Alien e il futuro: i nuovi film e le serie TV in arrivo

Quali sono i film di Alien attualmente in produzione? Tutto quello che sappiamo sul destino dei prequel di Ridley Scott e di Alien 5 di Neill Blomkamp

Dopo il disastroso Alien Vs Predator 2 del 2008 la saga di Alien ha vissuto momenti alquanto particolari. Mentre il film otteneva discreti guadagni al botteghino, intascava anche una serie di pessime recensioni. Le cose hanno cominciato a migliorare considerevolmente quando Ridley Scott si è imbarcato in un prequel nel 2009, con la storia originale di Alien: Engineers ambientata per esplorare il retroscena della misteriosa creatura conosciuta come Space Jockey e della sua nave abbandonata.

Il progetto si è trasformato da un prequel lineare a più di uno spin-off durante il suo sviluppo, con Scott che ha avvertito personalmente che l’alieno era stato sovraesposto da troppi sequel. Prometheus è stato uno dei film di fantascienza più attesi di recente, ma sebbene si sia comportato molto bene dal punto di vista finanziario, il mix di fantascienza e di film di serie B ha deluso le aspettative dei fan. Prometheus è terminato con un colpo di scena che ha visto la scienziata Elizabeth Shaw (Noomi Rapace) e l’androide sociopatico David (Michael Fassbender) decollare alla ricerca degli Ingegneri, ma mentre veniva proposta una trilogia, il seguito evolveva ancora una volta in qualcos’altro.

Nonostante l’avversione di Scott a includere lo Xenomorfo, lo studio ha insistito su Alien: Covenant, includendo l’essere mostruoso insieme alla sua “prole”. Il film ha cercato così di essere sia un sequel di Prometheus e un prequel di Alien, ma non ha convinto del tutto i fan. Malgrado il fatto che il film sia caratterizzato da scene di tensione e non da una, ma due, grandi performance di Fassbender nei panni di David e Walter, Alien: Covenant è stato un altro prodotto poco convincente per i fan della saga. Anche se finanziariamente è andato peggio di quanto atteso e ha ricevuto recensioni contrastanti, il film è stato comunque un successo per il franchise. Pur se Scott aveva in programma altri due prequel di Alien, la serie si è bloccata. Tuttavia, non è ancora morta.

I prequel di Alien di Ridley Scott potrebbe essere stati accantonati

Prometheus è finito con una nota tremendamente cupa, con David che prende il controllo della nave e del suo carico dormiente, con l’intenzione di continuare i suoi inumani esperimenti. Il passo successivo di Ridley Scott per il prossimo film, soprannominato Alien: Awakening, avrebbe visto David creare la sua società perfetta senza umanità su un nuovo pianeta. Il personaggio di Katherine Waterston, Daniels, era pronto per tornare, così come lo erano gli Ingegneri per vendicarsi dell’androide, ma la mancanza di novità su un altro prequel di Alien dopo il rilascio di Covenant suggerisce che il progetto sia stato accantonato. Il regista ha dichiarato la sua ambizione di spingere la storia e l’origine dello Xenomorfo fuori dalla sua serie e di farla diventare Intelligenza Artificiale con David che diviene il nuovo alieno del titolo del franchise. Data la generale risposta da parte della critica e dei fan ad Alien: Covenant, è chiaro che questa non fosse un’idea popolare.

Inoltre, è molto dubbio che la 20th Century Fox approverebbe questa scelta, visto quanto è iconico il mostro. Il punto finale per la saga di Scott avrebbe riportato la serie all’Alien originale, spiegando come il derelitto fosse finito su LV-426, e forse rivelando che lo stesso David era lo Space Jockey, ma anche questa ipotesi per legare questa storia sembra problematica. C’è anche l’accordo Disney/Fox da considerare, con la prima che probabilmente si concentrerà su un target adatto alle famiglie rispetto ai prodotti vietati ai minori di 14 anni della Fox. Detto questo, l’amministratore delegato della Disney, Bob Iger, ha dichiarato più volte che la società è aperta a film Deadpool più orientati in tal senso e che continua con altre serie, quindi un nuovo film di Alien non è completamente fuori questione.

Alien 5 di Neill Blomkamp è stato cancellato, o forse no?

James Cameron potrebbe essere interessato ad Alien 5

Il regista Neill Blomkamp è un fan di lunga data della serie e, dopo aver rivelato alcune opere d’arte online per un quinto film proposto, Fox ha dato il via al suo progetto per lo sviluppo. La trama di Alien 5 non è mai stata rivelata, ma avrebbe mostrato il ritorno di Ellen Ripley, Hicks e Newt, con gli eventi di Alien 3 rivisti fuori dall’esistenza. Sembrava che il piano fosse sviluppare questo progetto e i prequel di Scott fianco a fianco, ma il film di Blomkamp è stato infine annullato in favore dei prequel. Scott in seguito ha affermato che Alien 5 non aveva mai avuto una sceneggiatura e Blomkamp ha dichiarato di essere andato oltre il progetto.

