King – Un cucciolo da salvare: la storia vera alla base del film di David Moreau

Le vicende raccontate in King - Un cucciolo da salvare si ispirano a fatti realmente accaduti.

King – Un cucciolo da salvare, in onda stasera alle 21.00 su Sky Cinema Family HD, segue le vicende di un leoncino riservato alla tratta di animali selvatici. Complice il destino, King fugge dall’aeroporto e trova riparo in casa del quindicenne Alex e della dodicenne Inés. Fratello e sorella, i due hanno l’audace idea di riportarlo a casa sua, in Africa. Dalla Francia si mettono in viaggio, ma l’inseguimento dei doganieri non semplifica il loro proposito. Tuttavia, quando Max, il nonno dalla personalità quantomeno sopra le righe visto appena in appena due occasioni dai ragazzi nella loro vita, si unisce all’avventura, qualunque cosa diventa possibile. Ed è incredibile pensare come la trama sia ispirata a una storia vera.

La storia vera dietro a King – Un cucciolo da salvare

King Un cucciolo da salvare storia vera Cinematographe.it

A differenza di tanti altri lungometraggi incentrati su animali selvatici, King – Un cucciolo da salvare non cerca necessariamente il realismo, bensì dà luce alle peripezie dei protagonisti, offrendo un racconto appassionato e appassionante. Poiché il benessere e la sicurezza degli animali costituivano una priorità della squadra di lavoro, le sequenze più ardite non sono state girate con un reale cucciolo di felino. 

Non era affatto nei piani, pertanto è stato creato un modello dalla Mathematics, società specializzata in effetti speciali. Per i primi piani e le interazioni con il personaggio di Inès la scelta è, invece, ricaduta su un autentico cucciolo di leone, portato poi in salvo in una riserva protetto in Africa, dove avrà modo di vivere in totale libertà.

King Un cucciolo da salvare storia vera Cinematographe.it

David Moreau, il regista di King – Un cucciolo di leone da salvare, ha spiegato di aver ricevuto la proposta nel momento in cui aveva intenzione di adattare un documentario su Christian il leone, l’esperienza di un cucciolo comprato da due amici in un negozio londinese negli anni Sessanta. Anche qui, come abbiamo già spiegato in precedenza, le vicissitudini rappresentate su schermo costituiscono una trasposizione di avvenimenti davvero accaduti.

Leggi anche I 10 serial killer più inquietanti della tv

Articoli correlati