Arctic – Un’avventura glaciale: chi sono i doppiatori del film animato

Scopriamo le voci originali e i doppiatori italiani di Arctic – Un’avventura glaciale, al cinema dal 12 marzo 2020 con Notorious Pictures.

In un mercato dominato dai colossi Disney e Dreamworks, capaci di trasporre storie adatte a un pubblico appartenente a ogni età, i film d’animazione destinati prettamente a una fascia infantile non hanno vita facile. Questo è proprio il caso di Artict – Un’avventura glaciale, pellicola animata per bambini che vanta un cast originale di grandi nomi.
Il film è in uscita nelle sale italiane il 12 marzo 2020, distribuito da Notorious Pictures.

Vediamo insieme quali sono le voci originali e i doppiatori italiani di Artict – Un’avventura glaciale!

1. Jeremy Renner e Stefano De Martino per Speedy, la volpe artica protagonista del film

Nella versione originale, la volpe artica protagonista ha la voce di Jeremy Renner, che in molti di voi conosceranno per il suo ruolo di Occhio di Falco nell’Universo Cinematografico Marvel. L’attore è attualmente impegnato proprio con la serie dedicata all’arciere e alla sua vita dopo la fine degli Avengers, che dovrebbe arrivare sulla nuova piattaforma Disney+ in una data imprecisata del 2021. Nel corso degli anni, Renner ha ottenuto numerosi riconoscimenti, venendo candidato due volte all’Oscar, la prima per The Hurt Locker nel 2011 e la seconda per The Town nel 2012, e prendendo parte a pellicole nominate come American Hustle e Arrival. Negli ultimi tempi, l’attore è riuscito a destreggiarsi tra pellicole drammatiche quali Wind River e la commedia demenziale Prendimi!, senza dimenticare la sua partecipazione alla saga di Mission Impossible nei panni dell’agente William Brandt. Per quanto riguarda il doppiaggio, Arctic – Un’avventura glaciale rappresenta la sua prima esperienza nel settore dell’animazione, sebbene in passato abbia prestato la voce alla miniserie di History Channel intitolata The World Wars.

In italiano, la volpe Swifty ha la voce di Stefano De Martino, che i più conosceranno per aver partecipato alla nona edizione del talent show Amici di Maria De Filippi ma, soprattutto, per la sua relazione con la showgirl Belén Rodríguez. Conduttore televisivo e modello, De Martino è completamente nuovo al mondo del doppiaggio e questa rappresenta la sua prima partecipazione a un film d’animazione.

Arctic – Un’avventura glaciale: leggi qui la recensione del film d’animazione

2. Alec Baldwin e Stefano Fresi doppiano PB, un orso polare nevrotico e poco socievole

L’orso polare co-protagonista del film ha la voce di Alec Baldwin, noto ai più per i suoi innumerevoli ruoli da comico e per la serie 30 Rock, per cui ha vinto 3 Golden Globe, 3 Premi Emmy e 8 Screen Actors Guild. Attivo sin dagli anni ’80, Baldwin ha raggiunto la popolarità grazie alla pellicola Bettlejuice, diretta da Tim Burton, che lo ha lanciato nel genere della commedia da cui non si è più distaccato. Famoso per i ruoli da canaglia che notevolmente rispecchiano la sua indole reale, l’attore ha 3 fratelli, tutti quanti attori, conosciuti nel settore come i fratelli Baldwin. Tra le sue recenti apparizioni al cinema, si possono ricordare Motherless Brooklyn, A Star is Born e gli ultimi due capitoli della saga di Mission Impossible. Nell’ultimo periodo, l’attore è stato impegnato anche con il suo programma televisivo dal titolo The Alec Baldwin Show, trasmesso sul network ABC nel corso del 2018 ma che, a causa delle stroncature da parte della critica, è stato messo in attesa.

Nella versione italiana, l’orso PB ha la voce di Stefano Fresi, il quale ha recentemente doppiato Pumbaa nel live-action Disney de Il re leone, uscito lo scorso Agosto nelle sale italiane. Quest’ultima esperienza ha rappresentato per Fresi il primo approccio al mondo del doppiaggio. Nonostante abbia partecipato a pellicole di successo come Romanzo criminale di Michele Placido, Nessuno mi può giudicare con protagonista Paola Cortellesi e Viva l’Italia con Raoul Bova e Alessandro Gassmann, l’attore ha raggiunto la notorietà grazie al film Smetto quando voglio, in cui interpreta il personaggio di un chimico che è costretto a lavorare come lavapiatti in un ristorante cinese e che, insieme ad alcuni suoi colleghi precari, decide di creare un nuovo tipo di droga. Dopo essergli valso una candidatura al David di Donatello come miglior attore non protagonista, Fresi ha ripreso questo ruolo nel sequel del 2017 Smetto quando voglio – Ad honorem.

