Il grande Lebowski Cinematographe.it

Nell’immaginario collettivo, Il grande Lebowski non è semplicemente un cult contemporaneo, è anche l’immagine del protagonista Drugo (Jeff Bridges) che beve fiumi di White Russian a qualsiasi ora. Perché infatti, a detta sua, se bevi un White Russian è perché “stai per entrare in una valle di lacrime”.
Ecco quindi come nasce l’idea di Paolo Fazio, barmanager di Uzeta Bistrò Siciliano di Catania, che ha ideato l’Italian Lebowski, una variazione del classico, con un tocco all’italiana.

Come si prepara un Italian Lebowski? Ecco la ricetta si Paolo Fazio

Stiamo parlando di un drink molto sofisticato, perciò non bastano solo ingredienti alcolici. Più precisamente, gli ingredienti necessari sono i seguenti: 5 cl gin VII Hills, un caffè, un dash di Bitter all’arancia e 3 cl panna.

Per la preparazione, è necessario versare il gin VII Hills in uno shaker, quindi il caffè, il bitter all’arancia e la panna. Shakerare energicamente e versare in coppetta (bicchiere che verrà utilizzato per servire) precedentemente raffreddata, in modo da eliminare pezzetti di ghiaccio. Grattugiare sopra il drink ottenuto delle scagliette di cioccolato fondente al 70%.

“Ispirandomi a Il grande Lebowski, ho preparato questo twist del classico White Russian pensando a un cocktail tutto italiano, a base di gin VII Hills e caffè” – spiega Paolo Fazio – “È un perfetto dopocena, per chi ama concludere la serata con l’aroma di caffè miscelato all’intenso gusto del gin VII Hills”.

White Russian, storia di un cocktail “mattutino”, divenuto celebre grazie a Il grande Lebowski

Il grande Lebowski Cinematographe.it

Il White Russian è la versione più famosa del Black Russian, cocktail ufficiale Iba (International Bartenders Association), la cui differenza consiste nell’aggiunta della panna, che lo rende più dolce, quasi come fosse un drink indicato per i dessert. Ci sono varie versioni circa la storia della sua nascita. Secondo alcuni, il White Russian venne creato da colui che ideò il drink originale, e cioè il barman Gustave Tops dell’Hotel Metropole di Bruxelles nel 1949. Secondo un’altra ipotesi il cocktail venne invece creato da un barman ignoto intorno agli anni ’60, dietro indicazione di alcuni clienti russi che esigevano un drink per il mattino.

La preparazione segue la ricetta ufficiale del Black Russian, a cui si aggiungono però 2 cl di panna (in alcune varianti 3 cl, cioè 1 oz). Sul ricettario Iba del 1986, viene descritto con le seguenti dosi: 5/10 vodka, 5/10 liquore al caffè (possibilmente il messicano Kalhua), 1 cucchiaino di panna. Il drink è noto nella cultura di massa, oltre ad essere il cocktail preferito del personaggio de Il grande Lebowski, anche perché è anche il titolo di un brano dei Marillon inciso nel 1987.

Trama, interpreti e personaggi de Il grande Lebowski

il grange lebowski cinematographe.it

Il film di Joel Coen del 1998 è ambientato proprio negli anni ’90 e vede protagonista Jeffrey Lebowski, detto Drugo, mentre passa la giornata tra una partita di bowling con gli amici Donny (Steve Buscemi) e Walter (John Goodman), visite al supermercato in accappatoio, alcool e spinelli.

A seguito però di un avvenimento spiacevole con due brutti ceffi che lo scambiano per un ricco omonimo (David Huddleston), Lebowski va a cercarlo con l’unico scopo di farsi rimborsare la perdita. Finisce però invischiato come corriere di un ingente somma di denaro che il magnate, costretto su una sedia a rotelle, deve pagare. Le vicende che coinvolgono Drugo (Dude nell’originale), tra Volkswagen che pedinano, artiste che si esprimono nude, nichilisti, danzatori sovrappeso e audiocassette con il canto delle balene, permettono di leggere in chiave ironica la società che li circonda tra avvenimenti contemporanei come la situazione di George Bush padre e la prima guerra con l’Iraq, il ricordo del Vietnam che ossessiona Walter, l’ebraismo e le fondazioni umanitarie sfruttate da persone senza scrupoli.

Scopri il nostro Shop Online