Natalie Wood e Robert Wagner: i segreti del loro burrascoso legame, dal doppio matrimonio alla misteriosa morte dell’attrice

Il tormentato legame tra due star di Hollwood, Natalie Wood e Robert Wagner e la tragica fine del loro amore.

Da leggere

Flag Day: il trailer del film esplora il dramma di una famiglia

Flag Day è ispirato ad un libro di memorie Flag Day è il nuovo lungometraggio diretto ed interpretato da Sean...

The Flash: svelato il simpatico titolo di produzione

The Flash è attualmente in produzione The Flash è il nuovo lungometraggio DC Comics diretto da Andy Muschietti (La madre,...

WandaVision: uno degli sceneggiatori sta lavorando ad un progetto Marvel segreto

WandaVision è stata la prima serie Marvel Studios a debuttare su Disney + WandaVision, miniserie Marvel Studios che ha visto...

Natalie Wood e Robert Wagner sono stati una delle coppie di attori più famose e amate di Hollywood. Dall’attenzione dei media all’adorazione dei fan fino alle speranze del pubblico, quel grande amore tormentato continua a far parlare di sé dopo ben 73 anni. Si può considerare l’anno 1948 come inizio di una delle storie d’amore più note e chiacchierate del 20º secolo: Natalie Wood è una giovanissima attrice, già nota come baby star apparsa per la prima volta sul grande schermo nel 1943 a 5 anni nel film Happy Land. L’ascesa della figlia era stata promossa dalla madre Maria Stepanovna Zudilova, aspirante attrice che si affrettò a firmare un contratto per la figlia con la 20th Century Fox ancor prima del 10º compleanno della bamnina. Il suo primo film con la Fox della Wood fu il grande successo Il miracolo della 34ª strada diventato negli anni un grande classico. Ma tornando al 1948, Natalie Wood aveva 10 anni quando vide camminare per la prima volta nei corridoi della 20th Century Fox Robert Wagner. “Ricordo bene quel giorno“, dichiarò l’attrice durante un’intervista di People del 1976. “Mi sono voltata verso mia madre e le ho detto: Lo sposerò“. Un sogno d’infanzia che si è rivelato realtà.

Il primo matrimonio di Natalie Wood e Robert Wagner

Natalie Wood - cinematographe.it

Robert Wagner, noto ad amici e parenti come R.J., aveva sognato fin da bambino di diventare un attore e verso la metà degli anni ’50 la sua più grande aspirazione lo portò ad essere uno degli interpreti più richiesti della vecchia Hollywood. Apparve in più di 40 film prima che gli studios e l’industria dell’intrattenimento iniziassero ad abbracciare il fiorente mercato televisivo in espansione. Fu stato proprio l’allora, diverso da oggi, star system a giocare un ruolo fondamentale in quello che è da considerarsi il primo incontro ufficiale tra i due. Si trattò infatti di un incontro organizzato nel 1956 per fare pubblicità alla giovane attrice che si affacciava nell’età adulta e in un mondo del cinema diverso da quello delle baby star, aveva recitato l’anno precedente al fianco di James Dean nel successo Gioventù bruciata. Natalie Wood aveva 18 anni, Robert Wagner, tanto famoso quanto affascinante e tenebroso, ne aveva 26 e si trattò di un vero e proprio “secondo” colpo di fulmine. La coppia si sposò l’anno successivo, dopo che Wagner propose di far trovare un anello di perle e diamanti alla Wood nel suo bicchiere di champagne.

La coppia trascorse gran parte della luna di miele su uno yacht, navigando nelle Florida Keys. Entrambi amavano andare in barca, nonostante la Wood avesse sempre espresso la sua paura “dell’acqua profonda”. I due divorziarono dopo 4 anni di matrimonio, probabilmente a causa di un’infedeltà di entrambi. Giovani e innamorati, la loro storia era iniziata sotto i riflettori, al quale la Wood era abituata. “Abbiamo guidato una Corvette per tutto il Paese“, ha ricordato l’attrice anni dopo. “Le stazioni radio annunciavano il nostro passaggio e un possibile itinerario e la gente ci aspettava in ogni piccola città“. Anche la fine del loro matrimonio divenne perciò di interesse pubblico: la coppia si separò nel 1961 e divorziò l’anno successivo. Wood non commentò le voci sulla sua relazione con il co-protagonista del film Splendore nell’erba Warren Beatty, mentre la sorella minore della Wood, Lana, e altri fonti, sostenevano che dietro la loro rottura c’era la scoperta da parte della Wood del marito insieme ad un altro uomo.

Un amore mai svanito

Natalie Wood - cinematographe.it

Negli anni successivi la consacrazione come star di Natalie Wood continuava con un successo dopo l’altro, da Vertigine del 1958 e Splendore nell’erba del 1960 fino a Gypsy del 1962, ma lontano dagli schermi l’attrice era preda dell’instabilità emotiva causata dalla fine del matrimonio con Wagner. Dopo la separazione, la Wood iniziò così ad andare in terapia, spesso con 5 appuntamenti a settimana. Più tardi Natalie Wood e Robert Wagner ripresero a vedersi; nonostante si sposarono con altre persone, secondo la stessa Wood, “non smisero mai di amarsi“. Wagner si risposò nel 1963 con l’attrice Marion Marshall, dalla quale ebbe una figlia, Katie, nata nel 1964. La coppia divorziò poi nel 1971. Nel 1969 la Wood sposò il produttore cinematografico Richard Gregson e anche lei ebbe una figlia, Natasha, nata nel 1970, ma si separarono dopo un anno. Natalie Wood e Robert Wagner si risposarono così nel 1972. “Eravamo entrambi scioccati“, ha dichiarato la Wood durante un’intervista di People. “Abbiamo parlato dei nostri matrimoni precedenti. Mi sono resa conto che era diventato un uomo, non era più un ragazzo“.

