Cosa fareste sul set di un film horror? Beh a quello ognuno trova il suo rimedio, intanto noi vi consigliamo i finger food da consumare durante la visione di Necropolis – la città dei morti!

Finger food per Necropolis – la città dei morti

Idee per la location:

L’ultimo film di John Erick Dowdle si svolge nelle catacombe di Parigi. Una giovane e avventurosa ricercatrice, accompagnata da un amico e da una piccola squadra di “speleologi abusivi”, si spinge nel ventre della terra con l’obiettivo di trovare la verità.
Potrete svolgere la vostra cena dove vi pare, ciò che vi serve è un televisore per la visione della pellicola e alcune dritte di design.

  • Scrivete all’ingresso la frase “Perdete ogni speranza o voi che entrate” e create un tunnel stretto di modo che i vostri ospiti saranno costretti a strisciare sul ventre per entrare.
  • Lo chef, o chi ne fa le veci, dovrà farsi trovare di spalle, vestito di nero (possibilmente con un mantello dotato di cappuccio).
  • Rendete la stanza tetra. L’ideale sarebbe far sedere i vostri ospiti per terra e circondarli di cuscini/divani/peluche ai quali potrete incollare la sagoma dei teschi. Per illuminare la stanza usate delle candele o, meglio ancora, la torcia da testa che usano gli speleologi.

Non vi resta che accendere la tv e gustare la visione!

Cibo:

Sotto terra bisogna arrangiarsi! Mangerete nella maggior parte dei casi finger food e berrete nei calici dei defunti, dunque saranno abbastanza disgustosi! Non importa il tipo di bevanda, ma dove la verserete.
Munitevi di caramelle gommose a forma di verme, bicchieri da cocktail e sciroppo alimentare rosso col quale creerete un effetto gocce di sangue sul bordo del bicchiere (con un pennellino o la siringa per dolci). Posizionate i vermetti gommosi sui bordi o dentro il bicchiere. Se il cocktail lo concede potete inserire anche un’oliva verde ripiena, cosicché assomigli a un occhio!

Cervello spappolato (per aumentare la concentrazione)

Sarebbe bello avere una ciotola a forma di testa, ma non essendo di facile reperibilità, usatene una normale e applicate sopra la stampa di un volto decomposto. Su un letto di insalata verde poggiate le uova sode tagliate a metà, sulle quali avrete disegnato croci o simboli nefasti, magari con del ketchup!
Aggiungete delle Bare al formaggio: pancarrè tagliati a forma di bara sui quali spalmerete del formaggio (philadelphia, gorgonzola o altro). Potete servirvi di semi di papavero, olive nere, peperoni rossi o pomodori per scrivere la sigla RIP o il nome dei vari commensali.

 Riso venere con vermi di gamberetti e/o salmone

riso-venereServitelo in delle ciotoline di plastica rigida, posizionando le striscioline di salmone e/o i gamberetti al bordo delle stesse, come se fossero dei vermi.

Ingredienti per 4 persone:

– 350 gr. di riso venere

– 200 gr. di salmone affumicato o gamberetti sgusciati

– 200 gr. di pomodori pachino

– Aglio

– Olio extravergine d’oliva

– Sale

– Prezzemolo

– Vino bianco per sfumare

Preparazione:

Mentre cuocete il riso in acqua salata, lavate e tagliate i pomodorini a metà e tagliate a striscioline le fette di salmone.

In una padella fate imbiondire l’aglio con un cucchiaio d’olio extravergine d’oliva, quindi aggiungete i pomodori pachino e salateli un po’. Dopo un paio di minuti aggiungete il salmone e/o i gamberetti sgusciati. Sfumate col vino bianco senza esagerare e spegnete la fiamma.

Scolate il riso e mettete da parte qualche mestolo d’acqua di cottura, quindi trasferitelo nella padella col condimento e saltatelo per un paio di minuti, aggiungendo all’occorrenza l’acqua di cottura. Spolverate col prezzemolo tritato, aggiustate di sale e servitelo come indicato sopra.
[divider style=”solid” top=”20″ bottom=”20″]

 

Sandwmouse2ich di topo

Servitevi dei pancarrè per ottenere degli squisiti topini da mangiare.

Ricavate dei triangoli (il corpo dei topini) e farciteli a vostro gusto: tonno e pomodoro, prosciutto e scamorza, funghi porcini, formaggio e speck, salmone e tartufo.

Usando al maionese come colla, create il naso e gli occhi con le olive nere oppure spolverate coi semi di papavero. Le orecchie potete ottenerle con delle patatine confezionate o con delle fettine di formaggio conficcate nel pancarrè. Per la coda fate fuoriuscire un gambo di sedano.
[divider style=”solid” top=”20″ bottom=”20″]

 Panini di ragno

spider-sandwichAvete presente quei panini tondi all’olio o quelli usati per gli hamburger? Anche in questo caso potete farcirli come meglio credete, sbizzarredovi anche con hamburger, wurstel, affettati, insalata, formaggi vari. Per creare le zampette dei ragni potete usare le carote; per gli occhi i pomodori, le olive o ciò che vi detta la fantasia!

I dolci horror possono essere molto suggestivi, ma talvolta la preparazione è prolissa. Un dolcetto rapido? Ve lo suggerisco io!
[divider style=”solid” top=”20″ bottom=”20″]

 

pavesini

Pavesini al sangue

Servitevi di mezzo bicchierino di alchermes, circa 500 ml di latte, zucchero semolato, pavesini (o simili) e nutella.
Dopo aver unito il liquore rosso (alchermes) col latte, imbevete i biscotti senza farli inzuppare troppo. Farciteli con la nutella e ripassateli nello zucchero.
Sciogliendo a bagnomaria del cioccolato fondente, servitevi di una siringa per decorarli come meglio credete!

SPECIALE OSCAR 2020
Iscriviti alla nostra newsletter

Ricevi novità, recensioni e news su Film, Serie TV e Fiction. Inoltre puoi partecipare alle nostre iniziative e vincere tanti premi

Grazie da adesso riceverei settimanalmente la nostra newsletter

Qualcosa è andato storto


LE NOSTRE INTERVISTE ESCLUSIVE