Aliens – Scontro Finale: 15 validi motivi per realizzare un nuovo sequel!

Alien: Covenant è in arrivo ma tanti dubbi insidiano la realizzazione di Alien 5. Ecco 15 buoni motivi per un nuovo sequel di Aliens - Scontro Finale

Manca ormai veramente poco all’uscita nei cinema di Alien: Covenant, il secondo prequel della saga e il sequel di Prometheus che ha fatto appassionare milioni di spettatori, dal 1979 ad oggi. Intanto, però, il regista Ridley Scott ha da poco pubblicato un importante aggiornamento sulle sorti dell’ipotetico sequel di Aliens – Scontro Finale, ideato da Neil Blomkamp, provvisoriamente intitolato Alien 5.

Il tutto è nato nel 2015, quando il regista sudafricano Neill Blomkamp aveva colpito l’attenzione, pubblicando alcuni concept art legati a una sua idea di un sequel che continuasse la saga, ripartendo da Aliens – Scontro Finale e ignorando i due capitoli seguenti. Ma già nel gennaio di quest’anno un Twitter dello stesso regista ha raffreddato le speranze di molti: alla domanda di un fan su quante possibilità effettive ci fossero che il progetto si trasformasse in realtà, un laconico «Poche» non ha lasciato molto spazio alla fantasia.

Ed ora a mettere la parola fine, almeno per adesso, a questo progetto arrivano le parole di Scott:

“Non credo che vedrà mai la luce del giorno. […] Non c’è mai stato uno script, ma solo un’idea che si era evoluta da una dozzina di pagine.”

Ciò ha rassicurato gli appassionati di Alien 3 e Alien – La clonazione (Alien Resurrection) che non amavano l’idea di vedere un sequel che ignorasse completamente i due capitoli della saga. La stessa cosa, invece, non si può certamente dire dei numerosissimi fan di Aliens – Scontro Finale che aspettavano il sequel di Blomkamp per vedere di nuovo Ripley, Hicks e Newt vivi e all’azione.

Si possono provare a capire le ragioni della posizione di Ridley Scott, ma allo stesso tempo è innegabile la forte delusione che la notizia ha scatenato nei milioni di fan. Un sequel che ripartisse da Aliens sarebbe stata veramente così una cattiva idea? Ecco qui 15 validi motivi per cui invece questo progetto dovrebbe essere assolutamente ripreso e portato a termine.

I fan di Aliens – Scontro Finale meritano un finale che non sia deprimente

aliens

Ovviamente una parte dei fans di Aliens 3 lo difenderebbe fino alla morte, ma sarebbe inutile negare che la maggior parte degli appassionati della saga si è sentita assolutamente tradita dal film di David Fincher.

La pellicola, caratterizzata da un’innegabile confusione, è oggettivamente uno dei lavori meno riusciti del regista, tanto da essere stato rinnegato dallo stesso Fincher in un’intervista del 2009. Senza contare il fatto che esso fu una totale doccia fredda per chiunque si fosse lasciato andare alla speranza di poter vedere un film in cui comparissero di nuovo non solo Ripley, ma anche i suoi compagni, sopravvissuti al crudele alieno.

Insomma i fan meriterebbero un nuovo sequel che continuasse fedelmente, senza tradirla, la storia raccontata da James Cameron e da Ridley Scott.

Il passato di Ripley è ancora tutto da scoprire dopo Aliens – Scontro Finale

aliens

Cosa sappiamo effettivamente sul passato di Ellen Louise Ripley? Veramente molto poco. La saga infatti svela ai suoi fan poche notizie su questo personaggio centrale, celando completamente il suo passato, fatta eccezione per la rivelazione che aveva una figlia di nome Amanda, della cui morte Ripley scopre solo in una scena di Alien tagliata dal regista.

