American Night: Emile Hirsch e Fortunato Cerlino parlano del legame pericoloso tra arte e violenza [VIDEO]

Intervista al regista e al cast di American Night, il thriller di Alessio Della Valle che esplora il legame pericoloso tra bellezza e violenza, in sala dal 19 maggio 2022.

Il legame tra arte e bellezza è seducente e pericoloso, lo sa bene American Night, il thriller diretto da Alessio Della Valle in sala in Italia dal 19 maggio 2022 per 01 Distribution. Nel cast Jonathan Rhys Meyers, Emile Hirsch, Paz Vega, Fortunato Cerlino e Annabelle Belmondo. La storia di un capo mafia con il pallino della bellezza (Emile Hirsch), di un mercante d’arte dal carattere spigoloso ma formidabile nel suo lavoro (Jonathan Rhys Meyers), del furto di un prezioso Andy Warhol e… meglio fermarci qui.

American Night: cuore criminale e amore per l’arte, violenza e bellezza. Un rapporto stimolante e contraddittorio

Presentano il film a Roma il regista e alcuni dei nomi illustri del cast, con un bel mix di sensibilità italiane e straniere. Per il boss di professione ma artista di vocazione Emile Hirsch la chiave, nel tratteggiare le mille complessità di un personaggio così stratificato, è stata di assecondare molto semplicemente “la contraddizione di un criminale che però ha questa grande attrazione per l’arte, non c’era bisogno di fare scelte particolari”. Attore e musicista, ha parole di grande apprezzamento “per il lavoro svolto in questo frangente da Alessio e dal responsabile delle musiche, in particolare sulla playlist del film”. Fa pure i nomi, importanti anche, “penso ai Blondie, ai Velvet Underground, tra l’altro in alcuni casi i pezzi sono proposti nella durata integrale”. In conclusione ci svela qual è la scena che più di ogni altra definisce il suo personaggio.

Alessio Della Valle svela alcune delle nobili ispirazioni del progetto, tirando in ballo riferimenti alti e anche piuttosto articolati. Cominciando da Rimbaud, per quello che si può davvero definire come un complesso contrabbando di suggestioni poetiche. Con Fortunato Cerlino e Annabelle Belmondo, nipote d’arte di un nonno leggendario, si parla invece del rapporto complicato tra arte e violenza. Ma anche, soprattutto, si cerca di rispondere a quella che è la domanda delle domande, per chi la bellezza la coltiva e la vive non solo per passione, ma anche di mestiere. Il potere dell’arte può salvarci dalla bruttezza e dalla cattiveria del mondo? Sentite cosa hanno da dirci.

Articoli correlati