Blinded by the Light - Travolto dalla musica cinematographe.it

Arriva finalmente nelle sale italiane Blinded by the light – Travolto dalla musica, commedia musicale diretta dalla regista Gurinder Chadha, meglio conosciuta per aver diretto Sognando Beckham in quel lontano 2002. Il film, adattamento cinematografico delle memorie di Sarfraz Manzoor (Greetings from Bury Park), racconta le peripezie adolescenziali di un ragazzo britannico di origini pakistane e di fede musulmana e del suo incontro con la musica di Bruce Springsteen. Le poesie del Boss sono la colonna portante di un lungometraggio che porta su schermo la potenza espressiva del cantautore americano. Un inno al combattere per una vita migliore, al credere in se stessi. Blinded by the light – Travolto dalla musica si costruisce quindi attraverso i brani del Boss: alcuni riproposti ed altri composti dal compositore Premio Oscar per The Millionaire A. R. Rahman e cantati dal cast del film. Qui di seguito la lista completa delle canzoni presenti. Il film è nelle sale italiane dal 29 Agosto 2019. Leggi qui la nostra recensione.

Blinded by the light – Travolto dalla musica: la colonna sonora completa

Blinded by the light, titolo del film, è la prima traccia presente nel primo disco di Bruce Springsteen, Greeting from Asbury Park, N.J. pubblicato nel 1973. Con il suo testo pregno di personaggi pittoreschi, ma reali, il brano colpì positivamente i critici del tempo. Il giovane Springsteen entra a grandi passi nel mondo della musica.

Born to run, è una traccia presente nell’omonimo album pubblicato il 25 agosto 1975. Brano iconico non manca mai nei live di Bruce Springsteen, è stato il primo vero successo internazionale del cantautore. Con lui anche Thunder Road, prima traccia dell’album.

Badlands, The promised land e Prove it all night sono tre brani presenti nel quarto album del Boss pubblicato nel 1978, Darkness on the edge of town. Diversamente dal precedente Born to run, Darkness on the edge of town presenta brani dall’aspetto più riflessivo e cupo. Bruce Springsteen racconta con un certo disincanto di uomini e situazioni di vita quotidiane.

The River e Hungry Heart sono due bellissimi brani presenti nel doppio album The River, pubblicato da Bruce Springsteen nel 1980. Ballate che raccontano di amori maturi e uomini e donne alle prese con una quotidianità difficile ma vera. I due brani proposti, immancabili nei live del cantautore del New Jersey, vennero scelti come singoli diventando due delle canzoni più note ed amate.

Dancing in the dark e Cover me sono due pezzi appartenenti a Born in the U.S.A., probabilmente l’album più famoso del Boss a livello internazionale. Dancing in the dark, in particolare, risulterà noto nel suo videoclip che deve protagonista una giovanissima Courtney Cox, aka Monica nella sit-com Friends, salire sul palco chiamata tra la folla da Bruce. Potete vedere il videoclip cliccando qui.

Because the night probabilmente, e giustamente, riporta alla mente l’omonimo pezzo portato al successo da Patti Smith. Molti non sanno che, invece, il pezzo è stato scritto proprio dal Boss e, scartato dall’album Darkness on the edge of town, fu regalato alla cantautrice che la fece propria.

I’ll stand by you always ha una storia decisamente interessante. Il brano fu scritto da Bruce Springsteen per Harry Potter e a la Pietra Filosofale nel lontano 2001, ma venne scartato. La struggente canzone è stata ripresa e ricontestualizzata per Blinded by the light – Travolto dalla musica e ne ha assunto un nuovo significato. Sarebbe stato un gran peccato lasciare nel cassetto un pezzo simile.

Assieme ai pezzi di Bruce Springsteen, non mancano composizioni cantate dal cast di Blinded by the light – Travolto dalla musica. Il compositore A.R. Rahman sforna brani che certamente arricchiscono un film che fa della musica il suo fondamentale pilastro. Di seguito i brani The Boss of us all, Number One Paki Film, I Never Knew Music Could Be Like That, You, Me… and Bruce, Do It For Me, You Should Be Listening to Our Music, For You My Love, Ode to Javed / Javed’s Poem, Get Out of My Way Fascist (Pigs) e Maar Chadapa.

Non mancano, infine, tre pezzi cult del rock anni ’80: Don’t you want me dei The Human League, The sun always shines on tv degli A-HA e It’s a sin dei Pet Shop Boys.

Iscriviti alla nostra newsletter

Ricevi novità, recensioni e news su Film, Serie TV e Fiction. Inoltre puoi partecipare alle nostre iniziative e vincere tanti premi

Grazie da adesso riceverei settimanalmente la nostra newsletter

Qualcosa è andato storto