3. Heidi Klum e Ambra Angiolini in Artic, nel doppio ruolo di Jade & Bertha

Nella versione originale, la volpe rossa Jade, aiutante del protagonista Swifty, ha la voce di Heidi Klum, la quale doppia anche il personaggio di Bertha, una lontra amante delle teorie cospiratrici. La supermodella tedesca, noto angelo di Victoria Secret, ha iniziato la sua carriera nel lontano 1992 grazie al concorso di bellezza Model 92, con il quale ha vinto su oltre 250.000 concorrenti. Nell’industria cinematografica, la Klum ha svolto solamente alcuni camei in diversi film, tra cui Blow Dry, Ella Enchanted – Il magico mondo di Ella, Tu chiamami Peter, Perfect Stranger e l’indimenticabile Il diavolo veste Prada, in quest’ultimo caso nei panni di se stessa. In veste di doppiatrice, invece, la supermodella aveva già prestato  la voce in occasione del film animato Hoodwinked Too! Hood vs. Evil, uscito nel 2011.

Nella versione italiana, la volpe Jade viene doppiata da Ambra Angiolini, attrice e conduttrice televisiva e radiofonica. Dopo aver esordito appena quindicenne nel programma estivo Bulli & pupe, andato in onda nel 1992 su Canale 5, debutta nella stagione successiva nel programma Non è la Rai, che le conferisce un’enorme popolarità. Dopo aver sperimentato diversi ruoli nel mondo dello spettacolo, Angiolini decide di focalizzarsi sulla sua carriera di attrice e conduttrice riscuotendo un discreto apprezzamento da parte del pubblico. La sua prima esperienza di attrice risale al 2007 con il film Saturno contro, diretto da Ferzan Özpetek, con il quale vince i principali premi cinematografici italiani, tra cui il David di Donatello e il Nastro d’argento come migliore attrice non protagonista. Nell’ambiente del doppiaggio, invece, Ambra Angiolini ha iniziato come voce narrante della pellicola drammatica La volpe e la bambina, per poi proseguire con il sequel Pixar Gli Incredibili 2 nel ruolo dell’antagonista Evelyn Deavor e il più recente candidato all’Oscar Klaus – I segreti del Natale nella voce di Alva.

4. John Cleese è il Dottor Walrus, il tricheco antagonista doppiato in italiano da Massimiliano Allegri

Nella versione originale, il cattivo Dottor Walrus, un tricheco che vuole accelerare il riscaldamento globale e sciogliere il circolo polare artico, è doppiato da John Cleese, attore, comico, sceneggiatore e produttore cinematografico inglese, noto per essere uno dei membri dei Monty Python. In molti lo ricorderanno sicuramente per il suo ruolo di Archie Leach nella pellicola Un pesce di nome Wanda, per cui Cleese ha ricevuto una candidatura all’Oscar non come Miglior attore protagonista bensì in qualità di sceneggiatore del film. Tra le diverse pellicole a cui ha preso parte ci sono Frankenstein di Mary Shelley, diretto da Kenneth Branagh, Mowgli – Il libro della giungla di Stephen Sommers, il capitolo di 007 La morte può attendere con Pierce Brosnan nel ruolo di James Bond, Il giro del mondo in 80 giorni con Jackie Chan. Da non dimenticare, inoltre, la sua partecipazione ai primi due film della saga di Harry Potter nei panni del fantasma Nick Senzatesta che si aggira tra le scalinate di Hogwarts. In quanto doppiatore, Cleese ha lavorato in innumerevoli film d’animazione, come i classici Fievel conquista il West, L’incantesimo del lago e Shrek 2, e nel più recente Trolls.

Nella versione italiana, il malvagio Dottor Walrus viene doppiato da Massimiliano Allegri. Allenatore di calcio ed ex calciatore italiano, durante la sua carriera ha giocato in Serie A con le maglie di Pisa, Pescara, Cagliari, Perugia e Napoli. Dal 2014 al 2019 ha allenato la squadra della Juventus. Attualmente, è fidanzato con l’attrice Ambra Angiolini, che nel film Arctic – Un’avventura glaciale, presta la voce italiana di Jade.

5. Anjelica Huston è Magda, un caribù dall’accento un po’ particolare. In italiano al sua voce è quella di Barbara Castracane

Nella versione originale, il caribù Magda ha la voce della grande Angelica Huston, attrice e doppiatrice americana, famosa presso il pubblico per aver interpretato il ruolo di di Morticia Addams ne La famiglia Addams. Figlia d’arte e membro di una lunga dinastia di attori l’Oscar alla miglior attrice non protagonista per la sua interpretazione nel 1985 per il film L’onore dei Prizzi, destreggiandosi in seguito tra pellicole più commerciali e drammi pluripremiati. Nel corso della sua carriera ha ricevuto inoltre otto candidature ai Golden Globe (una vittoria), tre candidature ai BAFTA, tre candidature agli Screen Actors Guild Award e cinque candidature agli Emmy, rendendola a modo suo un’icona e creandosi una reputazione distaccata da quella del padre e del nonno. Lo scorso anno la Huston è comparsa in un piccolo ruolo in John Wick 3 – Parabellum,  mentre nei prossimi mesi la vedremo nell’atteso lavoro di Wes Anderson, The French Dispatch, come membro di un cast corale composta da grandi e da esordienti nomi della cinematografia odierna. Nel corso degli anni, l’attrice è stata molto attiva anche in veste di doppiatrice, tra serie tv animate quali American Dad, Bojack Horseman e Tutti pazzi per Re Julien, e pellicole più impegnative come L’isola dei cani, diretto da Wes Anderson.

