentino e Jennifer Schuur sono produttori esecutivi, mentre Fremantle è il distributore internazionale in collaborazione con Rai Com.

Leggi la recensione de L’amica geniale (My Brilliant Friend)

1. L’amica geniale: quando esce la serie tv e dove vederla, anche in streaming

Da martedì 27 novembre 2018 in prima serata su Rai 1 e sul servizio streaming di Rai Play inizia l’avventura de L’Amica Geniale di Saverio Costanzo, l’attesissima serie evento HBO-Rai Fiction e Tim Vision, prodotta da Lorenzo Mieli e Mario Gianani per Wildside e da Domenico Procacci per Fandango, in collaborazione con Rai Fiction, TIMVISION e HBO Entertainment, in co-produzione con Umedia. La serie è composta da 8 puntate, tutte dirette da Costanzo, e andrà in onda per 4 prime serate ogni martedì.

2. L’Amica Geniale: il trailer e la trama della serie tv

L’Amica Geniale racconta la storia di Elena e Lila, due donne legate da una profonda amicizia nata durante l’infanzia. Un rapporto molto complesso, in cui convivono forti elementi di intesa, comprensione e complicità, ma anche momenti di intensa rivalità e gelosia. La vicenda che le lega diventa il punto di vista da cui osservare la storia di un intero Paese, attraversando vari decenni e fotografando ideali e aspirazioni di diverse generazioni di persone.

Il racconto inizia ai giorni nostri con la misteriosa scomparsa di Lila. Evento che spinge l’amica Elena a ripercorrere la storia che le ha unite fin dall’infanzia in un rione popolare della Napoli degli anni ‘50.

Un storia che parla di formazione, di crescita e di riscatto, ottenuto attraverso l’instancabile lotta delle due protagoniste contro la società, la famiglia, gli uomini e loro stesse. L’Amica Geniale ci parla di vissuti condivisi, di esperienze che in molti hanno fatto e di periodi attraversati, alcuni più bui, altri pieni di speranza.

3. L’Amica Geniale: il cast e i personaggi della serie tv

La serie ha coinvolto oltre 150 attori e 5000 comparse e, anche se tra nel cast non spiccano nomi altisonanti, un casting di 8 mesi (sono stati provinate circa 8500 persone) promette, come minimo, delle belle sorprese. Questo tipo di scelta è stata presa con grande cognizione di causa. Elena Ferrante, per esempio, ha chiesto esplicitamente l’impiego di attori bambini dilettanti:

I bambini attori ritraggono i bambini come gli adulti immaginano che dovrebbero essere. Invece i bambini che non sono attori hanno qualche possibilità di uscire dallo stereotipo, specialmente se il regista è capace di trovare il giusto equilibrio tra realtà e finzione.

4. L’amica geniale: attori grandi e piccoli

Per interpretare le due protagoniste bambine sono state scelte Elisa Del Genio e Ludovica Nasti. Mentre Elena e Lila adolescenti saranno, rispettivamente, Margherita Mazzucco e Gaia Girace.

Tra gli altri membri del cast abbiamo Anna Rita Vitolo che interpreta Immacolata Greco, Luca Gallone è Vittorio Greco, Antonio Buonanno è Fernando Cerullo, Valentina Acca Nunzia Cerullo, Rino Cerullo è interpretato da Tommaso Rusciano (Rino bambino) e da Gennaro De Stefano (Rino adolescente). Vestono i panni di Stefano Carracci Kristijan Di Giacomo (Stefano bambino) e Giovanni Amura (Stefano adolescente), di Pinuccia Carracci Giuliana Tramontano (Pinuccia bambina) e Federica Sollazzo (Pinuccia adolescente), il bambino Alfonso Carracci è interpretato da Valerio Laviano Saggese mentre nella versione da adolescente gli dà il volto Fabrizio Cottone.

Pasquale Peluso è interpretato da Francesco Catena (Pasquale bambino) e da Eduardo Scarpetta (Pasquale adolescente), Carmela Peluso da Francesca Bellamoli (Carmela bambina) e Francesca Pezzella (Carmela adolescente), Ada Cappuccio da Lucia Manfuso (Ada bambina) e Ulrike Migliaresi (Ada adolescente), Antonio Cappuccio da Domenico Cuomo (Antonio bambino) e Christian Giroso (Antonio adolescente), Nino Sarratore da Alessandro Nardi (Nino bambino) e Francesco Serpico (Nino adolescente), Marisa Sarratore da Cristina Magnotti (Marisa bambina) e Miriam D’Angelo (Marisa adolescente), Enzo Scanno Vincenzo Vaccaro (Enzo bambino) e Giovanni Buselli (Enzo adolescente), Marcello Solara è interpretato da Pietro Vuolo (Marcello bambino) ed Elvis Esposito (Marcello adolescente), Michele Solara da Adriano Tammaro (Michele bambino)
e Alessio Gallo (Michele adolescente), Gigliola Spagnuolo da Alice D’Antonio (Gigliola bambina) e Rosaria Langellotto (Gigliola adolescente), la maestra Oliviero da Dora Romano, il maestro Ferraro da Vittorio Viviani e Melina Cappuccio da Pina di Gennaro. Abbiamo poi Donato Sarratore interpretato da Emanuele Valenti, Lidia Sarratore da Fabrizia Sacchi. Antonio Pennarella veste i panni di Don Achille Carracci, Sarah Falanga di Maria Carracci, Imma Villa è Emanuela Solara, Antonio Milo Silvio Solara, Gennaro Canonico è Alfredo Peluso e Lia Zinno Giuseppina Peluso.

Lo scopo degli autori è quello di ricreare una Campania degli anni ’50 popolare credibile, elemento ritenuto fondamentale nella trasposizione dal romanzo. A sottolineare l’intento c’è l’imponente il lavoro di ricostruzione del Rione, set principale della serie: la troupe tecnica, composta da 150 persone, ha creato 20 mila metri quadrati di set costruiti in oltre 100 giorni di lavorazione. Sono state costruite inoltre 14 palazzine, 5 set di interni, una chiesa e un tunnel. I costumi sono circa 1500, tra realizzazioni originali e di repertorio.

5. L’Amica Geniale: curiosità sulla serie tv

Una produzione così imponente punta probabilmente molto forte sul successo di pubblico alla messa in onda della serie, anche perché sono già previsti piani futuri per la creatura di Saverio Costanzo. Pensate che attualmente sono in pre-produzione altri ventiquattro episodi tratti dai restanti tre libri della quadrilogia di Elena Ferrante.

Le premesse sono comunque delle migliori perché i primi due episodi della serie sono stati proiettati in anteprima alla 75esima Mostra internazionale d’arte cinematografica di Venezia e anche nei cinema italiani i primi tre giorni di ottobre 2018, riscuotendo in entrambi i casi un ampio apprezzamento.