Pinocchio (2022): guida al cast e ai doppiatori italiani del film di Robert Zemeckis

Andiamo a scoprire chi sono gli attori originali coinvolti nel live action dedicato alla celebre personaggio ideato da Carlo Collodi e chi sono i doppiatori italiani.

Pinocchio è una figura trasversale del mondo della letteratura: la famosa marionetta di legno, nata nel 1881 come protagonista de Le avventure di Pinocchio. Storia di un burattino di Carlo Collodi è stata, fin dagli albori del cinema, una fonte inesauribile per la settima arte che ha voluto a tutti i costi interpretare il personaggio declinandolo in diverse versioni che si sono susseguite sul grande schermo, dal 1911 alla recente versione di Robert Zemeckis.

Pinocchio, recensione, cinematographe.it

Questa nuova forma di Pinocchio, arrivata su Disney+ l’8 settembre 2022 per il Disney+ Day, è l’esatta riproposizione del Classico animato della Casa di Topolino uscito nel 1940, facendo parte del progetto di restyling di tutti i lungometraggi che hanno fatto la storia della compagnia in chiave live action. In occasione dell’uscita della pellicola sul piccolo schermo, andiamo a scoprire il cast della realizzazione e i doppiatori italiani che sono stati coinvolti nel film.

Benjamin Evan Ainsworth è Pinocchio

Pinocchio, guida al cast - Cinematographe

Benjamin Evan Ainsworth è il protagonista di Pinocchio. Nato nel 2008 a Lund, un villaggio a East dello Yorkshire, in Inghilterra, nonostante sia così giovane, ha già alle spalle diverse interpretazioni. Dopo aver frequentato la Northern Lights Drama Theatre School ad Hull, il ragazzo ha debuttato all’età di 10 anni, in televisione, nella soap opera Emmerdale. Due anni dopo, sempre sul piccolo schermo, ha ricoperto il ruolo di Miles Wingrave nella serie Netflix The Haunting of Bly Manor e nel 2022 ha alle spalle già due apparizioni in Son of a Critch e Sandman. Dal 2020, invece, è iniziata anche la sua carriera cinematografica che l’ha visto partecipare a The Recycling Man e Flora & Ulysses, altro film Disney dove ha prestato il volto a William Spiver. A doppiarlo, nella versione italiana, c’è Gabriele Piancatelli che ha all’attivo diversi progetti anche recenti: ha dato la voce a Woody Norman in C’mon C’mon (2021), Elijah Shomanke in Rise – La vera storia di Antetokounmpo (2022), Aditya Geddada in Encounter (2021) oltre a lavorare in diversi telefilm doppiando Julian Lerner in The Wonder Years (2021 – in corso), Kesler Talbot in Lost Ollie (2022), Nathanael Saleh ne L’ultimo bus del mondo (2022 – in corso), Aaron MacGregor in Super PupZ (2022), Nico Rossi in Club Houdini (2017-2019).

Tom Hanks incarna Geppetto in Pinocchio

tom hanks, cinematographe.it

Tom Hanks non ha bisogno di presentazioni: uno dei volti più noti di Hollywood e decennale collaboratore di Robert Zemeckis con il quale ha lavorato in storici lungometraggi come Cast Away (2000) e Forrest Gump (1994), ha studiato recitazione teatrale alla California State University di Sacramento. La sua prima apparizione cinematografica risale al 1980, nel film He Knows You’re Alone di Armand Mastroianni e nel corso della carriera ha partecipato a titoli del calibro de Il falò delle vanità (1990), Philadelphia (1993), Apollo 13 (1995), Salvate il soldato Ryan (1998), Il miglio verde (1999). Il celebre divo, che tra l’altro è anche la voce ufficiale dello Sceriffo Woody nella saga di Toy Story, ha vinto ben due premi Oscar su 6 nomination totali. Angelo Maggi, storico doppiatore italiano, lo doppia nella versione italiana del lungometraggio, lavorando nuovamente su un personaggio interpretato da Tom Hanks. Una carriera incredibile lo ha visto doppiare Bruce Willis, Robert Downey Jr., John Turturro, Danny Huston, Jackie Chan, Gary Oldman, Tim Robbins, Rupert Everett e molti altri. Tra i primi allievi della Bottega Teatrale di Firenze, diretta da Vittorio Gassman, Maggi è attivo anche nel mondo teatrale e seriale, lavorando anche nel campo dei videogiochi e dei cartoon.

