Sono state mostrate in anteprima alla stampa italiana alcune scene inedite di Mulan, la versione live-action del famoso classico Disney, che approderà nelle sale il 26 Marzo 2020. Dopo la visione la regista del film Niki Caro, conosciuta per aver diretto alcune chicche cinematografiche, come La ragazza delle balene (2003) e La Signora dello zoo di Varsavia (2017), ha parlato del film.

Prima di proseguire la lettura vi ricordiamo che all’interno dell’articolo potrebbero esserci degli SPOILER del film.

Mulan è la storia della giovane Hua Mulan, interpretata dall’attrice e cantante cinese Liu Yifei, figlia di un guerriero decorato chiamato alle armi per combattere il violento attacco degli invasori provenienti dal Nord. Mulan sa bene che suo padre rischia la vita, soprattutto perché è molto malato e non riuscirebbe a combattere, quindi si traveste da uomo e si arruola sotto il nome di Hua Jun, dando inizio a un’avventura che la trasformerà in una guerriera leggendaria.

Mulan (2020): la descrizione delle tre scene che abbiamo visto in anteprima

Le tre scene che ci hanno mostrato sono state solo un assaggio di quel che sembra un live action di qualità. Soprattutto nella prima scena, un dialogo molto intenso fra Mulan e suo padre, si nota una particolare cura nella sceneggiatura e nelle inquadrature nei volti, quasi a sottolineare più i gesti che le parole dei protagonisti. Viene mostrato il momento in cui Mulan capisce che suo padre non può affrontare alcuna battaglia e quindi decide di prendere il suo posto. Viene posto l’accento proprio su questo istante, quando lei impugna la spada e qualcosa nel suo sguardo cambia.
Rispetto alle scene successive, qui si nota alla perfezione la bravura degli attori e in particolare quella dell’attrice protagonista, Liu Yifei, che ha indossato come una seconda pelle il personaggio di Mulan.

La seconda e la terza spostano il focus sull’azione e qui si nota l’abilità registica di Niki Caro: in una scena viene mostrato l’addestramento di Mulan e sia nelle movenze, sia nella regia, si nota la forte influenza di Zhang Yimou (La foresta dei pugnali volanti) ipotesi confermata dalla stessa regista nell’intervista che ci ha concesso. La scena della battaglia è di stampo più epico, girata con precisione e cura per ogni dettaglio. Gli invasori del Nord attaccano l’esercito cinese. Il comandante degli Unni ed alcuni suoi soldati decidono di allontanarsi, ma un piccolo gruppo di avversari, tra cui Mulan, li insegue. C’è un breve scontro dove molti vengono sconfitti, tranne Mulan che decide di inseguirli e lottare fino alla fine.

Mulan (2020): Niki Caro spiega le differenze col cartone animato e l’assenza di Mushu 

Durante la conferenza stampa la regista ha cercato di chiarire la differenza tra il film e il classico d’animazione Disney, sottolineando che ha deciso di trarre ispirazione più dal poema narrativo cinese, La ballata di Mulan, pur regalando molte citazioni al film animato. Ha deciso di donare agli spettatori un’altra visione della storia di questa eroina, più realistica e in un certo senso “adulta”.
Niki Caro ha anche spiegato il perché dell’assenza di un personaggio in particolare, Mushu, ovvero l’aiutante di Mulan e comic relief della storia. La regista ha spiegato che questo personaggio aveva dato il massimo nel film animato e che quindi portarlo nuovamente sul grande schermo sarebbe stato superfluo e lo avrebbe limitato molto. L’intermezzo comico sarà presente in altre situazioni, come ad esempio nei vari momenti in cui Mulan dovrà cercare di non svelare la propria identità ai suoi compagni.  Anche il personaggio di Li Shang, interesse amoroso della protagonista, sarà assente ma la regista ha dichiarato che ci sarà spazio per il romanticismo anche in questo live-action.

Una delle imprese titaniche che Niki Caro ha dovuto affrontare durante la lavorazione del film è stata la ricerca dell’attrice protagonista. L’hanno cercata per un anno e mezzo, fino a ritornare nel luogo dov’erano partiti: in Cina. Hanno richiamato tutte le attrici che erano impegnate durante il primo giro di audizioni e hanno finalmente trovato Liu Yifei. Prima di essere scelta in modo definitivo, nella nostra intervista Niki Caro ha raccontato che la ragazza ha affrontato due ore di audizione, dove ha dovuto studiare il copione in inglese e un’ora e mezza di allenamento intenso. In quell’occasione, Niki Caro ha capito che la ragazza era “una guerriera a tutti gli effetti”.

Le prime impressioni sembrano essere completamente positive, quindi non ci resta che attendere il 26 Marzo per poter apprezzare questa rivisitazione del classico Disney Mulan.

SPECIALE OSCAR 2020
Iscriviti alla nostra newsletter

Ricevi novità, recensioni e news su Film, Serie TV e Fiction. Inoltre puoi partecipare alle nostre iniziative e vincere tanti premi

Grazie da adesso riceverei settimanalmente la nostra newsletter

Qualcosa è andato storto


LE NOSTRE INTERVISTE ESCLUSIVE