Tutte lo vogliono Cinematographe.it

Una commedia del buon umore: Tutte lo vogliono è un film del 2015 con protagonisti Enrico Brignano, la bella e brava Vanessa Incontrada e Giulio Berruti. Per la regia di Alessio Maria Federici (Stai lontana da me; Uno di famiglia), questa pellicola scritta anche da Michela Andreozzi – una delle perle comiche di Zelig – è un piacevole angolo di buon cinema italiano.

Tutte lo vogliono Cinematographe.it

La storia di Tutte lo vogliono ruota intorno alla giovane e brillante Chiara (Vanessa Incontrada) che, nonostante un lavoro soddisfacente, ha un grave impedimento a livello personale: la ragazza, infatti soffre di anorgasmia, una patologia rara, ma che comporta l’impossibilità di provare piacere durante l’intimità. Questo piccolo, ma non trascurabile problema, sta diventando un ostacolo insormontabile per Chiara che, proprio per questo motivo, cerca il più possibile di evitare rapporti con l’altro sesso. Durante le sedute dal terapeuta, insieme ad altre donne, scopre che potrebbe esistere una possibilità di guarire grazie al GPS.

Non parliamo, ovviamente dell’universale Global Positioning System, bensì di un Gigolò in grado di soddisfare tutte, ma proprio tutte le proprie clienti, anche le più “difficili”. Per uno scambio fortuito di persona, Chiara si imbatte in Orazio (Enrico Brignano), semplice toelettatore di cani, che viene scambiato per il suddetto “dongiovanni”. Una serie di equivoci e di circostanze comiche, intervallate da momenti di puro sentimento, porteranno i due a innamorarsi davvero.

Tutte lo vogliono: dov’è stato girato

Tutte lo vogliono Cinematographe.it

Una commedia piacevolmente romantica che tra malintesi e bugie bianche, si rivela essere lo specchio, divertente, di tante storie di oggi. Il generoso partner sessuale interpretato da Brignano non poteva non essere di Roma, quella romantica e non “stupida” che viene cantata anche dal Rugantino. Dunque, tra una scena e l’altra si riconoscono benissimo l’ingresso del Bioparco di Roma dove i due protagonisti stanno per baciarsi e poco più in là Via Pinciana, location di un inseguimento tra i due.

Vanessa Incontrada nel film è Chiara una brillante food designer per questo motivo tra le location del film appare anche Villa Giulia – lungo Viale delle Belle Arti – e i suoi interni (che oggi sono sede del Museo nazionale etrusco) nei quali si svolge un ricco banchetto con moltissimi invitati e dove Chiara e Orazio hanno una discussione. Un’ altra scena del film è stata girata davanti allo storico Teatro di Villa Torlonia e poi abbiamo anche il famoso laghetto di Villa Borghese, dove si trova il Tempio di Esculapio e dove Orazio ritrova la “sua” Chiara. Il bacio tra Chiara e il bel Raffaello (Giulio Berruti)  è di scena nella centralissima Piazza della Repubblica, adiacente alla Fontana delle Naiadi, opera dello scultore palermitano Mario Rutelli, mentre la romantica passeggiata con tanto di porcellino in versione tascabile al guinzaglio, è stata girata nella bella Via Margutta, cuore artistico della Roma della Dolce Vita.

“Se le donne fingono…c’è un problema” è una delle battute più esilaranti della pellicola che Enrico Brignano fa al suo fidato compagno di viaggio, un simpaticissimo scimpanzè. La scena del furgoncino hippie è stata girata a Campo Imperatore, nel cuore del massiccio del Gran Sasso d’Italia, in Abruzzo.

Iscriviti alla nostra newsletter

Ricevi novità, recensioni e news su Film, Serie TV e Fiction. Inoltre puoi partecipare alle nostre iniziative e vincere tanti premi

Grazie da adesso riceverei settimanalmente la nostra newsletter

Qualcosa è andato storto