Sigourney Weaver amava l’idea di un Alien 3 alternativo, così come James Cameron. In effetti, una recente affermazione di quest’ultimo suggerisce che stia cercando di convincere Blomkamp a far risorgere il film, dove avrebbe partecipato come produttore. Cameron sarà impegnato nei prossimi anni a dirigere Avatar dal 2 al 5, ma è anche produttore di progetti come Alita: Angelo della battaglia e Terminator 6 di Tim Miller. Data la delusione dei fan per Alien: Covenant, dovrebbe esserci molta buona volontà nei confronti di un sequel ereditario che rimetta in discussione le decisioni controverse di Alien 3 riportando a bordo Weaver e Cameron. Blomkamp è attualmente impegnato in un altro sequel, RoboCop Returns, quindi sarà il tempo a stabilire se il suo progetto su Alien 5 andrà avanti.

Due serie TV live-action di Alien sono in fase di sviluppo

La serie web di Alien: Isolation debutterà su IGN

Una notizia su uno show televisivo ambientato nell’universo di Alien è apparsa per la prima volta nel 2018 e ora un altro rapporto suggerisce che ci saranno in realtà due prodotti. Queste serie proposte sono destinate ad apparire su piattaforme di streaming, con Scott che ha affermato di essere il produttore esecutivo di una di loro per Hulu. Non sono stati rivelati dettagli relativi alla trama di nessuno di questi potenziali spettacoli, ma una teoria è che potrebbero affrontare più epoche del franchise in diverse stagioni. È anche sconosciuto se questi programmi si connettono tra loro o rimangono separati. Il presunto coinvolgimento di Scott nello show di Hulu potrebbe indicare che la storia di David continuerà in qualche modo, anche se per ora è solo una congettura.

Questi prodotti devono ancora essere ufficialmente confermati e, a causa dell’accordo Disney/Fox ancora da definire, potrebbe trattarsi solo di voci. Fino al completamento dell’acquisizione, è meglio trattare le notizie di una serie tv con cautela. Detto questo, il franchise di Alien si è esteso a quasi tutti i mezzi oltre alla televisione nel corso degli anni, quindi uno o due programmi tv sarebbero essere intriganti da esplorare. In effetti, un prodotto seriale sequel di Alien fu lanciato per il film originale nel 1980, ma quel concetto non ha fatto molta strada prima di venire cancellato.

Quali sono le prospettive future per il franchise di Alien?

Il franchise celebra il suo 40° anniversario nel 2019 e ci sarà tutta una serie di nessi per celebrare l’occasione. Un documentario intitolato Memory: The Origins Of Alien esplorerà la creazione del film originale e ci saranno una serie di film per i fan ufficiali e un progetto sui media incentrato su Amanda Ripley, la figlia di Ellen. Il primo di questi è stato Alien: Blackout, un titolo per dispositivi mobili rilasciato di recente che ha fatto da continuazione all’apprezzato Alien: Isolation del 2014. Amanda tornerà anche per la miniserie comica Alien: Resistance e anche se il personaggio non è stato collegato a uno degli spettacoli proposti, sarebbe sicuramente diventata una protagonista importante per entrambi. Anche un gioco sparatutto multi giocatore ambientato nell’universo del film è in lavorazione.

Il futuro della serie sul grande schermo è un’altra questione. È stato rivelato che due finali alternativi di The Predator contenevano un forte legame con la saga di Alien, con un finale che rivelava un Weyland – Yutani che conteneva una Ellen Ripley dormiente (interpretata da una stuntwoman) e un’altra con un Newt adulto. Il fatto che sia stato girato il colpo di scena suggerisce che lo studio abbia preso in seria considerazione un altro Alien Vs Predator, ma alla fine abbia deciso di non farlo. Nel caso di The Predator, questi finali probabilmente parlavano più del desiderio dello studio di creare un colpo di scena shockante che mantenesse il pubblico emozionato per un altro prodotto piuttosto che un piano ben pensato per continuare il franchise.

Da una recente dichiarazione di Fox è emerso che non ci sono nuovi film di Alien attualmente in sviluppo – o almeno nessuno che sia vicino a essere annunciato. Se si tratta di una scelta tra Alien: Awakening di Scott o Alien 5 di Blomkamp, quest’ultimo è probabilmente l’opzione più avvincente, ma anche una sorta di reboot che riporti la serie alle basi è una forte possibilità. Dato il numero enorme di notizie e rumor, sembra che qualcosa sia in fermento dietro le quinte del franchise, ma probabilmente non ne sapremo di più fino a quando non sarà concluso l’accordo tra Disney e Fox.

Tags: Alien

Articoli correlati