Thor: Love and Thunder – il cast svela tutte le curiosità sul film Marvel, tra villain del cuore e canzoni

Taika Waititi, Chris Hemsworth e gli altri attori nel cast di Thor: Love and Thunder svelano dettagli e curiosità sul film Marvel durante la conferenza stampa internazionale.

A pochi giorni dall’uscita di Thor: Love and Thunder, nelle sale italiane a partire dal 6 luglio, si è tenuta la conferenza stampa internazionale per la presentazione del film. Per l’occasione, Will Marfuggi di Entertainment Tonight ha intervistato Kevin Feige, presidente dei Marvel Studios, Tessa Thompson, interprete di Valchiria, Christian Bale, coinvolto nel film per il ruolo del villain Gorr, il regista Taika Waititi, Natalie Portman, impegnata di nuovo come Jane Foster e per la prima volta come Mighty Thor, e il protagonista Chris Hemsworth nel ruolo di Thor.

All’inizio dell’incontro, Marfuggi ha sottolineato come Hemsworth e Thor siano in fondo cresciuti insieme nel corso degli anni, a cominciare dal primo film sul dio del tuono, risalente ormai ad 11 anni fa. Ha quindi chiesto all’attore quali siano le qualità di Thor a cui si sente più vicino e Chris Hemsworth ha spiegato: “Questo è accaduto soprattutto da quando Taika (Waititi, ndr) è stato coinvolto. Lui ha tirato fuori il Thor immaturo, il giovane, l’adolescente… qualità che incarno. Thor ora è così, cosa che non era nei film originali, il che lo ha reso eccitante, nuovo e fresco. Questo è, sai, una sorta di ‘stella’ da seguire, perché si tratta di divertirsi, vivendo questo spazio come lo farebbe un bambino che si diverte e rimane coinvolto nella meraviglia e il fascino di tutto ciò. E non impantanandoci nella serietà. Personalmente, credo che film di questo genere debbano essere divertenti, ed è quello che abbiamo fatto. Questo è ciò a cui ho fatto riferimento“. Ricordiamo che Thor è il primo tra gli Avengers ad aver ottenuto il suo quarto film da solista, a testimonianza di quanto il pubblico internazionale ami questo personaggio in particolare. Sul motivo di questo successo, Kevin Feige ha sottolineato come Taika Waititi sia riuscito a far emergere una dimensione che in realtà è sempre stata dentro Chris Hemsworth: “Ci sono stati momenti in passato in cui guardavo Chris e pensavo ‘Si sta sforzando ad essere divertente?’. No no, lui è proprio divertente. Lui è esilarante. E Taika era tipo, ‘Cosa state facendo con lui? Gli fate solo alzare un martello con un fulmine? Bene, attingiamo a tutto ciò che Chris può fare“.

A questo punto Taika Waititi ha aggiunto: “Quando incontri Chris, è molto difficile capire come renderlo riconoscibile. E questa è stata la grande sfida, lo sai… (ride, ndr). Sono diventato amico di Chris e, sapete, tutto ha a che fare con la sua personalità, la sua energia e chi è davvero, ovvero il tipo di persona che vorrei al mio fianco se affrontassi un’avventura. E sì, qualcuno di cui ti puoi fidare, che sarà lì per prendersi cura di te. Come un eroe nella vita reale. E quindi sì, volevo solo attingere alle qualità che ha e che in qualche modo rendono Thor simile a Chris, piuttosto che il contrario. Non sta recitando“. “In realtà è un documentario“, ha quindi aggiunto Hemsworth, ironizzando.

