Da Tom Cruise a Sylvester Stallone: 10 attori che hanno rifiutato di avere una controfigura in scene d’azione da brivido!

Tra action da brivido e thriller ad alta tensione, ecco 10 star del cinema d'azione che si sono spesso rifiutate di usare una controfigura.

Ci sono alcuni attori che non hanno alcuna intenzione di usare una controfigura anche se la scena da girare può richiedere l’impossibile. Che si tratti di un film d’azione, di un horror, di un thriller ad alta tensione o di uno di quei film che sembrano fare un largo uso di effetti speciali, ci sono numerose pellicole che sono note per mettere i propri eroi in situazioni di vita o di morte o dove il pericolo è sempre in agguato dietro l’angolo. Tra sequenze coinvolgenti e ricche di suspence, a volte, per evitare rischi, le controfigure servono a far stare al sicuro attori e attrici. Hollywood è però piena di temerari A-listers che preferiscono fare il possibile per garantire la massima autenticità al film. Che stiano interpretando archeologi, spie, delinquenti o qualsiasi altro tipo di persona, c’è un certo numero di attori che vogliono fare tutto il lavoro da soli. Ecco di seguito 10 interpreti che si rifiutano di usare controfigure.

Harrison Ford

Shrinking; cinematographe.it

Veterano di diversi film d’azione, Ford non ha mai paura di sporcarsi le mani. Durante le riprese della serie di Indiana Jones, si è allenato duramente per riuscire a fare tutte le acrobazie che la pellicola richiedeva. Ford era così abile sul set che il leggendario stuntman Vic Armstrong ha ironizzato dicendo che se avesse continuato ad allenarsi, lo avrebbe lasciato senza lavoro. Lo stuntman è comunque stato protagonista di alcune scene, ma è stato Ford a correre maggiori pericoli.

Col passare degli anni l’attore non ha cambiato idea. J.J. Abrams ha dichiarato di aver apprezzato il ritorno di Ford in Han Solo, diventando uno dei membri più attivi del cast di Star Wars: Il risveglio della forza. E questo è successo dopo che Ford si era rotto una gamba durante le riprese. Con l’arrivo di Indiana Jones 5 si può dire che i giorni di Ford come attore e stuntman non siano finiti.

Tom Cruise

Tom Cruise Cinematographe.it

Una delle principali star d’azione di questa generazione, Tom Cruise , del pericolo non ne ha mai abbastanza. Le sue imprese nel franchise di Mission: Impossible sono le più famose: durante le riprese di Mission: Impossible – Protocollo fantasma, nel 2011, Cruise ha scalato il grattacielo del Burj Khalifa, e nel sequel Mission: Impossible: Rogue Nation, l’attore si è effettivamente aggrappato a un aereo in decollo, offrendo ai fan una sequenza d’apertura difficile da dimenticare. È noto che i film di Mission: Impossibile non fanno che alzare, di volta in volta, la posta in gioco per l’attore, ed è davvero inimmaginabile ciò che sarà capace di fare Tom Cruise per le prossime volte.

Keanu Reeves

azione

All’apice del successo negli anni ’90, Keanu Reeves è diventato in breve tempo una star dell’action. Sempre pronto ad acrobazie già dal 1994 con Speed quando l’attore si è allenato in segreto per riuscire a saltare da una Jaguar all’autobus, causando non poco stress al regista. Più tardi, Reeves è stato incredibile in Matrix, realizzando molte delle sue scene di combattimento da solo. Nel corso della sua carriera, Reeves ha continuato a lavorare in film d’azione entusiasmando fan e pubblico con il “gun-fu” di John Wick, creando alcune delle sequenze action più belle nella Storia del Cinema. L’attore ha eseguito il 90% delle acrobazie presenti nel film.

Angelina Jolie

Angelina Jolie sorridente

Secondo il suo allenatore, l’attrice ha eseguito il 99% delle acrobazie durante la sua intera carriera, che contiene diverse incursioni nel genere d’azione, tra cui Mr. e Mrs. Smith e Wanted. Il merito più grande va però al thriller Salt, in cui la Jolie non usa nessuna controfigura. Quando gli spettatori vedono il personaggio tuffarsi attraverso porte che si stanno chiudendo o camminare su una sporgenza a diversi metri d’altezza, è la Jolie a farlo. Anche durante le riprese di Maleficent ha eseguito lei stessa numerose scene come la sequenza d’azione che richiedeva che fosse sospesa a un filo prima di essere lasciata cadere.

Daniel Craig

daniel craig, cinematographe.it

Interpretare James Bond per Daniel Craig è stata una vera e propria sfida, che l’attore non vedeva comunque l’ora di fare. Craig si è rapidamente affermato come uno degli 007 più forti e temerari di sempre, assicurando se stesso e gli altri di essere sempre al massimo della forma per il lavoro acrobatico che veniva richiesto. Sentiva che era un aspetto importante della produzione e si sforzava di fare il più possibile da solo.