Cynthia Erivo interpreta la Fata Turchina

Cynthia Erivo, Pinocchio, Guida al cast - Cinematographe

Cynthia Erivo in Pinocchio presta il volto alla figura probabilmente più positiva della storia. Nata a Londra nel 1987, ha cominciato la sua brillante carriera come attrice teatrale riuscendo a vincere gli ambiti Tony Award, Drama Desk Award e Outer Critics Circle Award. Nel 2018 ha debuttato nel mondo cinematografico all’interno di 7 sconosciuti a El Royale (2018) per poi partecipare a Widows – Eredità criminale (2018), Harriet (2019) e Chaos Walking (2021). Attiva anche nel mondo della televisione, la diva è apparsa in Chewing Gum (2015-2017), Mr Selfridge (2013-2016), The Tunnel (2013-2017), The Outsider (2018). Ad ora ha ottenuto anche la nomination a due Premi Oscar, tre Golden Globe, un BAFTA, nonostante la giovane età. Eva Padoan è la sua voce. Nipote del doppiatore Giancarlo Padoan, l’artista ha una carriera alle spalle di tutto rispetto essendo la doppiatrice ufficiale di Olivia Cooke, Jemima Kirke, Victoria Pedretti e molte altre. Vincitrice nel 2018, al Gran Galà del doppiaggio del Romics, del premio per la Miglior voce femminile di un cartone animato assegnatole grazie al suo lavoro in Lei, l’arma finale; la doppiatrice ha preso parte a diversi film come Nonno scatenato (2016), La guerra di domani (2021), Tenet (2020), La La Land (2016), Tick, Tick…Boom! (2021).

Joseph Gordon-Levitt doppia il Grillo Parlante in Pinocchio

Joseph Gordon-Levitt Star Wars: gli ultimi jedi Cinematographe

Joseph Gordon-Levitt, classe ’81 e nativo di Los Angeles, fin da piccolo ha dedicato la carriera al mondo della recitazione. Quando era bambino, infatti, è apparso in spot televisivi e in televisione, ricoprendo già qualche piccolo ruolo come accaduto in Una famiglia del terzo tipo (1996-2001), ma anche in molti altri titoli come Casa Keaton (1982-1989). Il suo primo ruolo cinematografico, però, risale al 1992 quando ha fatto una piccola parte in Beethoven di Brian Levant, per poi apparire in In mezzo scorre il fiume (1992) di Robert Redford. Attivo anche come doppiatore come testimonia il suo lavoro in Pinocchio, il divo è principalmente noto per (500) giorni insieme (2009), Inception (2010), Il cavaliere oscuro – Il ritorno (2012), Looper (2012), Don Jon (2013). Il doppiatore italiano del celebre aiutante del protagonista è affidato ad Edoardo Stoppacciaro, anche scrittore di mestiere, voce ufficiale di Eddie Marsan, Robert Kazinsky, Adam Brown, John Gallagher Jr., oltre ad partecipato a film del calibro di Eternals (2021), Bohemian Rhapsody (2018), Alice in Wonderland (2010), Hunger (2008). Famoso per essere apparso in lungometraggi d’animazione come Ratatouille (2007), Madagascar 2 (2008), Cattivissimo me (2010), Ralph spacca internet (2018), ha partecipato al doppiaggio inglese del Pinocchio (2019) di Matteo Garrone, doppiando Arlecchino (interpretato nella versione italiana da Claudio Gaetani).

