Ricomincio da me: 5 cose da sapere prima di vedere il film con Jennifer Lopez

- Ultimo aggiornamento: 11 Gennaio 2019 16:15 - Tempo di lettura: 7 minuti

Arriva nelle nostre sale Ricomincio da me (Second Act), pellicola che segna il ritorno sul grande schermo della star Jennifer Lopez. Diretto da Peter Segal, il film è una divertente commedia che vede la Lopez alle prese con un ruolo molto “attuale”: quello di una donna che ha superato l’età per cui i cambiamenti sono consentiti ma che ha comunque voglia di mettersi ancora in gioco, nonostante tutto.
Un’opera divertente e, allo stesso tempo, tesa a lanciare il messaggio che non è mai troppo tardi per riprendersi la propria vita e per tentare di realizzare i propri sogni. Ricomincio da me sarà al cinema dal 24 gennaio 2019 grazie a Universal Pictures, Lucky Red e 3 Marys.

Prima di andare al cinema per vedere Ricomincio da me con Jennifer Lopez, scoprite 5 curiosità che vi permetteranno di conoscere tutto di questa divertente pellicola.

1. Ricomincio da me: trailer e trama del film

Maya ha 40 anni, vive nel Queens e lavora da 15 anni in un grande centro commerciale. È in gamba e piena di intuizioni, ma quando si profila la possibilità di una promozione, le viene preferito un uomo: un manager privo di esperienza sul campo ma con molti titoli di studio. Per Maya è una sconfitta, almeno fino a quando non ha l’occasione di dimostrare che le esperienze del quotidiano sono valide quanto il sapere accademico e che, a Manhattan, non è mai troppo tardi per ricominciare da capo.

2. Ricomincio da me: i protagonisti del film

Commedia brillante che affronta tematiche di attualità (per un lavoro serve avere maggiore esperienza o titoli di studio?), Ricomincio da me ruota attorno al personaggio dell’intraprendente Maya, che ha il volto della superstar Jennifer Lopez. Attrice, cantante, produttrice televisiva e cinematografica, stilista, autrice best-seller del New York Times, imprenditrice e filantropa, Jennifer Lopez è da sempre al centro dell’attenzione mediatica, sia per i suoi successi lavorativi che per la sua vita privata. Tralasciando la sua fruttuosa carriera musicale e televisiva, la Lopez ha esordito al cinema con la pellicola drammatica del 1995 Mi Familia – Tre generazioni di sogni, che le è valsa una nomination all’Independent Spirit Award. L’attrice ha poi interpretato l’icona musicale latina Selena, ottenendo una nomination ai Golden Globe e un ALMA Award.

La Lopez ha recitato in cinque film che si sono rivelati un vero successo al botteghino: Un amore a 5 stelle, Quel mostro di suocera, Anaconda, The Cell – La cellula e Z, La formica. Fra le altre pellicole che la vedono interprete ci sono Shall We Dance?, Via dall’incubo, Out of Sight, Angel Eyes – Occhi d’angelo, Parker, Il vento del perdono, Money Train, Jack, Lila and Eve, Blood and Wine ed El Cantante. Oltre a continuare a recitare in Shades of Blue, Jennifer Lopez è stata scritturata anche per Griselda (HBO), serie che verrà sceneggiata da Terence Winter.

Accanto a lei sul set di Ricomincio da me ruotano altri interpreti noti al grande pubblico: nel ruolo del premuroso fidanzato Trey troviamo Milo Ventimiglia, il Jess di Una mamma per amica e protagonista (tra le altre cose) di serie tv di grande successo come Heroes, The Whispers, Gotham e This is Us.
Nei panni di Zoe, la “rivale” di Maya sul lavoro, c’è invece Vanessa Hudgens, cantante oltre che attrice e che i più ricorderanno grazie al disneyano High School Musical: la Hudgens era infatti la moretta protagonista impegnata a far perdere la testa a Zac Efron. Ma in seguito ha dato alla sua carriera una svolta per togliersi di torno l’aura di innocenza targata Disney: la troviamo infatti nel cast del controverso Spring Breakers – Una vacanza da sballo, film di Harmony Korine che ha fatto molto discutere.
A dare il volto a Joan, la migliore amica di Maya, vi è Leah Remini, che nella vita vera è sul serio grande amica della Lopez: con oltre vent’anni di carriera e un Emmy alle spalle, quest’attrice, produttrice e autrice bestseller del New York Times continua ad ampliare la gamma dei suoi progetti. Il suo ruolo più recente è quello di creatrice e produttrice esecutiva della docuserie nonfiction di successo La mia fuga da Scientology (A&E Network).

