Charlie Brooker: “Black Mirror ha predetto l’iPhone X della Apple”

Secondo il creatore di Black Mirror Charlie Brooker, la sua serie ha predetto le nuove impostazioni dell'iPhone X diffuse oggi dalla Apple

La Apple si sta trasformando un romanzo distopico? Per scoprirlo basta guardare Black Mirror. Tutto è cominciato con un tweet sulla rivelazione delle nuove emoji che verranno diffuse insieme all’iPhone X. Tra le nuove impostazioni è possibile scannerizzare il proprio viso e trasformare se stessi in avatar per i messaggi. La Apple ha utilizzato i più popolari come esempio, incluso l’alieno e l’emoji della cacca, ma l’account Twitter di Black Mirror è andato oltre, come potete vedere nel video qui sotto (un indizio, concentratevi sulla seconda emoji da destra in seconda fila):

Si tratta di un personaggio di nome Waldo, protagonista dell’episodio della seconda stagione The Waldo Moment, che raccontava la storia di un uomo che presta la voce ad un orso dei cartoni animati e che si ritrova a candidarsi – nei panni dell’orso – alle elezioni. Quello che era, però, un personaggio ironico e satirico, inizia presto a vorticare fuori controllo verso i deliri della politica. Persino Charlie Brooker, creatore dello show, ha voluto dire la sua, ma non è il solo:


Il fatto che la Apple si stia trasformando in un episodio di Black Mirror è fuori discussione, considerando che non sarebbe la prima volta che la serie predice con estrema accuratezza il futuro della tecnologia e della società. Il primo episodio della serie, The National Anthem, è stato diffuso prima che delle accuse all’ex Primo Ministro britannico David Cameron di aver avuto un rapporto sessuale con un maiale morto (nell’episodio il Primo Ministro è costretto a fare sesso con un maiale per salvare l’erede al trono d’Inghilterra).


Giusto per fare chiarezza: no, non avevo mai sentito della storia di Cameron e del maiale prima di aver scritto la storia. Quindi è davvero strano.

Tags: Netflix

Articoli correlati