Flowers and Trees, il primo cartone animato a colori prodotto dalla Disney, è un’autentica esplosione della natura. Se nel 1928 Walt Disney fu criticato per la rappresentazione umoristicamente scorretta degli animali (Steamboat Willie), nel corto del 1932 questi non appaiono, lasciando il palcoscenico a fiori e piante umanizzati.
In che modo allora si può entrare in empatia con Flowers and Trees, se non con un menù vegetariano a base di fiori?

Ci prepariamo alla visione del cartone animato con un antipasto a base dei noti fiori di zucca ripieni. Chiaramente è fondamentale che siano freschi (lo capite dal colore brillante dei fiori e da quello giallo acceso del pistillo e chiaramente dal fatto che non siano mosci!) per regalarci tutto il loro sapore.

Fiori di zucca ripieni
Fiori di zucca ripieni

Ingredienti per 16 fiori di zucca:
– 400 gr. di patata
– 5 cucchiai di parmigiano Reggiano grattugiato
– 150 gr. di fagiolini
– 1 uovo
– 150 gr. di zucchina
– 1 spicchio d’aglio
– Maggiorana e basilico tritati q.b.
– 2-3 cucchiai di olio extravergine d’oliva
– Sale e pepe q.b
Preparazione:
– Lavate i fiori di zucca sotto l’acqua corrente, eliminando il pistillo interno con una piccola rotazione e lasciateli asciugare;
– Pelate le patate, eliminate le punte dei fagiolini e delle zucchine;
– Lavate per bene le verdure e tagliatele a tocchetti;
– In una casseruola mettete a le patate tagliate e aggiungete dell’acqua per farle cuocere, poi proseguite aggiungendo i fagiolini e le zucchine. Aggiustate di sale;
– Scolate le verdure e passatele con un passaverdure a fori medi;
– Mettete il passato in un tegame e fatelo asciugare per qualche minuto a fiamma bassa, mescolandolo:
– Trasferitelo in una ciotola e aggiungete l’uovo, il parmigiano, l’olio, la maggiorana, il basilico, l’aglio e aggiustate di sale e pepe;
– Riempite i fiori di zucca col composto ottenuto servendovi di una sac à poche o di un cucchiaino;
– Chiudeteli avvitando l’estremità e riponeteli in una teglia oliata irrorandoli d’olio;
– Cuocete in forno preriscaldato a 180° per 15 minuti.

Proseguiamo con strozzapreti con arancia, ginepro e Rosa di Gorizia. Quest’ultima è una pregiata e rara qualità di radicchio (recentemente divenuta presidio Slow Food), prodotta da solo quattro agricoltori che si tramandano gelosamente i metodi di coltivazione. Il suo nome deriva dalla forma, simile appunto a una rosa, dal colore rosso brillante con striature rosa. Al sapore intenso e alla fragranza si unisce una nota romantica, capace di scaldare anche gli inverni più gelidi!

Rosa di gorizia - Arancia - Ginepro
Rosa di gorizia – Arancia – Ginepro


Ingredienti per 5 persone:
– 500 gr. di pasta fresca (strozzapetri o altra)
– 250 gr. di Rosa di Gorizia
– Olio extravergine d’oliva
– Succo di ½ arancia
– 3-4 prugne secche
– 5-6 bacche di ginepro pestato
– Distillato di ginepro q.b.
– Sale q.b.

Preparazione:
– Tagliate a dadini le prugne secche e fatele macerare col distillato di ginepro;
– Dopo aver lavato il radicchio, tagliatelo a listarelle, salatelo e stufatelo
in una padella a fiamma bassa con olio d’oliva, succo d’arancia e bacche di ginepro
per circa 20 minuti e sfumatecon distillato di ginepro (o succo d’arancia);
– Togliete dal fuoco e aggiungete le prugne che avete messo a macerare nel distillato di ginepro;
– Cuocete la pasta e scolatela al dente;
– Ripassate gli strozzapreti nella padella con condimento precedentemente preparato;
– Spegnete la fiamma e mantecate col gorgonzola;
-Aggiungete un filo d’olio a crudo prima di servire.

Confettura di viole
Confettura di viole

Per concludete il pasto in dolcezza potete preparate una confettura di viole, ideale per farcire i dolci o accompagnare i formaggi.
Ingredienti:
– 200 gr. di violette
– 1,5 kg. di zucchero
– 2 bicchieri scarsi d’acqua
– Tintura da pasticceria viola (facoltativo)

Preparazione:
– Private le violette dai gambi, lavatele e frullatele con lo zucchero;
– In una pentola d’acciaio inox mescolate lo zucchero e l’acqua a fiamma bassa, in modo da ottenere uno sciroppo denso;
– Quando lo sciroppo inizia a bollire unite le viole e mescolate delicatamente;
– Rimettete sul fuoco a fiamma bassa, finché lo sciroppo non comincerà a gonfiarsi;
– Riponete in vasetti di vetro puliti e asciutti.
– Adesso potete usarla per la preparazione di squisiti dolci o accompagnare ai formaggi!

Iscriviti alla nostra newsletter

Ricevi novità, recensioni e news su Film, Serie TV e Fiction. Inoltre puoi partecipare alle nostre iniziative e vincere tanti premi

Grazie da adesso riceverei settimanalmente la nostra newsletter

Qualcosa è andato storto

Scopri il nostro Shop Online