American Horror Story: Apocalypse Cinematographe

Jessica Lange rivela il modo in cui Ryan Murphy l’ha convinta a tornare in American Horror Story: Apocalypse

Per i fan della serie horror antologica di FX, il ritorno di Jessica Lange nei panni di Constance Langdon in American Horror Story: Apocalypse è stata una sorpresa. La stagione ha visto il tanto e a lungo atteso crossover tra la prima stagione, Murder House, e la terza stagione, Coven. Tuttavia, non si trattava di una stagione in cui la Lange aveva pianificato di recitare – almeno no finché il creatore della serie, Ryan Murphy, non le ha fatto una proposta che non poteva rifiutare.

American Horror Story: Apocalypse – 19 attori proposti agli Emmy 2019

In un’intervista con The Wrap, la Lange ha rivelato che Murphy le ha offerto una scena di morte relativa a Costance, che si è rivelata essere quello che l’attrice voleva fare col suo personaggio: “È stata come tutte le conversazioni che ho avuto con Ryan. È estremamente… posso dire la parola attraente? sa esattamente cosa dire e a chi. Penso che mi conosca così bene ormai, ed è proprio conoscendomi così bene che riesce a toccare i punti giusti e dire subito delle frasi che riescono a colpirti“.

La Lange ha continuato dicendo: “Quindi, per esempio, parlerà del rapporto coi bambini e di un monologo di 10 pagine, di ubriachezza e di morte. Centra tutte le scene che sa che per me sono interessanti e che mi farebbero tornare a interpretare il personaggio. E, solitamente, mi incastra quando sono seduta qui, nel mezzo del nulla, a fare niente, e così penso, ‘Oh, sì, forse dovrei lavorare. Forse non dovrei smettere ancora’. Ecco come succede. Sa cosa mi piace fare e cosa mi affascina come attrice“.

Iscriviti alla nostra newsletter

Ricevi novità, recensioni e news su Film, Serie TV e Fiction. Inoltre puoi partecipare alle nostre iniziative e vincere tanti premi

Grazie da adesso riceverei settimanalmente la nostra newsletter

Qualcosa è andato storto