La cerimonia degli Academy Awards del 1972 segnò la prima apparizione pubblica che dimostrava che la coppia era di nuovo insieme. La carriera di Wagner all’epoca era passata al piccolo schermo, con i successi It Takes a Thief e Hart to Hart, entrambi della ABC. La Wood invece si ritirò dalle scene decisa a occuparsi del suo matrimonio e dei figli. Con loro vivevano infatti sia il figlio di lui che di lei, dando poi il benvenuto nel 1974 al primo figlio della coppia, Courtney. Natalie Wood e Robert Wagner formarono così l’unità familiare di Hollywood più ammirata dai vecchi e nuovi fan. Ma dopo 9 anni si consumò una tragedia che passò alla Storia come una delle morti più misteriose mai avvenute. Era il 1981, Wagner, Wood e Christopher Walken, amico di Wagner, erano in viaggio sulla barca della coppia, la Splendour, a Catalina Island durante il weekend del Ringraziamento. Dopo una giornata dove forse esagerarono con l’alcool, Wagner si ingelosì dell’atteggiamento di Walken e Wood, tanto da, venne riferito successivamente, rompere una bottiglia dalla rabbia. La coppia avrebbe infatti litigato furiosamente prima che la Wood tornasse nella sua cabina. Sulla barca era presente anche Dennis Davern, capitano della Splendour.

La misteriosa morte di Natalie Wood

Natalie Wood - cinematographe.it

Più tardi quella notte, Wagner non riusciva a trovare la moglie. Il corpo della Wood venne scoperto la mattina seguente, il 29 novembre, al largo di Catalina vicino a un gommone appartenente alla Spledour. Si parlò di annegamento accidentale: la Wood doveva essere caduta in acqua mentre cercava di salire a bordo del gommone. L’autopsia rivelò un alto contenuto di alcool nel sangue della Wood, insieme ad altri di farmaci capaci di aumentare l’effetto dell’alcool che avrebbero potuto facilitare sia la scelta di abbandonare la Spledour che il cadere in acqua. La sorella di Wood, Lana, e Dennis Davern, nel 1981, quando parlarono pubblicamente dell’incidente, sostennero che Wagner avesse avuto un ruolo maggiore nella morte della Wood rispetto a quanto originariamente rivelato. Lana dichiarò che era impossibile che sua sorella avesse deciso di lasciare la barca: non sapeva nuotare ed era sempre stata “terrorizzata” dall’acqua profonda.

Ho vissuto una vita incantata, e poi ho perso la donna che amavo con tutto il mio cuore“, ha dichiarato Wagner dopo la tragica morte di Natalie Wood. “Non so cosa sia successo“, ha aggiunto Walken riguardo l’incidente durante un’intervista di People del 1986. “È scivolata ed è caduta in acqua. Ero a letto in quel momento. Fu terribile“. I giornali dell’epoca dimenticarono presto la fine dell’amore tra i due, concentrandosi sul coinvolgimento di Wagner nella vicenda della morte della star. Nel 2011 il dipartimento dello sceriffo della contea di Los Angeles riaprì le indagini, e la causa della morte della Wood da “accidentale” divenne “indeterminata”. Anche le dichiarazioni di Davern, poi smentite, andavano contro Wagner: il comandate raccontò del litigo, confermato dallo stesso Wagner anni prima, causato dalla gelosia dell’attore nei confronti della moglie e del suo atteggiamento con Christopher Walken. In più Davern affermò che Wagner, dopo la scomparsa della moglie dalla Splendour, gli impedì di accendere le luci di ricerca e avvertire le autorità.

Nel gennaio 2013 le indagini furono nuovamente riaperte e una nuova autopsia rivelò lesioni sul corpo della Wood: lividi su braccia, polsi e collo, che fecero supporre si trattasse di un’aggressione, ma i successivi esami confermarono che quelle ferite potevano essere state provocate in modo accidentale, anche considerando la possibile caduta in acqua. Wagner ritrovò comunque l’amore con l’attrice Jill St. John, che ha sposò nel 1990. Ma la tragica scomparsa della Wood continuò a fare notizia: le cause della morte rimasero misteriose, e nel 2018 Wagner venne citato come personaggio coinvolto nelle indagini sulla morte dell’attrice, ma lui ha sempre negato qualsiasi tipo di coinvolgimento.

Leggi anche Miss Violence: la storia vera dietro al film di Alexandros Avranas

 

Ultime notizie

Flag Day: il trailer del film esplora il dramma di una famiglia

Flag Day è ispirato ad un libro di memorie Flag Day è il nuovo lungometraggio diretto ed interpretato da Sean...

Articoli correlati