Robin Hood 2010, Cinematographe.it

Un progetto piuttosto strano intitolato Nottingham, basato sul mito tradizionale di Robin Hood, ma che faceva di Robin e del suo acerrimo nemico – lo sceriffo di Nottingham – la stessa persona, passò attraverso diverse stesure del copione e registi, fino ad assumere una forma fortunatamente molto più convenzionale nelle mani di Ridley Scott.

Sebbene la produzione abbia evitato la sfarzosità di castelli britannici a favore di scenografie costruite negli Shepperton Studios (tra cui la “Torre di Londra”, la città medievale e la maggior parte degli interni) e le immagini digitali, la storia resta saldamente ancorata alle autentiche terre boschive dell’Inghilterra.

Il Robin Hood di Ridley Scott inizia partendo da un background familiare, col Re Riccardo Cuor di Leone (Danny Huston) in guerra nelle Crociate, mentre l’Inghilterra soffre sotto la gestione del suo avido fratello John (Oscar Isaac) e continua la sua interminabile guerra contro la vicina Francia.
Tornando a casa attraverso la Francia dalla terza Crociata, un Richard stranamente ostile – di solito una figura di benevola autorità – assedia il Castello di Challus.

Inaspettatamente, Scott sceglie di aprire il suo film con questo conflitto di apertura esattamente nella stessa location delle prime scene di battaglia de Il Gladiatore. La fortificazione “Francese” fu costruita in cima al pendio nella radura centrale di Bourne Wood, vicino a Farnham nel Surrey dove, dieci anni prima, Russell Crowe, come Massimo Decimo Meridio, aveva ordinato alle sue truppe di “scatenare l’inferno”.

Robin Hood: le suggestive location del film di Ridley Scott

Robin Hood 2010, Cinematographe.it
Bourne Wood, Farnham, Surrey

Una freccia vagante uccide improvvisamente il re, aprendo la strada a una lotta per il potere politico. Il subdolo Sir Godfrey (Mark Strong), in combutta con i francesi, cerca di destabilizzare il dominio di Re Giovanni e facilitare un’invasione dell’Inghilterra. All’oscuro di tali macchinazioni, l’arciere Robin Longstride (Crowe) e i suoi amici dell’esercito sono più preoccupati di tornare rapidamente in Inghilterra, quando incontrano le conseguenze di un’imboscata francese, e si trovano inaspettatamente in possesso della corona reale.

Una promessa al ferito a morte Robert di Loxley (Douglas Hodge) spinge Robin a giurare che restituirà una preziosa spada al padre del morente a ‘Nottingham’ una volta tornato sul territorio inglese. La barca che trasporta Robin e la solita banda – Little John (Kevin Durand), Allan A’Dayle (Alan Doyle) e Will Scarlet (Scott Grimes) – salpa sul Tamigi a Londra. Sotto le spoglie di ricchi cavalieri, il gruppo è obbligato a portare la notizia della morte di Richard a sua madre, Eleonora d’Aquitania (Eileen Atkins) e presentare la corona a Giovanni.

Il Water Gate della ‘Torre di Londra’, come sarebbe apparso nel 13° secolo, fu costruito sul lungomare del Virginia Water Lake nel Surrey, parte del Windsor Great Park. Sempre nel Parco, le querce nodose della Foresta di Sherwood si trovano a Bears Rails, verso est, un bosco antico di oltre 700 anni e parte del parco dei cervi di 5.000 acri che confina con la residenza reale del Castello di Windsor nel Berkshire.

Virginia Water Lake, Surrey

Per il villaggio di ‘Nottingham‘ di Robin Hood  sono stati costruiti oltre 50 edifici nella Hampton Estate, una tradizionale tenuta agricola collocata sull’Hampton Lodge, una casa georgiana di II grado a Seale, tra Farnham e Goldalming, appena a sud degli Hogs. Oltre alle case e alle baracche, qui furono costruite la valle dei 55 acri, costellata da ancora più querce inglesi, il negozio di grano, la taverna, il fienile e la chiesa.

La vicina tenuta di Peper Harrow, dove Robin incontra l’anziano padre di Loxley (Max von Sydow) e la vedova Marian (Cate Blanchett), fu costruita presso Oxenford Farm, Milford Road, Elstead vicino a Godalming nel Surrey.

Oxenford è una fattoria tradizionale che da oltre 50 anni è specializzata nella coltivazione di alberi di Natale. Risalente al 12° secolo, quando era una fattoria di Ley (una terra dedicata ai pascoli) per l’Abbazia di Waverley, ha una serie di edifici insoliti progettati nel 1840 da Augustus Pugin, lo straordinario designer del revival gotico che ha lasciato il segno distintivo nel Palazzo di Westminster a Londra (le Camere del Parlamento). La fattoria fu usata come location anche per The Wolfman, con Benicio Del Toro – e Max von Sydow.

