La ricerca della felicità: come preparare Happiness, il drink ispirato al film di Gabriele Muccino

Stefano Santucci, head barman dell’Hotel Hassler di Roma, ha ideato Happiness, un drink ispirato a La ricerca della felicità di Gabriele Muccino.

Da leggere

L’avete riconosciuta? È stata una “baby squillo”, ha vissuto un’esperienza metafisica e ha trionfato ai David di Donatello

Sulla base delle premesse la bambina nella foto avrà una splendida carriera davanti a sé. Pur giovanissima, si è...

Guardiani della Galassia Vol. 3: ecco quando sarà ambientato nella timeline MCU

Guardiani della Galassia Vol. 3 sarà l'ultimo capitolo della saga dei Vendicatori galattici Guardiani della Galassia Vol. 3, scritto e...

Army of the Dead: svelata la sinossi del prequel del film Netflix

Army of the Dead arriverà su Netflix il 21 maggio prossimo Army of the Dead non è ancora arrivato sul...

Era il 2006 quando al cinema usciva La ricerca della felicità, l’opera diretta da Gabriele Muccino con Will Smith protagonista. Nonostante il passare del tempo, il film ha lasciato nella memoria del pubblico l’esempio di quanto a volte tenacia e speranza possano essere gli ingredienti perfetti per riuscire a centrare i propri obiettivi nella vita e raggiungere la tanto agognata felicità.

Rimanendo in tema di ingredienti, in occasione dei quindici anni del lungometraggio, Stefano Santucci ha voluto dar vita ad Happiness, un cocktail ispirato proprio a La ricerca della felicità. L’head barman dell’Hotel Hassler di Roma ha scelto l’opera di Gabriele Muccino perché, in un momento di profonda crisi come quello che il mondo intero si ritrova a vivere ormai da oltre un anno, tutti possono prendere esempio dal protagonista del film e trovare quindi la forza per andare avanti e guardare al futuro con speranza.

Happiness: ingredienti e preparazione del drink ispirato a La ricerca della felicità

La ricerca della felicità - Cinematographe.it

Gli ingredienti necessari per la preparazione del drink sono i seguenti:

  • 4 cl Rum Don Papa
  • 4 cl Gosling’s Ginger Beer
  • 1 cl liquore al caffè kahlúa
  • 1 cl Maraschino Pallini
  • 1 cl sciroppo di canna da zucchero
  • 1 cl lime spremuto fresco

Per quanto riguarda il bicchiere più adatto per questa tipologia di drink, optiamo per un classico Old Fashioned. Per la guarnizione invece, occorrono stecche di zenzero, una spirale di lime e alcune foglie di menta. Per realizzare il cocktail bisogna innanzitutto shakerare energicamente il Rum Don Papa con maraschino, kahlúa, lime e zucchero. A quel punto si può versare nel bicchiere con il ghiaccio e successivamente riempire con la ginger beer. Una volta arrivati a questo punto, bisogna adagiare le stecche di zenzero, la spirale di lime e le foglie di menta sulla parte alta del bicchiere, posando le varie guarnizioni sul ghiaccio.

Stefano Santucci: “Faremo come Will Smith, ci riprenderemo la vita, inseguendo la felicità!

La ricerca della felicità - Cinematographe.it

Il creatore di Happiness, Stefano Santucci, ha raccontato nel dettaglio da dove è nata l’ispirazione per il drink. “Questo del Covid 19 è un periodo di forte crisi per tutto il settore e per la categoria dei bartender: cerchiamo di resistere al lockdown, sopravvivendo al presente e pensando al futuro“, ha dichiarato l’head barman dell’Hotel Hassler, descrivendo il collegamento fatto con La Ricerca della Felicità:Anche il personaggio del film si trova a vivere una profonda crisi sia lavorativa che umana e ad affrontare eventi che lo porteranno a cambiare le proprie abitudini. Noi in questa fase di pandemia, faremo come Will Smith nel film: ci riprenderemo la Vita, inseguendo la Felicità, non permettendo mai a nessuno di dirci che non sappiamo fare le cose, proteggendo i nostri sogni e inseguendo ciò che vogliamo“.

Leggi anche – C’era una volta a… Hollywood di Quentin Tarantino diventa un drink a base di gin e uovo

Happiness è un cocktail per la ripartenza, carica di energia, che in foto possiamo ammirare in una delle location più belle al mondo, le scale di Trinità dei Monti. Il tutto al sapore del Rum Don Papa, il primo rum premium small batch filippino distillato e invecchiato sette anni in botti di quercia americana sull’Isola di Negros occidentale. La grande qualità dello zucchero di canna dell’Isola è alla base del finale ricco e profondo di questo rum, distribuito in Italia da Rinaldi 1957, con un finale che riporta note di vaniglia, miele e frutta candita.

Ultime notizie

L’avete riconosciuta? È stata una “baby squillo”, ha vissuto un’esperienza metafisica e ha trionfato ai David di Donatello

Sulla base delle premesse la bambina nella foto avrà una splendida carriera davanti a sé. Pur giovanissima, si è...

Articoli correlati