Le 10 scene post-credits migliori. Nessuna è del MCU!

Eppure ci fanno impazzire allo stesso modo.

Quando si parla di scene post-credits, cioè di scene dopo i titoli di coda, viene immediatamente in mente la Marvel. Ormai i fan sanno di dover attendere in sala la fine dei titoli di coda per non perdersi importanti risvolti futuri dell’MCU, veicolati proprio attraverso la scena (o le scene) finale del film. Ma la Marvel non ha certamente inventanto la pratica delle scene post-credits e non è l’unica a usarle al termine dei propri film. Scopriamone dieci, rigorosamente non Marvel, ma comunque degne di nota.

1. Una pazza giornata di vacanza, una scena post-credits cult

Una pazza giornata di vacanza Cinematographe.it

Un film diventato immediatamente cult non può che avere una scena post-credits altrettanto iconica. In Una pazza giornata di vacanza (1986) vediamo infatti il protagonista del film, il Ferris Bueller interpretato da Matthew Broderick, rompere la quarta parete (come ha fatto nel corso di tutta la pellicola) sorprendendosi del fatto che ci sia il pubblico ancora in sala (o davanti al televisore). Si avvicina quindi alla telecamera e dice: “Il film è finito. Andatevene via”. Questa scena vi ricorda qualcosa? Esatto: viene parodiata dopo i titoli di coda di Deadpool.

2. Harry Potter e la Camera dei Segreti, il secondo film della saga e la divertente scene post-credits

Harry Potter , cinematographe.it

A detta di molti, Harry Potter e la Camera dei Segreti (2002) è uno dei migliori film della saga di Harry Potter. Visto e rivisto, commentato e analizzato, forse però non tutti sanno che al termine della pellicola c’è una breve scena molto divertente che mostra la nuova opera letteraria dello sfortunato professor Gilderoy Allock in un negozio di Diagon Alley. Allock, che ha perso la memoria nel corso del film, ha scritto un libro dal titolo significativo: Who am I?.

Leggi anche Harry Potter e la camera dei segreti: recensione del secondo capitolo della saga

3. L’alba dei morti viventi, lo zombie movie di Zack Snyder

L'alba dei morti viventi, cinematographe.it

L’esordio alla regia di Zack Snyder, coadiuvato da James Gunn che firma la sceneggiatura. L’alba dei morti viventi (2004) è secondo alcuni il miglior film che Snyder abbia mai realizzato. Il remake del celebre film di Romero può anche contare su una scena dopo i titoli di coda. I pochi sopravvissuti all’epidemia di zombie trovano rifugio su una nave e si dirigono verso un’isola che sperano possa rappresentare la salvezza. Ma quando arrivano sull’isola sono assaliti da un’orda di zombie e il loro destino viene lasciato a un sequel che però non è mai stato realizzato.

4. Benvenuti a Zombieland, una scena post-credits davvero fantastica

benvenuti a zombieland cinematographe.it

Lo spassosissimo film con Woody Harrelson e Jesse Eisenberg protagonisti può contare su una scena dopo i titoli di coda altrettanto spassosa. Vediamo infatti il personaggio interpretato da Woody Harrelson e Bill Murray disquisire di questioni esistenziali. E basta questo per farci amare Benvenuti a Zombieland (2009).

5. Una notte da leoni, una scena post-credits illuminante

Una Notte da Leoni, Cinematographe.it

Conosciamo molto bene Una notte da leoni (e i suoi sequel), film realizzato nel 2009. La pellicola si basa su un canovaccio molto fortunato: un gruppo di amici si sveglia dopo aver trascorso una notte di divertimenti senza ricordare niente di quanto successo. Anche il pubblico è lasciato all’oscuro di tutto, almeno fino alla fine del film. Infatti, durante i titoli di coda vediamo alcune fotografie che svelano i momenti salienti della notte passata dal gruppo di amici.

Leggi anche Una notte da leoni: recensione della commedia di Todd Phillips

6. La Cosa, dal prequel al sequel

la cosa 2011 cinematographe.it

Il prequel de La Cosa realizzato nel 2011 può contare su una scena post-credits che fornisce un aggancio con il film originale di John Carpenter (1982). Vediamo infatti l’unico sopravvissuto alla Cosa, che nel frattempo ha preso la forma di un cane, iniziare a darle la caccia con l’aiuto di un pilota d’elicottero. E come inizia il film di Carpenter? Proprio in questo modo: con due norvegesi che inseguono un cane all’interno di una base americana.

7. Monster University, post-credits scene geniale

Monster University, cinematographe.it

Per capire la scena presenta dopo i titoli di coda di Monster University (2013) bisogna partire dall’inizio del film. Viene infatti mostrato un mostro a forma di lumaca impanicato perché teme di arrivare in ritardo per il primo giorno di scuola. Naturalmente si affretta in tutti i modi, ma le lumache non sono certo celebri per la loro velocità. La scenetta si completa proprio dopo i titoli di coda: vediamo la lumaca arrivare finalmente a scuola, ma solo per scoprire che l’anno scolastico è già terminato.

8. Fast & Furious 6, la più marveliana delle scene post-credits

fast & furious 6, cinematographe.it

Il sesto capitolo della saga di Fast & Furious (2013) è certamente uno dei più riusciti dell’intero franchise. Inoltre, può contare su una scena post-credits davvero intrigante e allo stesso livello di quelle presenti nei film Marvel. Quanto meno come capacità di scatenare hype nel pubblico. Alla fine di Fast & Furious 6, infatti, scopriamo che l’incidente che ha provocato la morte di Han è stato causato da Decker Shaw, interpretato da Jason Statham che viene così introdotto all’interno della celebre saga.

9. 22 Jump Street, la scena post-credits è spassosissima e geniale

22 jump street cinematographe.it

Se citofonate a Casa Geniale, probabilmente vi risponderanno Phil Lord e Christopher Miller. I due registi hanno lavorato a numerosi film, ma 22 Jump Street (2014) resta probabilmente uno dei loro migliori. In particolare, la scena dopo i titoli di coda è un vero e proprio saggio della loro spassosa genialità. In un rapido montaggio vediamo le missioni a cui i due protagonisti del film – Channing Tatum e Jonah Hill – vengono assegnati in ipotetici sequel della pellicola: finiscono a scuola, nello spazio, in una serie animata, perfino in un videogioco. E non si può non rotolare dal ridere vedendo queste scene.

10. Ralph Spacca Internet, una scena post-credits vietata ai minori?

Ralph spacca internet Cinematographe.it

No, il titolo non è affatto clickbait: la scena post-credits di Ralph Spacca Internet (2018) potrebbe essere davvero classificata come vietata ai minori. Vediamo infatti una bambina piccola che gioca con un tablet, lamentandosi del fatto che una scena presente nel trailer non è poi finita nel film (la stessa scena della bambina che si lamenta, presente nel trailer, finisce in questo modo nel film). Nel tablet con cui sta giocando vede Ralph che dà da mangiare a un coniglio in maniera eccessiva, fino a farlo esplodere. Letteralmente esplodere. È o non è da vietare ai minori?

Leggi anche Ralph Spacca Internet: recensione del film Disney

Articoli correlati