La Oxenford Farm, Milford Road, Elstead, Surrey

Robin Hood acquisisce l’identità del defunto Robert per proteggere la tenuta di famiglia dalle rapaci attenzioni di John e dei suoi servi, determinati a vessare la popolazione già in difficoltà con un rincaro delle tasse. Godfrey è felice di sfruttare l’impopolarità del Re, reprimendo crudelmente le comunità del nord.

La città di ‘Barnsdale’, che resiste e viene bruciata a terra, fu costruita a Bourne Wood, non lontano dal “castello francese” delle scene di apertura. Il villaggio medievale, in cui Robin si ferma per chiedere indicazioni sulla strada per Londra, fu costruito a Thunderdell Wood, una piantagione del 17° secolo nella tenuta di Ashridge, Little Gaddesden, sul confine tra Hertfordshire e Buckinghamshire.

La Ashridge Estate è stata utilizzata per molte location cinematografiche tra cui Sleepy Hollow, Un amore di testimone di Tim Burton, il remake di Alfie, Che pasticcio, Bridget Jones! e Stardust di Matthew Vaughn. Con la notizia che le truppe francesi sbarcheranno sulla spiaggia di Dungeness , Robin si mette in viaggio per contrastare l’invasione.

Ashridge Estate, Little Gaddesden, Hertfordshire

La ‘Vale of White Horse‘, attraverso la quale cavalca per essere raggiunto da King John, giurando di onorare le richieste dei diritti dei baroni in cambio del loro sostegno, è Thorpe Pastures e Lindale, a Dovedale, nel bellissimo Peak District del Derbyshire.

Un bellissimo percorso di calcare lungo tre miglia, ora di proprietà del National Trust, mostra l’ingresso a Dovedale tra i villaggi di Ilam e Thorpe. Potete vedere gli stessi paesaggi nel cult eco-horror del 1974 di Jorge Grau The Living Dead At Manchester Morgue.

L’enorme battaglia di ‘Dungeness’ di Robin Hood si svolge sulla spiaggia di Freshwater West, sulla B4319, a circa sette miglia a ovest di Pembroke nel Pembrokeshire, nel Galles del Sud – con le impervie scogliere che sono state aggiunte digitalmente in post-produzione. Esposto a sud-ovest, questo è un luogo molto amato dai surfisti esperti, ma le correnti insidiose lo rendono un posto pericoloso per nuotare. L’ampia distesa di sabbia è la stessa spiaggia in cui fu costruito lo Shell Cottage, e sepolto Dobby l’Elfo, in Harry Potter e i Doni della Morte: Parte I.

Robin Hood 2010, Cinematographe.it
Dungeness Beach, Freshwater West, Pembrokeshire

Robin Hood: cosa mangiare nel Surrey?

I piatti tipici che potete guastare nel Surrey, un luogo che offre una varietà di ristoranti per tutti i gusti, sono quelli della trazione inglese. In particolare vi consigliamo Sausages and Mash,  un piatto  a base di salsicce servite con una purea di patate (mashed potatoes) e salsa alle cipolle, a cui possono essere aggiunti cipolle fritte e piselli.

Sausages and Mash

A cena si può optare per il Roast Dinner, un piatto che solitamente viene cucinato la domenica sia nelle case che nei pub e che, fra le varianti più celebri, sfoggia il roast beef. Un piatto diffuso fra la popolazione soprattutto nei mesi invernali, dato il suo apporto nutritivo. Molto spesso i roast dinners sono accompagnati da verdure grigliate e Yorkshire puddings, delle focaccine da intingere nel sugo.

Avvicinandosi al mare non può ovviamente mancare il  Fish and Chips, senza dubbio il cibo da asporto più celebre in Inghilterra, da gustare direttamente sulla spiaggia, se possibile. Il pesce che viene fritto e accompagnato da patatine solitamente è merluzzo o haddock, e viene cosparso di aceto e sale.

Roast Dinner

C’è poi l’immancabile il Black pudding, una pietanza molto simile al sanguinaccio, che viene preparata con sangue di maiale e cereali. Il sapore è molto particolare, quindi questo piatto è consigliabile a chi si sente pronto a sperimentare sapori nuovi.

Infine, prima di addentrarvi nell’esplorazione delle splendide location di Robin Hood, non dimenticante di darvi la carica con una sontuosa English Breakfast, piatto decisamente abbondante che funge anche da pranzo e viene servito molto spesso nelle mattine del weekend. È costituito da bacon, salsicce, uova, funghi, fagioli, pane, pomodori e patate fritte e si più trovare sia all’interno dei pub che nei cafè.

English Breakfast

E TU COSA NE PENSI? LASCIA IL TUO COMMENTO

Iscriviti alla nostra newsletter

Ricevi novità, recensioni e news su Film, Serie TV e Fiction. Inoltre puoi partecipare alle nostre iniziative e vincere tanti premi

Grazie da adesso riceverei settimanalmente la nostra newsletter

Qualcosa è andato storto

LE NOSTRE INTERVISTE ESCLUSIVE