Marvel - cinematographe.it

Nel mondo dei fumetti Marvel, gli eroi guadagnano spesso molto meno dei loro malvagi antagonisti. Alcuni come Iron Man e Black Panther hanno più ricchezze di quanto avrebbero mai potuto sperare, mentre altri lottano anche solo per avere un tetto sopra le proprie teste. Tra lavori giornalieri che spesso sono in fondo alla fascia salariale minima e una vita ai margini della società, ecco 4 tra i più poveri supereroi dell’universo cinematografico Marvel.

4. Hulk

Per molto tempo, Hulk è stato davvero uno dei supereroi più poveri della Marvel. Bruce Banner aveva una grande sicurezza sul lavoro quando ancora era un fisico, ma le sue finanze sono andate sempre peggiorando, in particolare dopo quell’incidente che lo ha fatto trasformare in un gigantesco e minaccioso mostro verde ogni volta che si arrabbia un po’ più del solito. Oltre all’essere oggetto di studio, tra il fascino e mistero dell’esercito o di uomini della scienza, i danni che provoca quando si trasforma non sono pochi, e poi deve essere Bruce Banner stesso a pagarli con milioni di dollari.

3. Power Man

Quando Luke Cage collaborava con Danny Rand, alias Iron Fist, per formare gli Heroes for Hire, la lotta al crimine era diventato a tutti gli effetti un impiego retribuito e, soprattuto, full time. Soprattutto considerando che la città dove loro combattevano il crimine aveva al proprio servizio una serie di supereroi pronti a proteggere la gente gratuitamente, il fatto che percepissero uno stipendio sembrava già una conquista. La maggior parte dei proprietari di piccole imprese americane, secondo uno studio dell’American Express, sono in realtà costretti a cercare spesso un secondo lavoro per vivere più che dignitosamente, e per non puntare solo ad un’apparente sopravvivenza. Ecco forse perché Luke Cage ha aperto quel bar.

2. Jessica Jones

Jessica Jones non ha mai vissuto nel lusso, come si può anche notare dalla serie Netflix. Nello show l’investigatrice privata, spesso allo stremo delle forze, spende la maggior parte dei suoi averi in alcool per far fronte al disturbo da stress post-traumatico dopo i suoi trascorsi con Killgrave. Nel primo episodio della prima stagione, quando Jessica scopre che Killgrave è tornato, quello che vuole fare è solo fuggire dalla città, ma i soldi non le bastano neanche per un biglietto aereo di sola andata. Si vede poi che chiede un anticipo sullo stipendio per il caso a cui sta lavorando, richiesta che ha ovviamente esito negativo e, come ultima chance, ha solo quella di un presto dall’amica e sorella adottiva Trish Walker. Nonostante Jessica rimborsi Trish abbastanza presto, poi non può permettersi di aggiustare la sua porta d’ingresso, che è infatti sempre rotta.

1. Spider-Man

Peter Parker, uno dei personaggi di punta della Marvel, è senza dubbio anche uno dei più poveri. I fotografi freelance, in genere, guadagnano 65 dollari a incarico, che corrisponde a 10 dollari a foto che, a sua volta, salvo casi eccezionali, corrisponde a un compenso annuale di 40.000 dollari. Ma Parker oltre a dover smettere di vendere le sue foto all’avaro J. Jonah Jameson, potrebbe anche tentare la carriera di paparazzo, che con gli scoop guadagnano molto più di 40.000 dollari.

Leggi anche: I 12 migliori film tratti da storie vere da vedere su Netflix