Thor: Love and Thunder, Natalie Portman parla della sua Mighty Thor

Thor: Love and Thunder - Cinematographe.it

L’attenzione, a questo punto della conferenza di Thor: Love and Thunder, si è quindi spostata su Natalie Portman ed il suo ritorno nei panni della dottoressa Jane Foster, ma soprattutto il suo esordio nel ruolo di Mighty Thor. All’attrice è stato chiesto di ricordare il momento in cui ha indossato per la prima volta il costume ed ha pensato qualcosa tipo “Ecco qui, adesso sono Thor“. Portman ha detto: “Sì, ricordo il momento ed è stato piuttosto strano, ovviamente. Vedere Chris indossare il costume per così tanti anni, e poi poterlo provare su me stessa, preparare tutto, dai polsini agli stivali e tutto il resto… era piuttosto surreale la prima volta“. Marfuggi ha sottolineato come Portman abbia fatto “un po’ di sollevamento pesi per mettere su un po’ di muscoli” ed ha chiesto all’attrice se questo l’abbia collegata maggiormente alla potenza di Thor. Si è quindi intromesso Chris Hemsworth dicendo: “Un po’ di sollevamento pesi? Natalie guidava la carica in palestra!“. Portman ha invece ringraziato chi ha permesso che una donna dal fisico minuto come il suo potesse adattarsi ad un costume del genere e avvicinarsi all’altezza dei colleghi durante le scene da combattimento. Christian Bale ha quindi ironizzato sulla questione, dicendo: “Il tuo prossimo ruolo potrebbe essere qualcuno più basso, tipo la metà della tua altezza“. Portman ha chiesto ironicamente se fosse possibile una cosa del genere ed ha concluso il discorso dicendo: “Comunque è stata una grande sfida. Tessa e Chris ovviamente avevano molta esperienza in quel mondo, quindi ho dovuto imparare molto da loro“.

In Thor: Love and Thunder, una delle novità che rimarranno impresse nella testa del pubblico sarà senza dubbio Gorr, il villain interpretato da Christian Bale. Quando gli è stato chiesto quale fosse stato il suo pensiero la prima volta in cui ha visto come sarebbe stato esteticamente Gorr e quindi il percorso affrontato per “sposare” al meglio quella trasformazione fisica, emotiva e mentale, Bale ha risposto: “Sai, avete parlato di cosa tutti stessero cercando in Chris. Penso che per Gorr, loro cercassero un attore agli antipodi. Qualcuno un po’ solitario, inquietante, a cui nessuno vuole vedere il culo. E così hanno detto ‘Sì, abbiamo trovato tutto questo in Bale“. Scherzi a parte, sul suo personaggio ha aggiunto: “Guarda, c’è un grande piacere nell’interpretare un cattivo. È molto più facile interpretare un cattivo piuttosto che interpretare un eroe. Chris ha avuto molto lavoro più duro, lo sai. Tutti sono affascinati dal male ragazzi, in maniera immediata. E poi, il bello è che Taika può renderlo dannatamente esilarante e poi davvero commovente in questa storia. E poi, sai, non so se sia esagerato parlare di simpatia ma certamente in qualche modo capisci forse perché questo ragazzo stia prendendo decisioni orribili. Lui è un mostro, è un macellaio, ma sì, è comunque possibile capire un po’ perché sia diventato così“.

Arriva il momento di Tessa Thompson, che in Thor: Love and Thunder torna ad interpretare Valchiria. Il moderatore Will Marfuggi ha chiesto all’attrice di raccontare l’evoluzione del personaggio, da quando era sempre ubriaca ad oggi che è diventata il re di New Asgard. Thompson ha risposto: “È stato davvero divertente. Voglio dire, la cosa che ho apprezzato molto in questi film, e penso sia qualcosa di cui Stan Lee abbia parlato molto, è ciò che collega i personaggi al loro potere, che si tratti di un cattivo o un eroe, che sia usato nel bene o nel male. In realtà si tratta del loro trauma. E così, quando abbiamo incontrato per la prima volta Valchiaria, abbiamo visto un enorme trauma in lei e se ne stava occupando bevendo molto. E Taika ed io abbiamo parlato molto su come capovolgere la sua immagine. Ci sono momenti in cui la vedi e pensi che sarà una versione tosta. E poi, cade immediatamente. Ed è stato davvero divertente provare ad essere entrambe le cose ed abitare lo spirito e il tipo di fisicità che ci vuole per essere un eroe. Abbiamo anche parlato dell’idea di qualcuno che ha un lavoro che ama davvero ma in qualche modo è anche scontento. Sapete, lei è stata un soldato professionista per migliaia di anni ed ora si ritrova un po’ bloccata nella burocrazia. Quindi, le manca davvero stare sul campo di battaglia e le mancano le sue sorelle. Quindi è stato molto divertente rivivere questa cosa, con Natalie in particolare come Mighty Thor“.

Nel corso della conferenza è stato chiesto a Taika Waititi di parlare delle scelte musicali fatte per la colonna sonora di Thor: Love and Thunder.