Sebbene alcune lacune siano state colmate da altri media, ad esempio nel libro Out of the Shadows del 2014, si scopre che aveva un ex marito di nome Alex, ma il personaggio di Ripley potrebbe avere molte altre cose da svelare ai suoi fan.

Michael Biehn è degno di un ritorno dopo Aliens – Scontro Finale

Alien 3 era stato progettato con l’idea di dare a Michael Biehn un rilievo centrale, così da permettere all’attore di espandere la popolarità del suo personaggio, ma anche di garantirgli una carriera da film di serie A.

Purtroppo le cose non sono andate così: la 20th Century Fox non era per niente entusiasta di un film Alien che non avesse Sigourney Weaver in un ruolo da protagonista e i loro dubbi alla fine ebbero la meglio sul progetto iniziale.

Dopo queste vicende Biehn ha avuto una carriera travagliata, per una serie di motivi, tra cui un problema con l’alcol e la dura battaglia per uscirne, ma, nonostante ciò, è un attore dall’indubbio potenziale e meriterebbe un maggior successo di quello che ha avuto. Un sequel di Aliens è probabilmente l’unico modo possibile per rendere ciò possibile.

Anche i personaggi secondari di Aliens – Scontro Finale meritano di meglio

aliens

È inutile girarci intorno: la morte violenta e macabra toccata a  Newt e Hicks (e la disattivazione di Bishop) è stata veramente irrispettosa nei confronti dei personaggi. I fan sono stati costretti ad assistere ad una tragedia inaspettata, senza neanche aver avuto la possibilità e il tempo di addolorarsi e di dire addio ai personaggi che avevano appena conosciuto in Aliens. Certamente Ripley meritava una vittoria, ma anche gli altri personaggi Newt, Hicks e Bishop avrebbero potuto avere un’infinità di possibilità all’interno della saga e forse ora è arrivato il momento di concedergliele.

Lo storyboard di Blomkamp promette veramente bene, l’ipotetico Alien 5 con eventi postumi Aliens – Scontro Finale

aliens

Neill Blomkamp è stato il primo regista ad essere ad un passo dall’ottenere un accordo di distribuzione solo a partire da dei posts pubblicati sul suo profilo Instagram. È qui che i suoi concept art per Alien 5 sono stati resi visibili per la prima volta ed è da qui che tutto è nato.

Il grande entusiasmo che Blomkamp ha generato nel pubblico non si può solo attribuire alla nostalgia dei fan. Con il suo progetto infatti appare evidente come il regista avrebbe voluto espandere il mito legato ad Alien, inserendo nuove figure, tra cui una variante di Facehugger, e una nuova regina Alien. Ancora più intrigante è un disegno di Weaver con adosso un costume che sembra l’esoscheletro di Xenomorfo.

Essere così vicini al tanto agognato sequel ed esseri costretti a non poterlo vedere è veramente un peccato, soprattutto se le promesse erano queste!

Altri Colonial Marines dopo Aliens – Scontro Finale

aliens

Aliens ha aiutato ad espandere l’universo legato ad Alien introducendo un nuovo aspetto nel franchising: la militarizzazione. Mentre infatti l’equipaggio del Nostromo era formato da lavoratori contrattuali impreparati per lottare contro una macchina di uccisione altamente evoluta, non come, soldati americani pronti a tutto.

Ad eccezione dei videogiochi e dei fumetti, però, i Colonial Marines non sono stati sfruttati al massimo delle loro potenzialità. Ci sarebbe ancora molto altro da immaginare e raccontare…

Armi da fuoco a volontà, già protagoniste in Aliens – Scontro Finale

aliens

I Colonial Marines sono rimasti impressi nella memoria dei fan non solo grazie a personaggi memorabili come Hicks, Hudson, Vasquez e Bishop. Sicuramente di grande impatto sono state le tante armi da loro impiegate nelle battaglie rimaste memorabili: pistole SMART, fucili a impulso, pistole automatiche, navi a sgancio, caricatori elettrici e molto altro.

