Manuel Agnelli: “Così sono entrato nella mente di Diabolik”

I due brani originali composti e cantati da Manuel Agnelli per Diabolik spiegati dal frontman degli Afterhours.

Per il suo esordio da solista Manuel Agnelli, frontman della rock band Afterhours, è sceso “negli abissi” della mente criminale di Diabolik, il famoso personaggio dell’omonimo fumetto creato dalle sorelle Giussani ed edito da Astorina, diventato ora un film dei Manetti Bros. con Luca Marinelli, Miriam Leone e Valerio Mastandrea, tratto dal terzo numero della collana L’arresto di Diabolik, dal 16 dicembre al cinema.

Per i Manetti Bros., infatti, il cantautore milanese ha composto e cantato due canzoni che aprono e chiudono il film, La profondità degli abissi e Pam Pum Pam, e che si inseriscono coerentemente nella colonna sonora firmata da Pivio & Aldo De Scalzi dal sound tipico dei poliziotteschi italiani anni ’70.

Manuel Agnelli e le canzoni nella soundtrack di Diabolik: La profondità degli abissi e Pam Pum PamDiabolik,cinematographe.it

È la prima volta che lavoro con i Manetti Bros.”, ha dichiarato Manuel Agnelli in conferenza stampa, “ma è stato facile, ci siamo confrontati sul personaggio di Diabolik per individuare bene quale potesse essere la psicologia del personaggio nella canzone. Alla fine ne ho scritte due, in La profondità degli abissi è il Diabolik che vedono tutti, privo di qualsiasi tipo di ipocrisia, che si prende la responsabilità di essere un criminale, senza giustificazioni di alcun tipo. Pam Pum Pam è invece il Diabolik che conosce soltanto lui stesso, quello interiore, quello che parla di fiducia quando parla di Eva Kant nella canzone, fiducia che prima di conoscerla aveva solo in sé e nelle sue armi. Infatti le canzoni sono molto diverse, una è molto “cattiva”, l’altra è invece quasi alla Aznavour, mi sono divertito molto a cantare in uno stile anni ’60, classico, e (scherza) potrebbe essere il mio futuro”.

I due brani originali per Diabolik

La verità
La verità si può cambiare
La verità
La verità si può travestire

Canta Agnelli in La profondità degli abissi, parafrasando la capacità straordinaria di Diabolik nel tramutarsi corpo e anima in chiunque per i suoi scopi, mistificando la realtà con inquietante maestria. Il videoclip del brano è diretto dagli stessi Manetti Bros. e Niccolò Falsetti.

Ho preso tutto
Nessuno mi ha preso
Di questo mi fido
So cosa voglio
Io voglio un cuore
Che sogna
E si fida
Solo di te
Almeno di te

Dalle atmosfere sognanti, struggente e sensuale Pam Pum Pam esprime tutta la passione di Diabolik per Eva Kant, l’unica donna che ha saputo stregarlo e che diventa sua complice: “O seguo il mio cuore e mi fido, o seguo la mia testa e ti uccido”, le dice nel film, e così ha inizio la loro oscura storia d’amore.

I Manetti Bros.: “Orgogliosi del debutto da solista di Manuel Agnelli ‘ispirato’ da noi”

Diabolik,cinematographe.it

Siamo orgogliosi prima da fan e ora da amici di Manuel Agnelli che abbia deciso di esordire da solista con delle canzoni, ci permettiamo di dire, “ispirate” da noi”, hanno dichiarato Marco e Antonio Manetti, “perché prima di scrivere ha parlato con noi. La profondità degli abissi è la canzone che abbiamo chiesto inizialmente a Manuel, non avevamo pensato al secondo brano, ma a un certo punto montando il film ci è venuta la necessità di raccontare il lato più “morbido” di Diabolik e dopo averlo conosciuto meglio ci è sembrato che potevamo chiederlo a Manuel, prima non ci avremmo mai pensato”.

Leggi la recensione di Diabolik

Manuel Agnelli,cinematographe.it

Lavorare con i Manetti Bros. è stato fantastico e molto, molto divertente, ha spiegato Agnelli, “hanno le idee molto chiare e il coraggio e il talento di prendere delle direzioni nette. In questo sono molto stimolanti ma diversi dall’immagine del regista isterico. Hanno una passione incredibile per il loro lavoro che credo vada molto al di là anche della naturale vanità che ogni artista coltiva.  Sono stato sul set diverse volte e ho anche “guidato” la macchina di Diabolik per circa 50 metri senza ammaccarla. Comunque ho fatto brum brum con l’acceleratore”.

Non è la prima incursione di Agnelli nel cinema e nelle serie tv, infatti, nel 2012 due canzoni degli Afterhours presenti nell’album Padania, La tempesta è in arrivo e Padania, sono stati inserite nella colonna sonora della miniserie Faccia d’angelo di Andrea Porporati con Elio Germano nel ruolo del boss della Mala del Brenta Felice Maniero. E nel 2018 Manuel Agnelli ha prestato la sua voce nel film Caravaggio – L’anima e il sangue che racconta la storia del geniale e controverso pittore italiano. Il cantautore dal 2016 è anche giudice del talent show X Factor.

Articoli correlati