Nella versione italiana, la severa Magda ha la voce di Barbara Castracane, nota doppiatrice e direttrice del doppiaggio. In passato, ha lavorato nei tre capitoli della saga di Cars – Motori ruggenti, in Madagascar 3 – Ricercati in Europa nel ruolo del Capitano Chantel DuBois e in Mr. Peabody e Sherman con il personaggio di Miss Grunion. Nel corso della sua carriera, ha anche doppiato numerose attrici, tra cui Queen Latifah, Grace Jones, Joan Allen e Famke Janssen nella saga cinematografica degli X-Men.

6. James Franco e Vinicio Marchioni danno la voce a Lemmy, un albatross sbadato

Nella versione originale, l’albatross Lemmy ha la voce di James Franco, attore inizialmente impegnato trasformatosi negli anni in un comico del genere demenziale. Ha raggiunto la fama e la popolarità nel 2001 per la sua interpretazione di James Dean nel film televisivo James Dean – La storia vera, per poi entrare nel cast della prima trilogia di Spider-Man diretta da Sam Raimi. Nel corso dei successivi anni si sono succedute varie pellicole drammatiche, tra cui Tristano e Isotta, Annapolis, Giovani Aquile e Milk, ma i suoi avvicinamenti alla droga e all’attore comico Seth Rogen, lo hanno poi portato verso la strada delle commedie demenziali, come Strafumati, Facciamola finita e il satirico The Interview. Franco ha ricevuto una candidatura all’Oscar come Miglior attore per la sua interpretazione di Aron Ralston nel film 127 ore, diretto da Danny Boyle, mentre nel 2018 ha vinto il Golden Globe come Miglior attore in un film commedia o musicale per il ruolo del regista Tommy Wiseau in The Disaster Artist. Negli ultimi tempi, Franco è stato impegnato con la serie televisiva The Deuce della HBO, conclusasi lo scorso anno. Nel mondo del doppiaggio, l’attore aveva già lavorato in occasione della trasposizione del classico letterario Il piccolo principe, uscito nel 2015, e nel meno adatto per bambini Sausage Party – Vita segreta di una salsiccia.

Nella versione italiana, Lemmy ha la voce di Vinicio Marchioni, alla sua prima esperienza nel doppiaggio di un film animato. Romano di origini calabresi, ha raggiunto la popolarità per la sua partecipazione, nel ruolo de il Freddo, nella serie televisiva Romanzo criminale, diretta da Stefano Sollima, ispirata alla vera storia della cosiddetta Banda della Magliana. Nel 2009 debutta sul grande schermo con Feisbum! Il film, pellicola in otto episodi ispirata al servizio di rete sociale Facebook. In seguito, l’attore prende parte a due film di Paolo Genovese, Tutta colpa di Freud e The Place, a Miele di Valeria Golino, e a due pellicole americane quali To Rome with Love di Woody Allen e Third Person diretto da Paul Haggis. Lo scorso anno, lo abbiamo visto nell’adattamento dell’omonimo romanzo de L’uomo nel labirinto, diretto da Donato Carrisi, con protagonisti Toni Servillo e Dustin Hoffman.

7. Omar Sy è Leopold, una lontra cospiratrice dall’accento francese

Nella versione originale, la lontra Leopold viene doppiata dall’attore francese Omar Sy, il quale ha raggiunto la fama nel 2011 grazie alla pellicola campione d’incassi Quasi Amici, uno dei film di maggior successo di tutti i tempi in Francia, per la cui interpretazione ha vinto il Premio César per il migliore attore. L’enorme trionfo di questo film, tale da generare un remake americano con Bryan Cranston, gli ha aperto le porte di Hollywood, da cui è stato chiamato in occasione di blockbuster come X-Men – Giorni di un futuro passato, Jurassic World, quarto capitolo della saga creata da Steven Spielberg, e l’adattamento del romanzo di Dan Brown Inferno, diretto da Ron Howard. Nel corso di questi anni, Sy ha continuato a lavorare anche in Francia in commedie dalle vene drammatiche quali Samba, Mister Chocolat, Dr. Knock e Il viaggio di Yao.

Attualmente si può vedere nelle sale italiane nella trasposizione Disney del romanzo Il richiamo della foresta, con protagonista Harrison Ford, che sta riscuotendo ottimi risultati al botteghino statunitense. Come doppiatore, Omar Sy aveva lavorato solamente a Transformers – L’ultimo cavaliere di Michael Bay, nel ruolo di Hot Rod, un autobot che si trasforma in una Citroën DS prima di ricevere l’aggiornamento in una Lamborghini del 2016.