Il Giorno della Memoria: al cinema per imparare e non dimenticare

Da leggere

Halloween Kills sarà un “film EPICO e follemente AMBIZIOSO”

L'arrivo di Halloween Kills non è imminente ma quasi e ogni film in tempo di pandemia è attesissimo dal...

Il Talismano: Steven Spielberg e i Fratelli Duffer creeranno la serie Netflix

I Fratelli Duffer, creatori di Stranger Things e il celebre Steven Spielberg collaborano all'adattamento de Il Talismano Il Talismano è...

The Falcon and The Winter Soldier: 15 giorni al via! Ecco il nuovo teaser

Quest'anno il Marvel Cinematic Universe ci farà compagnia per un sacco di tempo! Sta per arrivare The Falcon and...

Si avvicina il Giorno della Memoria, il 27 gennaio. Sono passati settant’anni da quando furono abbattuti i cancelli di Auschwitz rivelando l’orrore del genocidio nazista. In questo giorno, ogni anno, si svolgono decine e decine di celebrazioni in tutto il mondo per non dimenticare, per insegnare e per imparare.

Il Giorno della Memoria: al cinema per imparare e ricordare

Per questa importante e tragica ricorrenza sul grande schermo e nelle sale cinematografiche sono in arrivo diversi film. Diversi per Paese, lingua, cultura e trama. Da The Eichmann Show di Paul Andrew Williams  a Una volta nella vita di Marie-Castille Mention-Schaar. Il primo racconta di come un produttore e un regista televisivo hanno registrato il processo alla SS Adolf Eichmann e portato sulle tv di tutto il mondo, di come milioni di persone sono venute a conoscenza di quali tremendi atti si sono macchiati i nazisti. Il secondo, invece, è un dolce e innocente racconto francese su come una classe di seconda liceo scopre cosa è stato il genocidio. Entrambi tratti da storie vere.

Il giorno della Memoria ha una lunga tradizione al cinema: da La scelta di Sophie di Pakula a Schindler’s List di Spielberg, da Il pianista di Polański a Il segreto del suo volto di Petzold. E anche la cinematografia italiana ha fatto del suo meglio per imparare e non dimenticare. Imparare che l’uomo per natura è un animale e deve riuscire a contenere il suo essere selvaggio. Non dimenticare una delle pagine più buie della storia del secolo scorso.

“Voi che vivete sicuri | nelle vostre tiepide case, | voi che trovate tornando a sera | il cibo caldo e visi amici: | considerate se questo è un uomo | che lavora nel fango | che non conosce pace | che lotta per mezzo pane | che muore per un sì o per un no. | Considerate se questa è una donna, | senza capelli e senza nome | senza più forza di ricordare | vuoti gli occhi e freddo il grembo | come una rana d’inverno…”, recita così l’incipit di Se questo è un uomo di Primo Levi.

Il giorno della Memoria nel cinema italiano in soli tre film, forse i più rappresentativi:

Kapò di Gillo Pontecorvo (1959)

Il giardino dei Finzi Contini di Vittorio De Sica (1970)

 

La vita è bella di Roberto Benigni (1997)

Ultime notizie

Halloween Kills sarà un “film EPICO e follemente AMBIZIOSO”

L'arrivo di Halloween Kills non è imminente ma quasi e ogni film in tempo di pandemia è attesissimo dal...

Articoli correlati