Il regista ha detto: “È sempre stato un mio sogno. Tutto è collegato all’intera estetica del film. Volevamo che fosse una tavolozza roboante, rumorosa e colorata, tipo i furgoni verniciati a spruzzo negli anni Ottanta e le copertine degli album rock. E anche il titolo scelto per il film, sapete, è il genere di cose che io avrei disegnato sul mio libro di scuola mentre ero in classe e non stavo ascoltando. Mi ricordo che passavo mesi e mesi a perfezionare il logo Metallica a scuola. Quindi sì, volevo attingere a tutta quella roba e i Guns N’ Roses sono una delle mie band preferite. Volevamo che le canzoni riflettessero il tipo di avventura folle che avremmo presentato visivamente, ed è stato un altro dei miei sogni che si è avverato“.

Chris Hemsworth: “Gorr il mio villain preferito del MCU

Thor: Love and Thunder - Cinematographe.it

All’intero cast è stato chiesto, quindi, come sia un giorno con Taika Waititi. Chris Hemsworth ha detto: “Diverso. Caotico, bello, pazzo, è un caos, un viaggio alla scoperta di sé stessi e di esplorazione, divertimento e stravaganza. C’è musica in riproduzione e lui è in piedi dietro la telecamera che ride e rovina la maggior parte delle riprese. Ti lascia libero, c’è molta improvvisazione, una passione che non ha rivali. C’era un entusiasmo contagioso sul set. Lui ama queste storie. Lui adora questi personaggi. È seduto lì come farebbe un fan, dicendoti cosa vorrebbe vedere, cosa vorrebbe vedere una famiglia, della serie ‘Prova questo oppure prova questo, non importa quanto sia ridicolo. E tutti sono d’accordo su questo. Ed è per questo che ottieni tutta questa spontaneità e questa natura imprevedibile in qualsiasi film di Taika“.

Durante la conferenza di Thor: Love and Thunder è stato poi chiesto a Kevin Feige di parlare del futuro di Thor. “Beh, ci sono queste cose chiamate fumetti… che contengono molte storie. Ed è da lì che provengono tutte le nostre storie. La domanda è ‘Hai raccontato tutte le grandi storie di Thor dai fumetti e dai film?’ e la risposta è ‘No’. Ce ne sono ancora tante. Ed ho sempre detto che il nostro interesse nel fare storie aggiuntive riguarda in qualche modo il proseguimento del personaggio. Si tratta quasi interamente di continuare l’esperienza con l’attore e poter vedere come, all’interno di quel personaggio, possa crescere, evolvere e cambiare. E se guardiamo ai fumetti come ad una nostra guida, ci sono molte altre incarnazioni di Thor che dobbiamo ancora mostrare“. La discussione è poi tornata su Gorr ed è stato chiesto a Chris Hemsworth un parere sul villain di Christian Bale. “È il mio cattivo preferito del MCU. Amo tutti quelli con cui ho lavorato, ma questo era particolarmente speciale. E molto ha a che fare con quello che Christian ha detto prima, ovvero il fatto che ci sia questa empatia, c’è vulnerabilità. Ti ritrovi a pensare che quello che sta facendo è sbagliato, ma capisci la motivazione dietro. Ha fatto un lavoro incredibile“. A questo punto Bale ha parlato delle protesi e del trucco per diventare Gorr: “Tutto è successo grazie agli effetti speciali di brillanti truccatori, Adam, Carla ed Emily. Li abbiamo realizzati ogni mattina per tre ore e mezza. E loro sono assolutamente responsabili per il risultato di Gorr quanto lo sono io“.

Infine, Chris Hemsworth ha parlato dell’evoluzione del suo legame con Thor nel corso degli anni: “Ovviamente ora c’è più familiarità ma è cambiato in modo così drammatico nel corso degli anni. E questo è ciò che è stato divertente, ovvero come il personaggio si è evoluto, tramite una sorta di percorsi fusi e incrociati e così via. Tu conosci la storia delle origini e c’è una specie di insieme di regole e linee guida a cui devi attenerti e questo funziona, risulta familiare e riconoscibile per le persone. Dopo di che la sfida è come reinventare il carattere? Cosa puoi fare di diverso ogni volta? E questo è stato il lusso di lavorare con registi diversi e cast diversi, e tutti tirano fuori qualcosa di molto diverso da te. Come ha detto Taika, mi sento come se fosse stato il personaggio a diventare più simile me nel corso degli anni, in un modo divertente“.

Articoli correlati