Toscana: le location del film Netflix ambientato in Italia

Ecco dov'è stato girato il film danese Netflix Toscana, ambientato in una delle regioni più belle e visitate d'Italia.

Toscana, diretto da Mehdi Avaz, film Netflix distribuito sulla piattaforma il 18 maggio 2022 è già tra i più quotati del mese del servizio di streaming. Il film danese è una pellicola romantica agrodolce dove al centro della storia troviamo lo chef Theo Dahl alle prese con un viaggio che gli cambierà la vita. Dopo la morte del padre, Theo eredita l’attività, gestita in Italia dal padre, e che decide di vendere. Per farlo deve recarsi in Toscana, mentre aspetta che venga venduta. Durante il suo soggiorno nella proprietà, che non trova ostacoli sul mercato e ha quindi buone probabilità di trovare un’acquirente in poco tempo, Theo inizia a chiedersi cosa c’era che legava quel padre che non ha mai realmente conosciuto a quel luogo, verso cui lui stesso inizia a sentire un richiamo lontano proprio ora che qualsiasi contatto sta per essere spezzato. Quando Theo conosce Sophia inizia inoltre a rivedere il suo atteggiamento sulla vita e sull’amore, e sulla propria passione per la cucina, che non sempre ha bisogno di quelle stelle michelin da lui tanto ambite.

Dov’è stato girato Toscana

Toscana - cinematographe.it

 

Toscana è interpretato da diversi attori di talento come Anders Matthesen, Cristiana Dell’Anna, Andrea Bosca, Ghita Nørby e Lærke Winther. Una storia commovente dove temi come disperazione, amore, insoddisfazione e connessione umana portano a una riflessione malinconica ma anche piena di speranza. Toscana è un viaggio affascinante nel mondo della cucina, dove questa non riguarda solo il cibo. Toscana, omaggio alla regione italiana, è stato girato, appunto, principalmente in Toscana, in Italia. Le riprese principali sono iniziate nell’ottobre 2020 e sono durate solo 19 giorni. La Toscana, sfondo e ambientazione del film danese, viene ritratta con attenzione e delicatezza attraverso la città di Firenze, capoluogo della Toscana e una delle mete turistiche più popolari d’Italia, insieme a Pisa. Due luoghi dalla forte rilevanza storica e artistica e che assumono un ruolo fondamentale all’interno della trama, dove la cultura della regione fa sentire il protagonista realmente a casa dopo tanto tempo.

La toscana è stata la dimora segreta di suo padre e solo attraverso la scoperta di quel luogo può davvero conoscerlo. Il bellissimo paesaggio toscano è di natura collinare e la regione, caratterizzata da montagne, si estende dalle Alpi Apuane e dagli Appennini alle rive del Mar Ligure e del Mar Tirreno. Il fiume Arno scorre in alcune delle città più importanti della regione come Empoli, Firenze e Pisa, situate sulle sue sponde. Nel corso della lunga storia della Toscana, la regione è stata una delle principali fonti di cibo per l’Italia e le aree circostanti. Attualmente, la cucina toscana è famosa per i suoi piatti semplicistici e di qualità. Nota per le sue olive, tartufi e vini, vediamo quali sono le specialità gastronomiche di una delle regioni più belle d’Italia.

Specialità gastronomiche della Toscana

I piatti tipici della Toscana sono molteplici, alcuni sono ormai noti in tutto il mondo. La tradizione culinaria toscana ha radici antiche, e come quella romana, molti dei piatti più ambiti erano originariamente piatti poveri, cucinati con cibi avanzati. Partendo dalla Ribollita, si tratta di uno dei piatti toscani più popolari. È una zuppa costituita da cavolo, cipolle, fagioli e carote. L’ingrediente principale è il pane raffermo e spesso veniva consumato il giorno dopo, bollito nuovamente con olio al quale venivano aggiunto tutti gli ingredienti.

Toscana

Ribollita

Unica nella tradizione toscana la Panzanella, realizzata con pane raffermo, basilico, pomodoro e cipolla rossa. Condita con olio, sale e aceto, al pane raffermo, ammorbidito nell’acqua, vengono aggiunti i vari ingredienti e amalgamati servendo poi il piatto freddo. Per quanto siamo ormai conosciuta, cucinata e famosa in tutta Italia, non si può non citare la Bistecca alla fiorentina, uno dei più piatti preferiti dagli amanti della carne; definita la “regina della cucina toscana” è costituita da uno specifico taglio di carne, cioè alto e con l’osso, e dalla cottura, rigorosamente al sangue.

Toscana

Panzanella

La bistecca viene solitamente messa su una griglia senza fiamma e girata una sola volta, appunto per non cuocerla eccessivamente, anche perché è molto facile bruciarla. Importante non bucare la carne, procedimento spesso fatto per cuocerla bene anche all’interno. La bistecca alla fiorentina viene servita condita con pepe macinato e limone. Il Cacciucco è invece un piatto di pesce costituito da molluschi e crostacei, spesso seppie, scorfani e polpi, tutti cotti nella stessa padella, ma ognuno con tempi diversi tra loro. Questa diversa cottura fatta insieme lo rende un piatto difficile da cucinare, anche se gli ingredienti sono molto semplici. Il pesce viene poi servito su pane abbrustolito condito con l’aglio e al tutto viene aggiunta la salsa di pomodoro che conferisce al cacciucco l’aspetto di una zuppa.

Toscana

Cacciucco

Leggi anche L’ora legale: le location siciliane del film di e con Ficarra e Picone

 

Tags: Netflix

Articoli correlati