Immaginate con i progressi della tecnologia nel campo degli effetti visivi quanto ancora si potrebbe fare per rendere il tutto ancora più spettacolare e indimenticabile. In realtà nei suoi concept art Blomkamp non ha fatto riferimento all’arte militare per impressionare i suoi fan, ma di certo se si pensano ai suoi precedenti lavori, quali Discrict 9, Elysium e Chappie, siamo sicuri che non deluderebbe in questo senso!

Non solo Blomkamp, tanti registi tra cui scegliere per un sequel di livello per Aliens – Scontro Finale

aliens

I concept art pubblicati sul suo profilo Instagram sono di indubbio interesse, tanto che hanno scatenato una vera e propria tempesta sul web, ma non pochi sono i dubbi sull’effettiva idoneità di Neill Blomkamp come regista di un ipotetico Alien 5. Infatti, sebbene il suo film-debutto da regista District 9 abbia riscosso critiche molto favorevoli, lo stesso non si può dire dei lavori seguenti del regista, come Elysium e Chappie, per i quali non sono mancate recensioni anche molto negative.

Ora, però, senza entrare nel merito della questione, sicuramente ciò no può costituire un motivo sufficiente per bloccare un progetto dalle potenzialità infinite come potrebbe essere questo film! Il genere della science fiction non manca di certo di registi indubbiamente in gamba, per fare qualche nome Alfonso Cuaron, Duncan Jones, Denis Villeneuve, Rian Johnson, Gareth Edwards, Joe Cornish, Alex Garland, Doug Liman e altri ancora. Insomma c’è solo l’imbarazzo della scelta!

Dare il ben servito alla Compagnia, una volta per tutte dopo Aliens – Scontro Finale

alies

Nell’universo di Alien, oltre allo Xenomorfo, un altro nemico che meriterebbe di essere sconfitto una volta per tutte è di certo Weyland-Yutani, la spietata Compagnia scientifica pronta a tutto pur di perseguire i propri obiettivi, anche mettere a repentaglio vite umane. Nei film che compongono la serie, infatti, a parte qualche piccola vendetta, celebre ad esempio è la distruzione del robot Ash da parte dell’equipaggio del Nostromo nel primo episodio della saga, la compagnia scientifica non ha ancora avuto la giusta punizione.

Forse è arrivato il momento di smascherare i cinici componenti della Compagnia e dar loro la punizione che meritano.

Il tempo scorre per i protagonisti di Aliens – Scontro Finale

aliens

È inutile far finta di nulla, gli anni passano, anche per gli strepitosi attori che hanno dato il volto ai personaggi, ormai iconici, dell’universo Alien. Ad oggi, Sigourney Weaver ha 67 anni, Michael Biehn 60 anni e Lance Henriksen può vantare ben 77 anni. Certo, nessuno vuole mettere in discussione il loro talento, contro cui il tempo non può nulla, ma è inutile negare che i ruoli che dovrebbero interpretare necessitano di una certa prestanza fisica. Insomma, sarebbe meglio non far trascorrere altri 10 anni!

I fan ancora aspettano lo scontro universale tra uomini e alieni dopo gli eventi di Aliens – Scontro Finale

aliens

Alien 3 era nato da un concept art molto diverso da quello che poi sarebbe stato a tutti gli effetti il film: lo script originale, scritto da William Gibson, prevedeva infatti la sua realizzazione in due e film e soprattutto una conclusione spettacolare con uno scontro finale, guidato da Hicks, che avrebbe dovuto vedere l’intera umanità combattere contro gli Xenomorfi.

Ciò che ha reso veramente strano Aliens 3 fu quindi l’assenza di questa battaglia, cosa ancora più straniante se si considerano le minacce, a volte anche non troppo sottili, presenti negli episodi precedenti della saga.

