Liliana Fiorelli da Quelli che il calcio a… un feat con Levante? [VIDEO]

Cinema, tv, web e, ora, musica: Liliana Fiorelli ci parla della sua natura poliedrica, dei suoi progetti e dell'importanza del femminile nello spettacolo.

- Ultimo aggiornamento: 31 Agosto 2020 11:20 - Tempo di lettura: < 1 minuto

Liliana Fiorelli ha messo il turbo. Stella comica di Quelli che il calcio, imitatrice ufficiale di Levante nei video del collettivo comico Le Coliche, l’attrice – e non solo – italiana sta continuando il suo percorso tra cinema e tv esplorando anche, non più solo in funzione parodistica, il mondo della musica. Con la sua hit estiva Giorno Zero la Fiorelli si sta ormai espandendo come personalità nostrana al 100%, tanto che si avrà anche la possibilità di vederla al Festival di Venezia nell’opera prima del giovane regista Pietro Castellitto I predatori.

E, in questa estate non solo canora, Liliana Fiorelli è stata anche madrina del Festival del Cinema Città di Spello ed i Borghi Umbri tenutosi dal 20 al 23 agosto, dove si è divisa il palco col padrino Alessandro Sperduti durante la serata di premiazione delle maestranze del nostro cinema e in cui ha partecipato alla conferenza Le donne del dietro le quinte del cinema…e non solo, svoltosi l’ultimo giorno della rassegna festivaliera.

Intervista a Liliana Fiorelli

Convegno in cui è il mestiere della donna nel cinema di cui si è andato a discutere e in cui ha preso parte la Fiorelli stessa, attenta a ciò che riguarda il femminile nell’ambito sociale e umano, nonché lavorativo. Ed è anche di questo che abbiamo parlato nella nostra videointervista, spaziando dal periodo di Covid al ritorno al cinema e alla tv, parlando del suo debutto canoro e di quanto essere una comica possa essere un lavoro da donne.

E TU COSA NE PENSI? LASCIA IL TUO COMMENTO

Iscriviti alla nostra newsletter

Ricevi novità, recensioni e news su Film, Serie TV e Fiction. Inoltre puoi partecipare alle nostre iniziative e vincere tanti premi

Grazie da adesso riceverei settimanalmente la nostra newsletter

Qualcosa è andato storto