christian de sica

Dopo quattro anni di assenza dal panorama cinematografico italiano, Neri Parenti torna a dirigere un cinepanettone, Vacanze ai Caraibi, insieme ai fidati protagonisti Christian De Sica e Massimo Ghini. Oltre al formidabile duo nel cast sono presenti Angela Finocchiaro, Luca Argentero, Ilaria Spada e Dario Bandiera. Durante la presentazione del film, che sarà nelle sale dal 16 dicembre, l’allegra compagnia filmica ci ha rivelato qualche dettaglio e, se volete anticipare le risate, date una sbirciatina alle nostre interviste video!

Vacanze ai Caraibi: guarda l’intervista video a Neri Parenti, Christian De Sica, Massimo Ghini, Luca Argentero, Ilaria Spada, Dario Bandiera e sfoglia le Foto (Ph. Barbara Como)

 

Neri, sono passati quattro anni dall’ultima esperienza di Natale, ci racconti quindi la genesi di Vacanze ai Caraibi?

Come Steven Spielberg e George Lucas si incontrano e discutono ad Hollywood, io e Fausto Brizzi ci ritroviamo in quartiere prati di Roma a prendere un cappuccino. Abbiamo parlato e deciso di rimettere insieme la vecchia squadra per ritornare ai film di un tempo e ci servivano perciò i nostri amici. Christian e Massimo sono importanti per la farsa dei miei film e la Finocchiaro è la persona giusta da affiancargli poiché molto brava e comica. Vicino alla loro storia poi abbiamo voluto mettere dei giovani ed ecco quindi Luca e Ilaria. Bandiera poi era perfetto per il soggetto che avevamo in mente e che abbiamo poi scritto.

Christian, cosa è significato per te tornare ad un film di Natale?

Erano anni che non facevamo film di Natale e quando mi hanno chiamato senza neanche pensarci la mia risposta è stata “Sì!”. Ritorniamo alla farsa, le commedie più eleganti non ci vengono bene. Credo tra l’altro che siamo finiti in un periodo in cui gli attori hanno quasi paura di far ridere e quindi si trattengono molto. Quando poi ho saputo che c’era Massimo ero felicissimo, penso che sullo schermo tra di noi si crei una bella alchimia ed una certa sintonia comica. È stata una grande festa dove ho ritrovato molti amici.

Massimo per te vale la stessa cosa?

Non c’è bisogno di aggiungere altro, Christian ha detto praticamente tutto. A Neri ci lega un viaggio meraviglioso ed erano quattro anni che non lavoravamo insieme su un progetto simile. La cosa che mi sorprende è che la gente mi chiede sempre “E quello di quest’anno? Dove lo fate?”. C’è una memoria che non si è interrotta ed è molto particolare.

 Luca e Ilaria, di solito i ruoli dei fedifraghi nei film di Natale spettano a Christian e Massimo, invece questa volta è toccato a voi. Raccontateci il vostro percorso nella commedia e come è stato per voi affrontare un cinepanettone.

Luca: Ho vissuto questa proposta come una lusinga. Questi film sono legati si può dire ad una tradizione, ad un gruppo già instaurato. E poi ho avuto anche un po’ di terrore perché bisogna saper indossare una maschera, di quelle che non avevo mai provato. Riempire questo tassello nella mia carriera mi è piaciuto. Poi ho avuto la fortuna incredibile di avere a fianco una compagnia di lavoro incredibile, piena di ironia. Per quanto riguarda Neri, devo dire ha una tecnica sopraffina, ti dà sicurezza e ti fa togliere tutti i dubbi con la sua precisione.

Ilaria: Per prima cosa sento di dover ringraziare tutti, sono strafelice anche se ero molto preoccupata all’inizio, Neri però è stata un’entità che non mi ha mai lasciata e sono riuscita ad affidarmi completamente a lui.

Angela, dovevi affiancare queste due figure maschili consacrate nell’olimpo dei cinepanettoni, come ti sei sentita?

Ero molto preoccupata di sbagliare. Mi sentivo un ospite che entrava in un gruppo già formato, ma sono stati tutti fantastici e mi hanno aiutata. Non conoscevo Neri, ma devo ringraziarlo perché mi ha dato la possibilità di vestire una parte comica.

Dario Bandiera, per te è il secondo film di Natale, impressioni?

Sì per me è stato il secondo film con Neri e mi sono divertito nuovamente moltissimo. Forse ero un po’ arrugginito, ma lui mi ha aiutato ed anche con tutte le intemperie è riuscito a finire in tempo. Abbiamo improvvisato tanto e questo ci ha dato modo di divertirci.

Vacanze ai Caraibi uscirà nelle sale il 16 dicembre.

Quest’anno sarà una vera sfida al botteghino, la rivalità è alta. Diteci, perché dovremmo venire a vedere il vostro film?

Christian: Era da tempo che non si faceva una farsa, noi siamo pronti a tutto per far ridere, a volte scivoleremo anche, ma ce la mettiamo sempre tutta.

Massimo: Credo alla qualità di quello che facciamo, se siamo bravi il pubblico verrà a vederci.

Con Vacanze ai Caraibi si fa un tuffo nel passato, come mai avete deciso di tornare?

Neri: C’è stato un momento in cui Aurelio ha detto che i costi per questi film erano troppo alti e non si riusciva a rientrare con i guadagni, quindi si è passato ad altro. Ma noi ce la mettiamo tutta a rimettere insieme la vecchia brigata.