Diego Abatantuono: intervista alla voce di Earth – Un giorno straordinario

Per l'attore Diego Abatantuono Earth - Un giorno straordinario rappresenta la sua prima volta come narratore. La sua voce, familiare ai più accompagna gli spettatori in un viaggio alla scoperta delle meraviglie terrestri.

- Ultimo aggiornamento: 22 Aprile 2018 15:22 - Tempo di lettura: 1 minuto

Promette di bissare il successo del primo film del 2007, quell’Earth che lanciò il progetto BBC Natural History Unit e che raccolse un grande successo di critica e pubblico in tutto il mondo, facendo la storia del documentari naturalistici. Ora, nelle giornate del 22, 23 e 24 per la Giornata Mondiale delle Terra, arriva Earth – Un Giorno Straordinario, diretto da Peter Webber, Lixin Fan e Richard Dale, e che avrà in Italia come voce narrante il popolarissimo mattatore milanese Diego Abatantuono. Noi di Cinematographe – FilmIsNow non ci siamo certamente lasciati sfuggire l’occasione di intervistare il 6 volte candidato ai David di Donatello e premiato per ben 3 volte con il Nastro D’Argento, alla sua prima da narratore cinematografico.

Il film documentario ha come narratore nella versione originale Robert Redford “In effetti mi hanno sicuramente scelto per la somiglianza, sopratutto estetica” ha scherzato l’ex membro del Gruppo Repellente, che lanciò oltre che la sua anche le carriera di Jannacci e Viola nel 1977. In verità il doppiaggio di Abatantuono a giudizio di chi scrive è perfettamente in linea con quel target prettamente infantile e adolescenziale per il quale Earth – Un Giorno Straordinario è stato creato, con l’ex Capo Ultrà Donato che sovente sposa toni scherzosi, pur con la dovuta misura e senza esagerare.

La nostra intervista video a Diego Abatantuono, narratore per la prima volta in Earth – Un giorno straordinario 

 

Iscriviti alla nostra newsletter

Ricevi novità, recensioni e news su Film, Serie TV e Fiction. Inoltre puoi partecipare alle nostre iniziative e vincere tanti premi

Grazie da adesso riceverei settimanalmente la nostra newsletter

Qualcosa è andato storto