By the Sea (recensione) racconta la storia di Vanessa, ex ballerina (Angelina Jolie) e Roland, scrittore americano interpretato da Brad Pitt, che decidono di trascorrere del tempo in una cittadina francese sul mare per tentare di salvare il proprio matrimonio. Quale migliore stato se non la Francia, la terra dell’amore, per recuperare un rapporto in crisi? Ma, sceneggiatura a parte, il film della Jolie è ambientato nella magica Malta, in particolare nell’epica Isola di Gozo.

Situata a circa 4km. a nord-ovest dall’isola di Malta, Gozo è raggiungibile tramite elicottero o traghetto e vanta meravigliose spiagge e atmosfere suggestive; meta perfetta per chi è appassionato di immersioni subacquee per i rinomati fondali marini e per gli amanti del verde per gli stupendi paesaggi naturali e rurali. Il punto forte sono sicuramente le varie spiagge, quindi vediamo insieme quali sono le più belle presenti nel film!

Mgarr Ix Xini: la baia protagonista di By the Sea

Mgarr Ix Xini

A Mgarr Ix Xini, meravigliosa baia formata da una stretta insenatura contornata da rocce candide che racchiudono una piccola spiaggia bianca e appartata, è stato girato quasi totalmente il film con protagonisti Angelina Jolie e Brad Pitt, allora sposati. Ideale per fare snorkeling grazie a un’acqua cristallina e alle tante grotte della scogliera, vanta anche una piccola trattoria sul mare che è stata messa a completa disposizione per l’intera durata delle riprese. Per la sua posizione riservata in passato è stata usata come nascondiglio per le galee dei cavalieri e anche dagli invasori turchi che, nel Cinquecento, fecero prigionieri diversi abitanti dell’isola.

Ramla Bay: la leggenda della grotta di Calypso

Ramla Bay

Dalla sabbia rossastra e dorata, Ramla Bay è situata nella parte nord di Gozo e vanta una delle spiagge più particolari e visitate dell’isola. Mare cristallino e panorama da perdere il fiato caratterizzano questo luogo magico che è protagonista di una leggenda antica: oltre alla presenza sotto la sabbia di rovine di un’antica villa romana, da visitare assolutamente è la grotta di Calypso. Come narra l’Odissea di Omero, Ulisse venne trattenuto per sette anni dalla ninfa Calypso nella sua isola, e tradizione vuole che sia proprio Ramla Bay il luogo di prigionia dell’epico viandante. Nelle vicinanze della grotta non ci sono abitazioni perché si sostiene che lo spirito di Ulisse sia ancora presente…

Caccia: i templi megalitici di Gigantia

I templi megalitici di Gigantia

A Caccia, primo paese di Gozo a essere stato abitato, si trovano i monumentali templi megalitici di Gigantia, dichiarati patrimonio dell’umanità dall’Unesco. Di impatto visivo forte, queste strutture sono risalenti all’Età del rame e tuttora ben conservate; in uno dei templi fu ritrovato il noto bassorilievo del serpente, oggi custodito nel museo archeologico di Victoria, capitale di Gozo.

Isola di Gozo: cosa mangiare?

Oltre al relax della spiaggia, al divertimento delle immersioni subacquee e alla cultura dei templi megalitici, l’isola di Gozo soddisfa anche il palato! Con una cucina variegata che prende ispirazione sia da quella italiana (soprattutto siciliana!), sia da quella inglese e africana, si ha l’imbarazzo della scelta. Ecco una lista dei piatti tipici più appetitosi:

ZUPPE:

Zuppa Aljotta

Ritroviamo diverse zuppe tra cui la Quarabaghli con zucchine e altre verdure, il minestrone simile a quello nostrano con l’aggiunta di carne di maiale; ottimo anche il Kusksu, una minestra di fagioli freschi e l’Aljotta, una zuppa a base di pesce con aglio, pomodoro e insaporita con menta e maggiorana.

PRIMI:

Timballo Timpana

Come primo piatto consigliamo il Ross Fil-Forn, un risotto con lardo, cipolla e pomodori o il Timpana, un timballo di maccheroni con formaggio e uova.

SECONDI:

Involtini Bragjoli

La nota carne di coniglio Fenek che viene preparata con pomodori e aglio o con cipolle, erbette e vino o, ancora, fritta. Troviamo anche i Bragjoli, degli involtini di carne cucinati nel vino rosso con uova e pane. Non manca il pesce, specialmente calamari e sarde, preparati in diversi modi.

CONTORNI:

Crocchette Fritturi tal-pastard

Gustose sono le Fritturi tal-pastard, ovvero delle mini crocchette di cavolfiori fritte; esiste anche una variante della caponata siciliana e il tradizionale Ful bit-tewm, un piatto a base di fave condite con aglio e uova, molto semplice, che viene consumato nel periodo di Quaresima.

DOLCI:

Dolcetti Qaghaq Ta’l-Ghasel

Non mancano i dolci nel menù della cucina maltese! Tra i più deliziosi e tipici troviamo i Imqaret, dei biscottini ripieni di datteri, i Kannoli decisamente simili ai nostri siciliani. Buona anche la torta a base di mandorle Helwa tat-tork e decisamente golosi sono i Qaghaq Ta’l-Ghasel, anelli di pasta dolce ripieni di melassa che, in maltese, si dice Ghasel iswed (miele nero), ragione per cui si pensa erroneamente che siano preparati con miele. Come dolce pasquale abbiamo invece i Figolli, biscotti alle mandorle decorati con glassa di zucchero.

Iscriviti alla nostra newsletter

Ricevi novità, recensioni e news su Film, Serie TV e Fiction. Inoltre puoi partecipare alle nostre iniziative e vincere tanti premi

Grazie da adesso riceverei settimanalmente la nostra newsletter

Qualcosa è andato storto