Maggie Q: “Fantasy Island un ruolo tranquillo, ma l’azione mi fa stare bene” [VIDEO]

Dalle location alle scene d'azione, fino alla sintonia creatasi sul set. Questo e tanto altro ci ha svelato l'attrice Maggie Q nell'intervista video su Fantasy Island, al cinema dal 13 febbraio 2020

- Ultimo aggiornamento: 14 Febbraio 2020 9:01 - Tempo di lettura: 2 minuti

Fantasy Island è stata quasi una vacanza per Margaret Quigley, meglio nota come Maggie Q. Ecco cosa ci ha svelato nell’intervista video

L’attrice, nata alle Hawaii da padre americano e madre vietnamita, è da vent’anni una delle più richieste attrici del cinema d’azione, da Hollywood ad Hong Kong. Fu proprio in estremo oriente che ebbe inizio la sua carriera, prima come modella in Giappone, appena diciassettenne. Da lì, il passo verso l’ex protettorato britannico fu breve, così come il primo ruolo, nell’horror dal titolo, guarda caso, Model from Hell. Dato che per gli orientali il suo cognome era impronunciabile, optò per un ben più facile, e misterioso, Maggie Q come nome d’arte.

Forse fu anche questa scelta ad attirare l’attenzione di Jackie Chan, che la prese sotto la sua ala protettrice, insegnandole tutto quello che una action star deve conoscere, da come cadere senza rompersi le ossa alle più assurde coreografie di arti marziali. Chan la volle nei suoi film, tra cui Rush Hour 2, e da lì arrivò un tre, Mission: Impossible III, per l’esattezza, alla corte di Tom Cruise, con cui condivide la scelta di interpretare sempre in prima persona le sequenze più spericolate.

La popolarità arriva però dal piccolo schermo, con la serie Nikita, tratta dal film omonimo di Luc Besson, di cui è protagonista assoluta, e che le apre le porte per la saga di Divergent, trilogia che non ebbe però la fortuna sperata. Ma Miss Q non si scoraggia certo facilmente, e quando le propongono il ruolo dell’agente speciale Hanna Wells nella serie Designated Survivor non se lo lascia sfuggire. Anche le avventure televisive da presidente per caso di Kiefer Sutherland saranno tormentate, ma il suo personaggio resta impresso.

Adesso per la prima volta è alla corte di Jason Blum, con la trasposizione cinematografica di un altro cult catodico, Fantasy Island, nei panni di Gwen, una donna che vorrebbe tornare indietro per cambiare il suo passato. E per farlo, non ha bisogno di usare le arti marziali, come ci ha raccontato a Londra, in occasione del lancio europeo del film.

È stata una bellissima sensazione, poter scavare a fondo nel personaggio, entrarci, capire i suoi sentimenti, fare un vero e proprio viaggio emozionale senza essere distratta da sequenze d’azione, effetti speciali.

Una pausa, ma breve, come ci racconta lei stessa.

Sono sul set in questo momento, in Romania, in un altro film d’azione. Amo il genere, e amo avere imparato tutto quello che ho imparato. Mi fa sentire bene, e mi sento una privilegiata a poterlo fare, e so anche che alle donne piace moltissimo potersi identificare in un personaggio come il mio.

Il film in questione è The Asset, diretto dal veterano del cinema d’azione Martin Campbell, neozelandese con all’attivo un paio di 007, Goldeneye e, soprattutto, Casino Royale, dopo Skyfall il migliore della saga con Daniel Craig e uno dei meglio riusciti in assoluto. Al fianco di Maggie Q troveremo Samuel L. Jackson, Michael Keaton e Gong Li. Decisamente un’ottima compagnia.

Per adesso, Maggie Q è al cinema con Fantasy Island, dal 13 febbraio in sala distribuito da Sony/Warner Bros. Italia.

E TU COSA NE PENSI? LASCIA IL TUO COMMENTO

Iscriviti alla nostra newsletter

Ricevi novità, recensioni e news su Film, Serie TV e Fiction. Inoltre puoi partecipare alle nostre iniziative e vincere tanti premi

Grazie da adesso riceverei settimanalmente la nostra newsletter

Qualcosa è andato storto