Un nuovo sequel potrebbe essere la giusta occasione, e forse l’ultima, per restituire ai fan quanto promesso e mettere in scena una colossale battaglia tra uomini e Xenomorfi, una guerra senza pari insomma, degna di rimanere impressa nella memoria di tutti.

Newt, presente in Aliens – Scontro Finale, dovrebbe essere la nuova eroina della saga!

aliens

“E’ una grande storia e mi darebbe una grande soddisfazione regalare al mio personaggio il giusto finale. La sceneggiatura è ricca ed originale, inoltre tiene conto anche delle esigenze primarie degli alieni. […] Spero lo faremo.”

La dichiarazione di Sigourney Weaver per il progetto di Blomkamp non nasconde l’entusiasmo dell’attrice, inoltre svela che il film concluderebbe definitivamente la storia di Ripley. Ciò aprirebbe tuttavia le porte ad una nuova eroina della saga ed è ovvio che nessuno potrebbe ricoprire questo ruolo meglio di Rebecca “Newt” Jorden.

La piccola Newt, ormai cresciuta, sarebbe sicuramente all’altezza di Ripley, inoltre le sue conoscenze passate su come sconfiggere gli Xenomorfi la renderebbero praticamente invincibile. Ma intanto i fan non possono far altro che sperare.

Dopo tante fatiche e dispiaceri anche Ripley merita un po’ di felicità dopo Aliens – Scontro Finale

aliens

Il personaggio di Ripley, interpretato dall’attrice Sigourney Weaver, è senza dubbio una delle figure più forti di Alien, destinato a rimanere impresso nella mente dei milioni di fan della saga.

Negli episodi, che hanno legato indissolubilmente Weaver all’immaginario Alien, il suo personaggio non ha mai perso la lucidità e il coraggio, riuscendo ad avere la meglio sullo Xenomorfo, un essere praticamente invincibile. I momenti bui però non sono mancate, come ad esempio la scoperta della morte della figlia per vecchiaia, avvenuta durante il suo ipersonno. E’ giusto che concludi la sua storia  con un “lieto fine”, insieme alla sua nuova famiglia adottiva: Newt e Hicks. Ne sarebbero di sicuro felici anche i suoi fan.

Ridley Scott deve scendere dal trono, o almeno condividerlo con altri registi come fatto dopo il primo Alien e con Aliens – Scontro Finale

aliens

È inutile tentare di difenderlo: uno dei motivi, forse il più importante, per cui Alien 5 non riesce a vedere la luce del giorno è sicuramente Ridley Scott e la sua ferma convinzione nel non cedere il monopolio sulla serie alla cui nascita ha contribuito in prima persona. Ora, senza togliere nessun merito al regista, non sembra realistico il suo progetto di proseguire il franchising legato ad Alien con altri ben 6 episodi, soprattutto se si considera che ha 79 anni e che vuole fare tutto da solo.

Il regista infatti non sembra proprio disposto a condividere con altri registi il controllo sulla saga, quando invece sarebbe assolutamente possibile. Basta guardare il franchising di Star Wars, per il quale è stata creata una nuova trilogia accanto a film indipendenti come Rogue One e il prequel Han Solo. Questo solo per dire che c’è molto spazio per altri film Alien, tra cui sicuramente non può mancare un nuovo follow-up.

Il franchise ne guadagnerebbe e anche molto come successo con Aliens – Scontro Finale

aliens

Diamo un’occhiata ai dati riportati dal sito web Rotten Tomatoes, per quanto riguarda il valore economico prodotto dai singoli episodi della saga: Alien: 97%, Aliens: 98%, Alien 3: 44%, Alien Resurrection: 54%, Prometheus: 72%.

Insomma, dati alla mano, Aliens è il film che ha incassato maggiormente. Questo perché i fan hanno letteralmente amato Aliens – Scontro Finale e accoglierebbero sicuramente con pari entusiasmo un nuovo sequel, pur senza nulla togliere ai futuri film di Ridley Scott. Provare per credere!.

Articoli correlati