3. Ricomincio da me: chi è il regista Peter Segal?

Regista e produttore esecutivo di Ricomincio da me, Peter Segal è un pluripremiato direttore cinematografico e televisivo i cui film a oggi hanno incassato oltre 1,1 miliardi di dollari in tutto il mondo. Segal non è di certo un novellino, anzi: il suo nome è a firma di alcune delle commedie più famose e di successo del cinema statunitense. L’esordio dietro la macchina da presa è stato nel 1994 con Una pallottola spuntata 33 1/3: L’insulto finale, con protagonista Leslie Nielsen. In seguito ha poi diretto il compianto Chris Farley in Tommy Boy e le leggende del grande schermo Jack Lemmon, James Garner e Lauren Bacall in Fuga dalla Casa Bianca. Ha firmato la regia della commedia blockbuster del 2000 La famiglia del professore matto, con Eddie Murphy e Janet Jackson, e la commedia del 2013 Il grande match, con Robert DeNiro, Sylvester Stallone e Kevin Hart. Segal ha lavorato con alcune delle più grandi star di Hollywood, fra cui Steve Carell, Anne Hathaway e Dwayne Johnson nell’adattamento per il grande schermo della leggendaria serie televisiva di Mel Brooks e Buck Henry Agente Smart – Casino totale.
Con Adam Sandler ha poi realizzato tre film di successo come 50 volte il primo bacio con Drew Barrymore, Terapia d’urto con Jack Nicholson e L’altra sporca ultima meta con Chris Rock. Nella sua carriera ha conquistato otto Emmy a Los Angeles, il Cable ACE Award come Miglior regista, due National Association of Broadcasters’ Service to Children Award e il Teen Choice Award per la Miglior commedia estiva.

4. New York: la location perfetta di Ricomincio da me

All’inizio di Ricomincio da me, la protagonista Maya Vargas, nata e cresciuta nel Queens, è in una fase in cui si chiede se davvero la vita non abbia in serbo nient’altro per lei. Quando l’occasione arriva, Maya non se la fa scappare di certo, e quindi compie il “passaggio” dal Queens a Manhattan. Tutto il film è infatti stato interamente girato a New York, il che ha permesso a Segal di firmare la sua personale lettera d’amore al quartiere più famoso della Grande Mela. “Abbiamo girato dappertutto – ha raccontato il regista – da Central Park all’Hayden Planetarium (dove sono letteralmente cresciuto, nell’Upper West Side), fino alla Grand Central Station, al numero 4 del World Trade Center, al ponte di Brooklyn, al Queens (dov’è cresciuto mio padre) e al quartiere di Long Island City“. Fra le altre location della pellicola ci sono la fontana di Bethesda a Central Park, la High Line, le strade di SoHo, la zona del South Street Seaport, il Madison Square Park, il Rockefeller Center, la Villard Mansion del Lotte New York Palace Hotel, il negozio di gastronomia Dean & Deluca, l’interno di una carrozza della metropolitana della Metropolitan Transportation Authority e una fermata di un binario sopraelevato… insomma, un vero tour nella città che non dorme mai. Non manca all’appello neanche la Steak House N.Y.C. di Michael Jordan, dove Maya è a pranzo con Zoe e suo padre e spuntano le sue amiche del Queens.
Le scene del Value Shop, il negozio immaginario dove lavora Maya, sono state invece girate al Food Bazaar del Queens, un locale aperto 24 ore su 24 che, nonostante le riprese in corso, non ha mai chiuso al pubblico: “Era sempre affollato, ma era perfetto così” ricorda la Lopez.

5. Il look di Jennifer Lopez in Ricomincio da me

Con l’inizio del nuovo lavoro, Maya non deve soltanto spostarsi dal proprio quartiere, ma deve anche uscire dai propri panni. Il passaggio alla nuova vita, infatti, prevede per lei ben altre abitudini e consuetudini… abbigliamento compreso! Il regista di Ricomincio da me aveva dunque bisogno di una costumista che riuscisse a rendere al meglio questa nuova fase del personaggio, e Jennifer Lopez ha subito pensato a Patricia Fields. Candidata agli Oscar e ai BAFTA per Il diavolo veste Prada, nominata cinque volte agli Emmy e vincitrice del premio con la leggendaria serie Sex and the City, la Fields è semplicemente una garanzia in fatto di stile, oltre che esperta del look di chi viene dal Queens, essendo essa stessa originaria del quartiere. La pellicola ha permesso a questa celebre costumista di divertirsi un po’ nel ricreare il contrasto tra i due look di Maya, trasformandola nella ragazza chic di Manhattan. Ha detto a tal proposito la costumista:

Per me il trucco è mescolare cose diverse. Uno stile identico dalla testa ai piedi non sarebbe altrettanto interessante. Se sceglievo un abito delicato, lo abbinavo a un capo disegnato su misura. Se selezionavo dei pantaloni lunghi e morbidi, ci aggiungevo una cintura che segnasse la vita, un dettaglio sexy. Agli spettatori piace vedere combinazioni inedite, a cui loro non avrebbero pensato.

A lavorare con lei alla realizzazione dei costumi non poteva che esserci Molly Rogers, sua collaboratrice storica. L’intesa tra la Rogers e Jennifer Lopez è stata fondamentale per la creazione del personaggio. Ha affermato infatti la Rogers:

Nella fase preparatoria Jennifer ha tirato fuori un sacco di buone idee e ha cominciato a provare diversi articoli che avevamo preso dai negozi come Century 21 e Ina’s. Quando si è sentita a suo agio con alcuni capi base, ne abbiamo fatto il punto di partenza del suo guardaroba. Tra i suoi preferiti c’erano un paio di stivali di Dior e una camicetta che lasciava le spalle scoperte. Jennifer sa perfettamente che cosa le sta bene e insieme abbiamo creato un’atmosfera bella e creativa.