In questo mondo di ladri, Cinematographe.it

Diretto da Carlo Vanzina nel 2004, In questo mondo di ladri è una delle commedie più amate degli anni 2000, con comici quali Carlo Buccirosso, Ricky Tognazzi, Biagio Izzo, Leo Gullotta, Ezio Iacchetti e con la partecipazione straordinaria di Valeria Marini. I protagonisti sono Fabio, Monica, Nicola, Walter e Lionello, che cadono vittima della stessa truffa immobiliare. I cinque si rivolgono alla polizia e scoprono di non poter ottenere la giustizia desiderata. Decidono così di andare al ristorante per approfondire la loro conoscenza e qui, tra un piatto e l’altro, Fabio propone agli altri quattro di vendicarsi del sistema con una truffa ai danni della banca di cui lui è dipendente. I cinque truffati vengono da ogni parte d’Italia, ma le loro vicende si susseguono tra Milano, Cortina e le Isole Cayman.

In questo mondo di ladri: Milano e Cortina protagoniste del film

in questo mondo di ladri, cinematographe.it

Milano è una area metropolitana italiana, famosa per essere la capitale della moda e dell’economia del nostro Paese. Fu fondata all’incirca nel 509 a.C e conquistata dopo trecento anni dai Romani, che l’hanno chiamata Mediolanum. La città divenne la capitale dell’impero romano, nel cui periodo fu promulgato l’editto di Milano, che assicurava a tutti i cittadini – cristiani e non – la libertà di professare le proprie divinità. Nel periodo delle età comunali, divenne la prima signoria innalzata a dignità ducale, fino alla fine del XIV secolo. Dopo un momento in cui sembrava che il potere di Milano stesse crollando, la città si riprese, divenendo durante l’Illuminismo il fulcro delle idee della corrente del tempo. Milano è sempre stata la città degli eventi e uno di quelli in programma nei prossimi anni sono i XXV Giochi Olimpici invernali, che si terranno insieme a Cortina d’Ampezzo.

L’altra location italiana di In questo mondo di ladri, invece, Cortina,è una città veneta, considerata da tutti la Regina delle Dolomiti. È una rinomata località turistica invernale ed estiva, la cui storia parte dal ‘400, periodo in cui era parte integrante del Cadore, di cui costituiva una delle dieci centene. Quando invece il Cadore fu conquistato da Massimiliano d’Asburgo durante la guerra della Lega di Cambrai, l’esercito veneto rinunciò a l’Ampezzo per dirigersi verso il Friuli e salvarlo. Cortina tornò poi nelle mani italiane con la fine della Prima Guerra Mondiale.

in questo mondo di ladri, cinematographe.it

Chi va a Milano non può non fermarsi nella piazza principale, dove si erge il mastodontico Duomo, la chiesa in pieno stile gotico dedicata a Santa Maria Nascente, costruita su ordine di Gian Galeazzo Visconti nel 1386. Milano è una città molto più moderna rispetto al resto del Paese e lo dimostra anche il suo Museo del Novecento, in cui sono conservate oltre quattrocento opere di arte italiana tra cui quelle di Picasso, Braque, Kandinskij e Modigliani. Tornando invece al Rinascimento, chi ama Leonardo da Vinci deve per forza recarsi a Milano per vedere l’Ultima cena, custodita nel refettorio del convento domenicano di Santa Maria delle Grazie.

La storia di Milano, secondo i più, invece è tutta intrinseca nel Castello Sforzesco, la cui prima costruzione fu voluta da Galeazzo II, continuata poi da Francesco Sforza che gli diede la sua forma attuale. Il castello è ricco di musei, come quello d’arte antica, la Pinacoteca, quello di arte applicata e il museo degli strumenti musicali. Infine menzioniamo il luogo di Milano più fotografato da turisti e influencer, la Galleria Vittorio Emanuele II, un passaggio coperto che mette in comunicazione Piazza Duomo e Piazza della Scala. Considerato il salotto buono di Milano, è qui dove di solito ci si dà appuntamento… è il punto di incontro di tutti i milanesi.

Cortina è piccola, molto spesso scelta perché è un’ottima meta per chi ama sciare. Ma anche il centro della città è particolare, con le sue gallerie d’arte e le gioiellerie. Tra i primi luoghi da vedere di Cortina abbiamo la Basilica dei Santi Filippo e Giacomo, la Casa delle Regole (sede del Museo d’arte moderna Mario Rimoldi), il Museo Paleontologico ed Etnologico e il Palazzo del Ghiaccio, sede delle Olimpiadi invernali del 1956.

In questo mondo di ladri: in scena anche le Isole Cayman

in questo mondo di ladri, cinematographe.it

Le isole Cayman, con le loro spiagge quasi bianche e il mare limpido, sono tre isole del Mar dei Caraibi, chiamate Grand Cayman, Little Cayman e Cayman Brac. Queste furono scoperte da Cristoforo Colombo nel suo viaggio verso l’America nel 1503 e oggetto di desiderio di molti pirati, fino a quando nel 1670 passarono sotto la dominazione inglese.

Cosa mangiare a Milano e a Cortina?

in questo mondo di ladri, cinematographe.it

Il primo e il secondo assolutamente da provare sono milanesi. Il classico risotto alla milanese e la cotoletta alla milanese – anche se sono piatti che conosciamo e mangiamo molto spesso – mangiati a Milano acquistano un sapore completamente diverso. Il risotto alla milanese con ossobuco non è un semplice risotto allo zafferano, per renderlo davvero sprciale, si prepara con il midollo e va servito insieme all’ossobuco. La cotoletta è invece vera solo se servita con l’osso e fritta nel burro!

Per il dolce invece ci spostiamo a Cortina, dove la preparazione di dolci, gelati e marmellate accopagnano i formaggi locali e i piatti di cacciagione. Tra i dolci più buoni abbiamo la sacher torte ripiena alla marmellata di albicocche o ancora l’apfelstrudel (che in italiano diventerebbe la classica torta di miele). Ma una menzione a parte va fatta per i furtaies, cioè dolci di pastella fritta a forma di spirale.