Luke Evans è Postiglione

murder mystery cinematographe.it

Luke Evans, nato a Pontypool nel 1979, è un apprezzato e famoso attore teatrale e cinematografico. Da giovane, nel 1997, vinse una borsa di studio per il The London Studio Centre di King’s Cross dove si diploma nel 2000. Da quell’anno fino al 2008 il divo è stato molto attivo a teatro per poi lanciarsi, per la prima volta sul grande schermo, nel 2010 in Sex & Drugs & Rock & Roll di Mat Whitecross. Note le sue partecipazioni a grandi produzioni come Scontro tra titani (2010), Fast & Furious 6 (2013), Lo Hobbit – La desolazione di Smaug (2013), La bella e la bestia (2017). Di recente ha avuto due importanti ruoli nelle serie tv L’alienista (2018 – in corso) e Nine Perfect Strangers (2021 – in corso) e nel 2019 ha esordito con il suo primo album musicale. Evans è stato doppiato in italiano da Marco Manca, attore e cantante, che ha doppiato proprio Evans nel 2017, ne La bella e la bestia. È apparso di recente anche in Deadpool 2 (2018), Home Sweet Home Alone – Mamma ho perso l’aereo (2021), Aladdin (2019), dove si è occupato della parte cantata del Genio e molti altri progetti. Con alle spalle una carriera anche nel mondo della recitazione cinematografica e televisiva, del teatro e della radio, Manca si sta piano piano ritagliando un ampio spazio nel mondo del doppiaggio.

Keegan Michael-Key è nel ruolo di Volpe l’Onesto

Pinocchio - Cinematographe

Keegan Michael-Key, nato nel 1971 a Southfield, negli USA, è un attore e comico americano che ha debuttato al cinema nel 1997 in Get the Hell Out of Hamtown, mentre la sua prima apparizione televisiva risale al 2001, quando ha ricoperto piccola parte in E.R. – Medici in prima linea. Attivo sia sul grande che piccolo schermo, recentemente lo abbiamo visto in Jingle Jangle – Un’avventura natalizia (2020), The Prom (2020), The Predator (2018), Tomorrowland – Il mondo di domani (2015). Nell’ambito seriale, invece, l’artista ha preso parte a Fargo (2014 – in corso), Parks and Recreation (2009 – 2015), C’è sempre il sole a Philadelphia (2005 – in corso) e la recentissima Schmigadoon! (2021 – in corso) che l’ha visto protagonista insieme a Cecily Strong. Franco Mannella è la sua voce italiana nel film. Il doppiatore, che nel 2006 ha vinto il premio come Miglior caratterista al Festival del doppiaggio Voci nell’ombra, è l’interprete vocale ufficiale di Kad Merad, Steve Carell, John C. Reilly, Paul Giamatti, Anthony Anderson e molti altri. Molto presente anche nel campo delle serie televisive e nei lungometraggi d’animazione (ha partecipato a Steven Universe: il film, A Bug’s Life, Trash – La leggenda della piramide magica), ha alle spalle tanti ruoli di spicco nel mondo videoludico come in Fallout 3 (2008), God of War (2018), Beyond Good & Evil (2003), Ghost of Tsushima (2020) e molti altri ancora.

Mangiafuoco di Pinocchio è interpretato da Giuseppe Battiston

Giuseppe Battiston - cinematographe.it
Credits: Samantha Zucchi Insidefoto

Il mangiafuoco di Pinocchio ha il volto dell’italianissimo Giuseppe Battiston, noto attore italiano nato a Udine nel 1968. Diplomatosi alla Scuola d’arte cinematografica Paolo Grassi di Milano, ha debuttato nel mondo cinematografico nel 1990 in Italia-Germania 4-3 di Andrea Barzini, per poi essere diretto da Silvio Soldini in parecchi suoi film, a partire da Un’anima divisa in due (1990), proseguendo poi con Agata e la tempesta (2004), Giorni e nuvole (2017), Cosa voglio di più (2010) e altri progetti. L’artista, attivo anche nel campo teatrale e televisivo, dal 2010 è la voce di molti audiolibri ed è apparso di recente in È per il tuo bene (2020) di Rolando Ravello, Il grande passo (2019) di Antonio Padovan (2019), Hotel Gagarin (2018) di Simone Spada. Ha vinto ben tre David di Donatello come Miglior attore non protagonista per Pane e tulipani nel 2000, nel 2009 per Non pensarci e nel 2011 per La passione, a fronte di ben 10 nomination in totale.

Leggi anche Pinocchio: recensione del live action Disney diretto da Robert Zemeckis

Articoli correlati