Craig ha ammesso in numerose interviste di lasciare le acrobazie più semplici ai professionisti, sono le più difficili che vuole affrontare. Craig sarà sempre ricordato per il personaggio di James Bond anche per essere stato protagonista di alcune incredibili sequenze d’azione durante i film. Dopo 5 film di Bond, non c’è da meravigliarsi che non sia così impaziente di lasciare i pericoli alle sue controfigure.

Matt Damon

matt damon, cinematographe.it

Matt Damon ha contribuito negli anni a ridefinire il genere con l’acclamata trilogia di Jason Bourne. Ha interpretato la parte della spia alla perfezione, e questo includeva la maggior parte delle acrobazie presenti nel film. Damon era pronto a gestire le sequenze di guida acrobatica, prendendo lezioni prima di girare alcuni degli inseguimenti in auto più emozionanti della serie. Damon ha anche eseguito alcune scene sott’acqua, proposta che all’inizio lo ha spaventato. L’abilità di Damon con le acrobazie non si limita alla serie di Jason Bourne; ha lavorato senza controfigure anche in film come Salvate il soldato Ryan e Il coraggio della verità. Ma sarà sempre noto per aver dato vita a Jason Bourne, rivoluzionando la figura dell’eroe d’azione.

Jason Statham

Operation Fortune, Jason Statham - Cinematographe.it

Diventando popolare recitando in vari film d’azione, Statham ha espressamente dichiarato che adora quella scarica d’adrenalina che gli fa fare le acrobazie di cui è stato protagonista. La sua filmografia ha davvero molti esempi del genere, rendendo difficile individuare una scena in particolare che si aggiudichi un posto nella classifica dei maggiori pericoli che ha affrontato. Ogni volta che il personaggio di Statham è sullo schermo  a sfidare la morte, è molto probabile che si tratti di lui.

Statham ha anche scherzato affermando che si sono tutti così abituati a vederlo vivere il pericolo sul grande schermo, che lui stesso sente il bisogno di superarsi ogni volta; è come se si sentisse  sempre costretto a mettersi alla prova, superando i propri limiti. Ma è comunque qualcosa che Statham ama fare, anche se è innegabile che nessuno si lamenterebbe se una sua acrobazia non fosse “migliore” dell’ultima della quale è stato protagonista.

Arnold Schwarzenegger

arnold schwarzenegger, cinematographe.it

In parte anche perché i registi non sono riusciti a trovare una controfigura che corrispondesse alla struttura unica dell’attore, Arnold Schwarzenegger ha fatto molte acrobazie nel corso della sua carriera. Non sorprende che sia sempre stato all’altezza del compito, dato che ha iniziato a farsi notare nel bodybuilding. Era sempre in ottime condizioni fisiche ed è stata la sua abilità come stuntman a farlo arrivare fino ad Hollywood e lui non si è mai comunque tirato indietro.

Come molti dei suoi colleghi, Schwarzengger ha continuato a voler dare il meglio di sé in ogni scena d’azione anche quando iniziava ad avere un certa età. Si è rifiutato di usare una controfigura durante le riprese di The Last Stand, desiderando che tutto sembrasse il più reale possibile. Il co-protagonista Johnny Knoxville ha dichiarato che Arnold Schwarzengger lo faceva sfigurare: lui era pessimo nel fare acrobazie.

Sylvester Stallone

azione

Syvester Stallone ha avuto la sua grande occasione a Hollywood come attore drammatico nell’originale Rocky, ma dopo esser diventato famoso al grande pubblico si è trasformato in una delle migliori e più amate star d’azione della Storia del Cinema. Stallone è sempre stato disposto a sacrificarsi per la buona riuscita del film e le ferite riportate lo dimostrano. Durante la produzione di Rocky 4, Stallone è stato ricoverato in terapia intensiva dopo aver preso un pugno da Dolph Lundgren e si è rotto il collo girando il primo capitolo di I mercenari.

Stallone è tornato alle sue radici drammatiche in Creed – Nato per combattere per il quale ha ottenuto una nomination all’Oscar come Miglior attore non protagonista. I suoi giorni nel mondo dell’action sono comunque tutt’altro che terminati, nonostante l’attore stia per compiere i suoi 77 anni. C’è qualcosa di davvero ammirevole nella sua capacità di dare il meglio in ogni film d’azione, considerando anche il ricovero e l’essersi rotto il collo.

Cameron Diaz

Cameron Diaz

Anche se il nome di Cameron Diaz non è il primo che viene in mente quando si pensa a film d’azione,  quando si tratta di fare acrobazie, non si tira certo indietro. Recitando al fianco di Tom Cruise in Innocenti bugie, l’attrice ha interpretato lei stessa molte delle sequenze più rischiose. In particolare, è stata la Diaz a girare le sequenze di guida acrobatica. L’attrice ha riportato alcuni tagli e lividi nel corso del film, ma ha contribuito alla verosimiglianza del film e bisogna dire che la particolarità di non voler usare una controfigura non è mai indifferente.

Leggi anche Contratti senza senso: da Johnny Depp a Tom Cruise, 10 attori che hanno firmato le clausole più illogiche

Articoli correlati